Indicatori Comuni Europei (Progetto ECI)

Ultimo Aggiornamento: 06/11/2014

Nel 1999 il Comune di Reggio Emilia ha aderito ad un’iniziativa europea denominata "Verso Un Profilo di Sostenibilità Locale - Indicatori Comuni Europei” che proponeva di calcolare un set di dieci indicatori in grado di rappresentare la sostenibilità locale, avviando la rilevazione di diversi indicatori.

  1. Soddisfazione dei cittadini con riferimento alla Comunità Locale.
  2. Contributo Locale al Cambiamento Climatico Globale.
  3. Mobilità Locale e Trasporto Passeggeri.
  4. Accessibilità delle Aree Verdi Pubbliche e dei Servizi Locali.
  5. Qualità dell’aria locale.
  6. Spostamenti Casa – Scuola dei bambini.
  7. Gestione Sostenibile dell’autorità Locale e delle Imprese Locali.
  8. Inquinamento Acustico.
  9. Uso Sostenibile del Territorio.
  10. Prodotti Sostenibili.

L’iniziativa europea

Nel maggio del 1999 la Commissione Europea (Direzione Generale Ambiente) ha avviato l’iniziativa “Verso un profilo di sostenibilità locale - Indicatori Comuni Europei – ICE” (o ECI, se si utilizza l’acronimo inglese per European Common Indicators) al fine di fare sviluppare ad un Gruppo di Esperti sull’Ambiente Urbano un set di indicatori in grado di rappresentare complessivamente la sostenibilità locale L'iniziativa ha portato alla definizione ''concertata'' tra più di 50 amministrazioni locali europee di una lista di 10 indicatori comuni adatti alla scala locale.

Nel febbraio del 2000, alla terza Conferenza Europea sulle Città Sostenibili (Hannover, Germania) è stata lanciata l’iniziativa invitando amministrazioni locali e regionali di tutta Europa a partecipare, rilevando periodicamente tali dati. A partire da gennaio 2001 e fino a febbraio 2003 è stato sviluppato e garantito un servizio di promozione e supporto alle amministrazioni partecipanti al progetto ICE, finanziato dalla Commissione Europea, dal Ministero Italiano dell’Ambiente e del Territorio, dall’APAT e coordinato tecnicamente da Ambiente Italia – Istituto di ricerche.
L'iniziativa è stata particolarmente innovativa: in primis perché si è concentra su indicatori che riflettono le interazioni tra gli aspetti ambientali, economici e sociali, inoltre perché l’applicazione di tali indicatori può consentire di raccogliere informazioni comparabili sui progressi ottenuti in materia di sostenibilità a livello locale in tutta Europa.

Gli indicatori possono infatti aiutare le comunità locali ad individuare i propri punti di forza e debolezza ed imparare da altre realtà a orientare le politiche e verificare i progressi fatti verso la sostenibilità a scala locale.

  1. Soddisfazione dei cittadini con riferimento alla Comunità Locale - Soddisfazione generale dei cittadini rispetto a varie caratteristiche dell’amministrazione
  2. Contributo Locale al Cambiamento Climatico Globale - Emissioni di CO2 equivalente
  3. Mobilità Locale e Trasporto Passeggeri - Distanze nel trasporto quotidiano di passeggeri e modi di trasporto
  4. Accessibilità delle Aree Verdi Pubbliche e dei Servizi Locali - Accesso dei cittadini ad aree verdi pubbliche vicine ed ai servizi di base
  5. Qualità dell’aria locale - Numero di giorni caratterizzati da buona e salubre qualità dell’aria
  6. Spostamenti Casa – Scuola dei bambini  - Modi di trasporto utilizzati dai bambini per spostarsi fra casa e scuola
  7. La Gestione Sostenibile dell’autorità Locale e delle Imprese Locali - Quota di organizzazioni pubbliche e private che abbiano adottato e facciano uso di procedure per una gestione ambientale e sociale
  8. Inquinamento Acustico - Porzione della popolazione esposta a rumore ambientale nocivo
  9. Uso Sostenibile del Territorio - Sviluppo sostenibile, recupero e protezione del territorio e dei siti all’interno della municipalità
  10. Prodotti Sostenibili - Quota di prodotti organici, con ecolabel o appartenenti al commercio equo e solidale sul consumo totale

Gli EIC calcolati dal Comune di Reggio Emilia

Il Comune di Reggio Emilia ha aderito formalmente al progetto nel 2001 nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Ministero dell’Ambiente e dall’ANPA e cofinanziata dalla Commissione Europea DG Ambiente, volta alla promozione dell’utilizzo dei dieci indicatori europei presso le autorità locali italiane.
Di questi, il Comune di Reggio Emilia ha attivato nel 2002 la sperimentazione del calcolo degli ECI n. 1, 3 e 4, secondo la metodologia predisposta nelle schede ufficiali; nel 2003, il progetto si è arricchito degli indicatori n. 5, 6, 7 e 10. Un’ulteriore campagna di rilevazione è stata svolta nel 2005-2007 relativamente agli indicatori ECI n. 3, 4 e 6; mentre nel 2008 sono stati ricalcolati gli ECI n. 1 e 6.

Il Comune di Reggio Emilia ha rilevato 8 dei dieci indicatori ECI, attraverso varie campagne di indagine.

  1. Soddisfazione dei cittadini con riferimento alla Comunità Locale (nel 2002 e 2008)
  2. Mobilità Locale e Trasporto Passeggeri (nel 2002 e 2005)
  3. Accessibilità delle Aree Verdi Pubbliche e dei Servizi Locali (nel 2002 e 2005)
  4. Qualità dell’aria locale (nel 2003 , 2004, 2005, 2006, 2008)
  5. Spostamenti Casa – Scuola dei bambini (nel 2003, 2005 e 2008)
  6. La Gestione Sostenibile dell’autorità Locale e delle Imprese Locali (nel 2003)
  7. Uso Sostenibile del Territorio (nel 2003 , 2004, 2005, 2006, 2008)
  8. Prodotti Sostenibili (nel 2003)

Molti dei dati rilevati sono stati inseriti anche all'interno del sistema di Contabilità Ambientale dell'Ente.

In allegato è possibile scaricare report specifici relativi ai singoli Indicatori Comuni Europei calcolati dal Comune di Reggio Emilia.

Le ultime indagini 2008 per il calcolo degli eci 1 e 6

L’ indagine 2008 - ECI n.6 - Spostamenti Casa – Scuola dei bambini
Il Comune di Reggio Emilia ha realizzato nella primavera del 2008 un'indagine per conoscere con quali mezzi di trasporto vanno a scuola i bambini-ragazzi, indagine che ha permesso di calcolare nuovamente uno dei 10 indicatori che l’Unione europea ha scelto per rappresentare complessivamente la sostenibilità locale di una città.
Per la rilevazione dei dati il Comune di Reggio Emilia ha predisposto un apposito questionario distribuito, attraverso le scuole, ai genitori dei bambini e ragazzi delle scuole primarie e medie di primo grado del territorio (età compresa fra i 6 e i 14 anni circa).
In particolare l’indagine 2008 è stata finalizzata a rilevare le variazioni statistiche dei comportamenti inerenti gli spostamenti casa-scuola rispetto a due analoghe indagini svolte dall’Ente nel 2003 e nel 2005 per disporre di dati utili a valutare l’efficacia delle numerose azioni-politiche attuate dall’Amministrazione per incentivare forme di mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola nella città di Reggio Emilia.
L’indagine 2008 ha coinvolto un campione rappresentativo di 26 scuole, di cui 16 scuole primarie e 10 scuole medie di primo grado (pari al 46% delle scuole presenti sul territorio comunale).

L’ indagine 2008 - ECI n.1 - soddisfazione dei cittadini
Per la rilevazione dei dati il Comune di Reggio Emilia ha effettuato un sondaggio tramite questionario su un campione rappresentativo della popolazione residente di età superiore ai 16 anni gestito prevalentemente attraverso interviste telefoniche.
A tale scopo è stato estratto dall’anagrafe comunale, con procedura informatizzata, un campione rappresentativo costituito da 600 famiglie, corrispondenti a circa 1.000 residenti. Le domande del questionario sono state poste nel corso di interviste telefoniche o, in un numero limitato di casi in cui ciò non sia stato possibile, attraverso l’invio per posta dei questionari stessi.
L’indagine 2008 è stata svolta per rilevare le variazioni statistiche del grado di soddisfazione verso la comunità locale rispetto all’analoga indagine svolta dall’Ente nel 2002 e per disporre di dati utili a valutare l’efficacia delle numerose azioni-politiche attuate dall’Amministrazione in vari ambiti.
Le persone intervistate sono state 1.007 (pari allo 0,6% della popolazione residente).