I progetti europei sulla mobilità sostenibile in cui è coinvolta Reggio Emilia: Sum project

Ultimo Aggiornamento: 11/21/2018

sum project

 Mobilità urbana sostenibile
Il progetto SUM ‘Sustainable Urban Mobility’ – Mobilità urbana sostenibile - è un progetto europeo co-finanziato dal programma INTERREG IVC. Il progetto ha avuto inizio il 1 gennaio 2012 e si concluderà nel 2014, di durata prevista pari a 30 mesi.

Il parternariato è composto da 15 membri, tra questi 10 sono amministrazioni comunali, 4 agenzie per l’energia e uno è un’associazione di autorità locali.

SUM per i comuni, le città e le agenzie regionali per l'ambiente europei
Il progetto SUM, attraverso la cooperazione interregionale, mira a promuovere le migliori prassi tra le iniziative in tema di mobilità urbana sostenibile, focalizzandosi sull’incremento dell’efficacia dello sviluppo regionale e delle politiche strategiche.

Migliorare la qualità locale dell'aria, affrontare il problema della congestione e preservare le risorse
Attraverso l’implementazione di politiche locali e regionali sulla mobilità urbana sostenibile, il progetto mira a ridurre i problemi gravi come i gas serra, la dipendenza energetica e la cattiva qualità dell'aria, che si ripercuotono sulla salute e sulla qualità della vita dei cittadini nelle aree urbane.
In mirate città europee, SUM incentiverà anche delle linee guida per una mobilità urbana più sostenibile, per consentire una graduale sostituzione del veicolo tradizionale con quella elettrico.
Adottando una strategia coordinata per una mobilità sostenibile, gli stessi veicoli elettrici verranno poi integrati con altri mezzi puliti di trasporto.

Scambio di esperienze e di buone prassi
Il progetto SUM promuove la condivisione della conoscenza sulle buone pratiche regionali/locali che vanno a beneficio della mobilità sostenibile. Tutto questo creerà una maggiore consapevolezza nel campo della mobilità urbana sostenibile.
Le regioni con meno esperienza avranno l’opportunità di conoscere le modalità di trasporto che sono rispettose dell'ambiente, da altre regioni più avanzate in questo campo, aumentando le proprie conoscenze e competenze

Incremento della consapevolezza dei cittadini sulle soluzioni relative al trasporto urbano sostenibile

Il progetto SUM si concentra sull'identificazione delle pratiche più efficaci per fare in modo che i cittadini modifichino il loro comportamento di viaggio verso modalità di trasporto maggiormente compatibili con l'ambiente. Questo obiettivo sarà raggiunto attraverso lo sviluppo di un piano d'azione specifico per ogni regione europea ed attraverso la diffusione e la attuazione di campagne promozionali per il grande pubblico.
Questo progetto è cofinanziato dal Fondo Europeo per lo sviluppo regionale e reso possibile dal programma INTERREG IVC.

sum project

Nei giorni 17 e 18 giugno 2014, si è tenuto, in Spagna, il meeting conclusivo del progetto SUM al quale hanno partecipato, per Comune di Reggio Emilia, il dirigente Arch. Alessandro Meggiato e il tecnico Ing. Elisia Nardini del servizio Politiche per la Mobilità.
In occasione dell'evento finale sono stati illustrati alcuni degli "Implementation Plan" redatti dai quattordici partner previsti dal progetto, in particolare quello del comune di Reggio Emilia, del Comune di Messina e dell'Essex Country Council.
Nell' Implementation Plan, elaborato in modo coordinato con il progetto Interreg IVC INVOLVE, il servizio Politiche per la Mobilità del Comune di Reggio Emilia ha realizzato un progetto pilota incentrato sui piani di spostamento casa-lavoro.
Questo progetto pilota è stato attuato nel corso del 2014 con la collaborazione di 10 aziende della città: Ccpl, Cgil-eorema, Cisl, Comune di Reggio Emilia, Credem, Iren, Ferrari Gbw, Lombardini, Omso e Walwoil che hanno collaborato alla redazione di un'analisi approfondita delle abitudini di spostamento dei propri lavoratori al fine di trovare nuove soluzioni per soddisfare le esigenze di spostamento casa-lavoro e promuoverne l’adozione.