Villa Rivaltella e il ponte crollato

Ultimo Aggiornamento: 06/21/2018
Villa Rivaltella

Villa Corbelli (o “Rivaltella”) è una architettura storica riferibile al complesso delle edificazioni Settecentesche estensi: nel 1724 la tenuta fu acquistata dal Duca di Modena e donata a Carlotta Aglae moglie del principe ereditario. Fu quindi fatta restaurare ad opera di Orazio Batesi e servì per qualche anno come residenza estiva (1724-17279) in attesa dell’ultimazione del Palazzo di Rivalta.

Nel 1765 l’edificio era in cattive condizioni, nel 1782 fu venduto a Bartolomeo Corbelli. Di particolare interesse e collegati alla Villa sono i resti del ponte in Ghisa sul Crostolo costruito nel 1847 su progetto dell'Ing. Schlegel di Milano. Per anni è stato l’unico collegamento da Canali a Rivalta. Questo ponte in ghisa si dice venisse da Genova trainato da buoi e che ricordi gli arabeschi della futura torre Eiffel del 1889. Bombardato nella seconda guerra mondiale e poi crollato sotto il peso delle acque del Crostolo, fu venduta la ghisa dei parapetti 50\60 anni fa. Rimangono superstiti due arcate verso la sponda della Villa di Rivaltella.