16 maggio 2014 - Cavazzoli, in funzione la nuova scuola d'infanzia

Ultimo Aggiornamento: 05/16/2014

E' stata realizzata ed è già funzionante la nuova scuola dell’infanzia di Cavazzoli di via Rinaldi 50, realizzata dal Comune di Reggio per ampliare l'offerta educativa dedicata alla prima infanzia nella zona nord ovest della città. La nuova struttura, costruita secondo criteri di elevata qualità architettonica e di alta prestazione energetica, è stata presentata oggi alla città dal sindaco vicario Ugo Ferrari, dal parroco di Cavazzoli Gianfranco Manfredini, dall'assessore comunale alla Scuola Iuna Sassi e dalla presidente della Fism Mariannina Sciotti. Insieme a loro anche la presidente dell’Istituzione Scuola e Nidi Claudia Giudici e l'architetto della stessa Istituzione, Ilaria Martini, che ha progettato l'intervento. "Edificare una nuova scuola è sempre una buona notizia - ha detto il sindaco vicario di Reggio Emilia Ugo Ferrari, presentando la nuova opera - per i bambini, gli insegnanti, le famiglie e la comunità di Cavazzoli, in questo caso, che potrà ora contare su un ulteriore servizio. Questo presidio rafforza la socialità di questa zona. Inoltre è importante il modello di collaborazione innovativo tra Amministrazione, Fism e parrocchia, che si sono impegnati in un percorso congiunto per dare risposte ai bisogni della comunità". L'assessore all'Educazione Iuna Sassi ha sottolineato fra l'altro che "questa realizzazione è frutto di un lavoro collettivo, che ha visto fin da subito una volontà ferrea della parrocchia nel voler raggiungere questo obiettivo. E' uno degli obiettivi raggiunti del Patto per Cavazzoli, di cui credo possiamo essere soddisfatti". La nuova scuola, realizzata in seguito a un accordo immobiliare tra Comune e parrocchia di Ognissanti, è stata progettata dall’Istituzione Scuole e Nidi d’infanzia di Reggio Emilia per ospitare due sezioni di scuola dell’infanzia, con 45 bambini, e una sezione Primavera, con 20 bambini. Da metà aprile due sezioni sono già state attivate, raccogliendo bambini di Cavazzoli che, in attesa dell'apertura della nuova struttura, frequentavano temporaneamente le scuole di Sesso. Dal prossimo settembre, la scuola entrerà a pieno regime e tutte le sezioni saranno attive. L’investimento è di 790mila euro, dei quali 700mila stanziati dal Comune e 90mila dalla Provincia. Il terreno su cui è stata edificata la scuola è stato messo a disposizione dalla stessa parrocchia.

Il progetto

L’edificio ha una superficie utile di circa 500 metri quadrati e superfici porticate per 150 metri quadrati ed è formato da due corpi di fabbrica a copertura piana e da un corpo centrale più alto. L’esposizione del fabbricato privilegia le sezioni orientate a sud, mentre le zone comuni sono localizzate nella parte centrale della struttura e l’ingresso è rivolto verso gli edifici della parrocchia. La piazza rappresenta l’elemento di connessione tra le sezioni e la zona dei servizi, che comprende zone polifunzionali per il pranzo e per attività di gruppo e si espande verso il giardino attraverso grandi vetrate con un’ampia zona porticata. Anche le sezioni sono aperte verso il giardino, con ampie pareti finestrate che favoriscono l’irraggiamento invernale e il contatto diretto con il verde esterno, mentre un portico le protegge dalla radiazione solare estiva. L’impianto di riscaldamento, a pannelli radianti a pavimento nelle sezioni e nella piazza, favorisce il comfort ambientale e produce un rilevante risparmio energetico. Sono stati inoltre realizzati un impianto solare termico per la produzione dell’acqua calda sanitaria, un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica e un impianto di ventilazione controllata, per garantire un ricambio regolare dell’aria interna. Per quanto riguarda il sistema di illuminazione, sono stati utilizzati corpi luminosi diversificati e a basso consumo.