Assolvimento imposta di bollo su istanze edilizie presentate tramite PEC

L'imposta di bollo è regolata dal D.P.R. n. 642 del 26 ottobre 1972. Tutte le istanze, ricorsi, memorie rivolte all'amministrazione per ottenere l'emanazione di un provvedimento amministrativo o il rilascio di un certificato o attestazione sono soggette a tale imposta (a parte i casi previsti di esenzione).
Il bollo è applicato anche per le pratiche inviate in formato digitale.

Quando deve essere assolta l'imposta di bollo

L'imposta di bollo deve essere assolta:

  • per la presentazione di istanze (Permesso di Costruire, Segnalazione certificata di Conformità edilizia e agibilità, autorizzazioni, attestati ecc...) 
  • per il ritiro del provvedimento: 1 marca da bollo del valore vigente e, a differenza del cartaceo, 1 marca da bollo del valore vigente per l'atto che si rilascia quale importo forfettario a prescindere dalla dimensione del documento (L.147/2013 commi 591 e 594).

Modalità di assolvimento dell'imposta di bollo

Le modalità di assolvimento dell'imposta di bollo di una pratica digitale sono:

  • Bollo pagato al Comune
    Pagabile online tramite PagoPa collegandosi alla sezione Pagamenti spontanei Edilizia e SUAP e specificando "Imposta di bollo" nella "Causale di pagamento".
    Il mittente/titolare/delegato della pratica effettua il pagamento della somma corrispondente ad uno/due marche da bollo del valore vigente (una marca per l'istanza/una marca per l'eventuale atto o provvedimento che il comune rilascia) ed allegando copia della ricevuta di pagamento all'istanza che viene inviata.
  • Bollo pagato all'Agenzia delle Entrate con autorizzazione
    Il mittente / titolare / delegato della pratica , In virtù di una autorizzazione ottenuta dall'Agenzia delle Entrate può assolvere l'imposta di bollo in modo virtuale; deve indicare sugli atti e documenti da presentare il modo di pagamento e gli estremi della citata autorizzazione (art.15 del DPR 642/1972).
  • Bollo apposto e annullato su istanza, dichiarazione sostitutiva di notorietà firmata digitalmente e allegata all'istanza
    Il mittente / titolare / delegato della pratica appone il bollo sull'istanza annullandolo con timbro data,qualora l’istanza debba essere scansionata e inviata con pec ovvero compila il Modulo Dichiarazione assolvimento imposta di bollo nel quale si attesta di aver assolto al pagamento dell'imposta di bollo indicando i dati relativi all'identificativo della marca e apponendo la marca stessa nell’apposito spazio avendola annullata. Tale dichiarazione deve essere firmata digitalmente dal progettista incaricato o dal titolare della pratica edilizia se munito di firma digitale, qualora non lo fosse, deve sottoscrivere il documento e allegare fotocopia del documento di identità. La dichiarazione di assolvimento in originale deve essere conservata agli atti del richiedente per eventuali controlli da parte dell'amministrazione.

Accedere al servizio

Dove rivolgersi

Trasparenza

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

24-05-2022 11:05