Adempimenti del Committente e del Responsabile dei lavori in edilizia privata

A norma del D.Lgs n. 81/2008 (Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro) vi è l’obbligo da parte del committente o del responsabile dei lavori, di rispettare gli adempimenti previsti in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, tra questi di verificare i requisiti delle imprese / artigiani che eseguono i lavori edilizi.
Per i lavori privati in edilizia si intendono interventi soggetti ai seguenti titoli edilizi:

  • Permesso di Costruire (PdC);
  • Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA);
  • Comunicazione di Inizio Attività di edilizia libera (CILA);

La dichiarazione dell'avvenuta verifica dei requisiti deve essere sottoscritta al momento dell'indicazione delle imprese esecutrici dei lavori in uno dei seguenti modi:

  • nell'apposito quadro del modulo Istanza titolo edilizio 

oppure

  • nella Dichiarazione del Committente o del Responsabile dei lavori da trasmettere con la Comunicazione di Inizio Lavori del PdC, con la comunicazione di inizio lavori differito della SCIA e della CILA, con la comunicazione di Variazione/sostituzione di impresa / artigiano in caso di nuovo affidamento.

 In particolare occorre comunicare i seguenti dati: 

  • notifica preliminare di cui all’articolo 99, del Decreto legislativo 81/2008 e s.m.e i., ove prevista;
  • avvenuta verifica, come prescritto dall'art.90 del D.lgs 81/2008 e s.m.e i., dell’idoneità tecnico-professionale delle imprese affidatarie, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi in relazione alle funzioni o ai lavori da affidare;
    Tra i requisiti è indispensabile verificare la regolarità contributiva con il DURC.
  • anagrafiche delle imprese esecutrici/lavoratori autonomi al fine dell'acquisizione d'ufficio da parte dello Sportello Unico Edilizio Comunale del DURC, come previsto dall'art.14 comma 6 bis della L.35/2012.

Si avverte che in assenza del piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'articolo 100 o del fascicolo di cui all'articolo 91, comma 1, lettera b), quando previsti, oppure in assenza di notifica di cui all'articolo 99, quando prevista oppure in assenza del documento unico di regolarità contributiva (DURC) delle imprese o dei lavoratori autonomi è sospesa l'efficacia del titolo abilitativo e che la violazione delle disposizioni previste comporta l’applicazione di sanzioni penali e amministrative tra cui la sospensione dei lavori.

Nota

In allegato la guida realizzata dalla Commissione Sicurezza Interordini coordinata dal Collegio Costruttori Edili di Industriali Reggio Emilia e con la collaborazione di Provincia, Comune e AUSL; la guida interattiva analizza i ruoli e le responsabilità del committente sia in caso di lavori pubblici che privati riassumendo gli obblighi e i problemi che egli si troverà ad affrontare nell’organizzazione e gestione del cantiere.

Accedere al servizio

Dove rivolgersi

Allegati

Trasparenza

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

23-06-2022 11:06