Comune di Reggio Emilia

Home Il ComuneFatture e Pagamenti: modalità e informazioni per i fornitori

Fatture e Pagamenti: modalità e informazioni per i fornitori

Ultimo Aggiornamento: 01/10/2018

Fatturazione elettronica - Codici Univoci Uffici

Il Comune di Reggio Emilia, può accettare solo fatture trasmesse in modalità elettronica secondo il formato di cui all'allegato A “Formato della fattura elettronica” (D.M. N. 55/2013) .


Tutte le fatture indirizzate al Comune devono essere emesse:
  • in formato “fatturaPA-xml”
  • inviate all'indirizzo di posta elettronica certificata “fatture@pec.municipio.re.it”.
  • nell'elemento “codice destinatario” del tracciato della fattura elettronica deve essere riportato obbligatoriamente il Codice Univoco Ufficio (CUU) assegnato dall'IPA che consente al Sistema di intermediazione (SDI) gestito dall'Agenzia delle Entrate di ricevere le fatture elettroniche e di recapitarle correttamente agli uffici destinatari.
    Il Codice Univoco Ufficio Ipa è quello riportato sul Buono d'ordine e sul contratto o, in mancanza, comunicato su specifica richiesta del fornitore da parte del referente dell'ente che ha ordinato la spesa.
Il Comune di Reggio Emilia ha provveduto infatti ad individuare al proprio interno gli Uffici destinati al ricevimento delle fatture elettroniche e ad abilitarli al servizio di fatturazione elettronica con associazione di un “Codice Univoco Ufficio” consultabile anche nell'indice della pubblica amministrazione (IPA) identificato con il simbolo € .

Oltre al “Codice Univoco Ufficio” si richiede di indicare nella fattura elettronica anche le seguenti informazioni:
  • Oggetto del contratto
  • Numero Buono d'ordine
  • Codice Identificativo Gara - CIG, tranne i casi di esclusione dall'obbligo di tracciabilità di cui alla L. 136/2010
  • Codice Unitario Progetto - CUP in caso di fatture relative a opere pubbliche

L'Ufficio “centrale” di fatturazione elettronica, denominato su IPA “Uff.eFatturaPA”, cui risulta assegnato il Codice Univoco UFK8NP, potrà essere utilizzato dai fornitori soltanto se si verificano contemporaneamente queste due condizioni:
  • mancata comunicazione da parte dell'Ente del Codice Univoco Ufficio destinatario di fattura elettronica
  • impossibilità di individuare su IPA sulla base dei dati contrattuali in proprio possesso l'ufficio destinatario della fattura.
Deve quindi trattarsi di un utilizzo eccezionale perché non consente di indirizzare correttamente la fattura.

Normativa
Introduzione della fatturazione elettronica obbligatoria: Legge finanziaria del 2008 (L. 244/2007)
Regolamento attuativo pubblicato il 22 maggio 2013 (D.M. n. 55 del 3 aprile 2013) che contiene l'allegato B “Regole tecniche” con le modalità di emissione e trasmissione della fattura elettronica alla Pubblica amministrazione per mezzo del Sistema di Interscambio e l'allegato C “Linee guida” che riguarda le operazioni per la gestione dell'intero processo di fatturazione.
Decreto Irpef 2014 (D.M. n. 66 del 24 aprile 2014)


Split Payment PA

( DM 23/1/2015 art. 1, comma 629, lettera B, introducendo l’art. 17 ter al DPR 633/1972 in materia di Iva - pubblicato sulla GU n.27 del 3/2/2015)

L'iva esposta nelle fatture emesse nei confronti del Comune in regime di "scissione dei pagamenti" non viene versata alle imprese che pertanto non devono computarla come imposta a debito nella loro liquidazione periodica.Il meccanismo dello split payment prevede infatti che il Comune versi l'iva direttamente all'Erario.
Nella fattura elettronica trasmessa a mezzo SdI deve essere compilato con «S» lo specifico campo.Nel caso di esclusione, per espressa previsione normativa, dall'ambito applicativo della scissione dei pagamenti, nella fattura elettronica non sarà compilato con la "S" il campo relativo al regime del fiscale e, qualora non risulti altra specifica indicazione in fattura, il Comune potrà richiedere al fornitore apposita dichiarazione.
Dove rivolgersi
Servizio Finanziario
Indirizzo:Via G. Mazzini, 6 42121 Reggio nell'Emilia  
Orario: Da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 13.00 martedì e giovedì dalle 15.00 alle 16.00
Tel:0522 456410
Fax:0522 456556