Progetto INSIDE - INterventi Strutturati e Innovativi per contrastare la grave emarginazione adulta senza Dimora in Emilia-Romagna

Ultimo Aggiornamento: 02/20/2019

Il Comune di Reggio Emilia partecipa, quale partner, al progetto INSIDE (Interventi Strutturati e Innovativi per contrastare la grave emarginazione adulta senza dimora), presentato dalla Regione Emilia-Romagna in qualità di capofila, in risposta all'Avviso pubblico n.4/2016 Decreto Direttoriale n. 256 del 3.10.2016 PON “Inclusione” FSE 2014-2020 e PO I FEAD 2014-2020.

Il progetto INSIDE ha l’obiettivo di realizzare interventi per il contrasto alla grave emarginazione adulta e alla condizione di senza dimora nell’arco di un triennio. Oltre a Reggio Emilia e alla Regione Emilia-Romagna, gli altri partner del progetto INSIDE sono i Comuni di Parma, Modena, Ravenna, Rimini, Ferrara, Forlì e Piacenza.
Le risorse, messe a disposizione dal Fondo Sociale Europeo - Programma Operativo Nazionale Inclusione e dal Fondo europeo di aiuti agli indigenti - Programma Operativo per la fornitura di prodotti alimentari e assistenza materiale di base (PO I FEAD) sono relative alla Programmazione 2014-2020.

Sul progetto, per l’ambito territoriale di Reggio Emilia, è stato assegnato un contributo complessivo di € 455.098,73, di cui:

  • PON Inclusione: € 215.966,97
  • PO I FEAD: € 239.131,76.

Il fenomeno della grave emarginazione adulta è caratterizzato da un costante aumento anche nel territorio di Reggio Emilia di persone in condizione di povertà estrema, senza dimora e/o a rischio di esclusione sociale e grave povertà economica relazionale.
Il target a cui si riferisce il progetto riguarda pertanto persone con gravi problemi di salute fisica o psichica, con dipendenze da sostanze, senza dimora.
Con il progetto PON Inside Inclusione FSE e PO I FEAD sono finanziate due tipologie di intervento:

  • interventi di primo intervento sociale e di sostegno nel percorso verso l'autonomia abitativa;
  • interventi di rafforzamento dei servizi a bassa soglia con distribuzione di beni di prima necessità.

Il Raggruppamento Temporaneo di Scopo (RTS), costituito dalla mandataria e capogruppo Società Cooperativa agricola e sociale La Quercia e dai mandanti la Vigna Società Cooperativa Sociale, L’Ovile Cooperativa di Solidarietà Sociale, Madre Teresa Società Cooperativa Sociale, Cooperativa Centro Sociale Papa Giovanni XXIII ONLUS, Associazione GLM Gruppo Laico Missionario, Associazione Partecipazione ODV, Centro di solidarietà di Reggio Emilia ONLUS, gestisce in qualità di soggetto partner di co-progettazione, selezionato dall’Amministrazione Comunale a seguito di procedura ad evidenza pubblica, il progetto INSIDE con durata dal settembre 2018 a dicembre 2019 (scadenza del progetto).

Obiettivi

  • Rafforzare la rete pubblico-privata già esistente, consolidando il sistema di accoglienza che attualmente è operativo e che vede un potenziamento nel periodo invernale a favore di adulti in situazione di marginalità con problematiche socio-sanitarie e/o dipendenze patologiche.
  • Offrire azioni di orientamento e accompagnamento ai percorsi di accesso ai servizi del territorio.
  • Potenziare azioni di accompagnamento e presa in carico per situazioni a rischio di marginalità e per senza dimora.
  • Sperimentare nuovi approcci come housing first e housing led, che perseguono un rapido reinserimento in un’abitazione come punto di partenza per avviare un percorso di inclusione sociale.
  • Tramite i Fondi Fead sostenere servizi e interventi di bassa soglia, quali la distribuzione di beni di prima necessità (indumenti, prodotti per l’igiene personale, kit di emergenza) e progetti di accompagnamento all’autonomia, oltre ad acquisti di dotazioni di beni per alloggi di transizione, con un raccordo con le realtà che si occupano di monitoraggio del territorio (Unità di strada - prossimità e prostituzione - Drop in, associazioni di volontariato, centri di ascolto, luoghi di accoglienza).

Risultati attesi

  • Consolidamento della rete territoriale dei servizi; supporto alla presa in carico e percorsi di orientamento al lavoro e inclusione sociale.
  • Sperimentazione di percorsi di autonomia abitativa con attivazione di alloggi di Housing First e Housing Led.
  • Azioni di orientamento e accompagnamento ai servizi – segretariato sociale, rafforzamento delle unità di strada; implementazione servizi di accoglienza diurna e potenziamento sistema accoglienza notturna tutto l‘anno, con funzione di H24.
  • Distribuzione di beni di prima necessità, distribuzione di altri beni materiali nell’ambito di progetti personalizzati di accompagnamento all’autonomia, interventi di accompagnamento socio educativo.

E’ stata avviata la sperimentazione di cinque appartamenti gestiti secondo il modello “Housing First” con operatori specializzati che realizzano percorsi di inclusione sociale con l'obiettivo di prevenire e/o recuperare la condizione di “homeless”.
Sono stati rafforzati gli interventi a bassa soglia attraverso il potenziamento dell’Unità di Strada professionale che, coordinandosi con le Unità di Strada gestite da organizzazioni di volontariato, opera in modo continuativo, per tutto l'anno, per favorire il contatto e l'accesso ai servizi sociosanitari delle persone fragili senza dimora attraverso un presidio educativo e l'avvio di laboratori diurni finalizzati anche a favorire percorsi di autonomia.
Inoltre, con le risorse del progetto, è stato potenziato e migliorato dal punto di vista qualitativo il Progetto “Accoglienza invernale” che vede l’implementazione di un servizio di accoglienza H24 specifico per donne.

Gli atti relativi alla procedura di co-progettazione sono disponibili sul sito internet comunale negli "Avvisi e bandi di gara - Profilo di committente" e in Amministrazione Trasparente. 
Per ulteriori approfondimenti si rinvia al sito della Regione Emilia-Romagna.

Per informazioni: accoglienzasedecentrale@comune.re.it