Inutile, schifoso, dannoso...o no?

Ultimo Aggiornamento: 01/18/2018

Il progetto “Inutile, schifoso, dannoso...o no?” è nato nell'ambito tematico della zooantropologia didattica, che costituisce da tempo uno degli temi su cui il Servizio Ambiente del Comune di Reggio Emilia ha deciso di investire attraverso progetti di educazione ambientale e non solo.

La scelta di sviluppare il tema del rapporto con gli insetti e gli animali che possiamo incontrare più frequentemente nei luoghi del nostro vivere quotidiano è stata dettata dal fatto che la nostra società, sempre più urbanizzata, sembra avere perso la conoscenza delle caratteristiche delle specie più comuni e diffuse nel nostro ambito climatico, soprattutto la capacità di riconoscere quelle che possono creare dei problemi sanitari o di infestazioni importanti dalle specie innocue.

Inoltre, questo progetto riporta l’attenzione sull’importante ruolo ecologico svolto da tutte le specie indistintamente, fornendo invece informazioni sui comportamenti corretti da osservare per non trovarsi di fronte ad infestazioni indesiderate.
Infine, gli scambi commerciali con Paesi lontani ed i cambiamenti climatici in atto stanno modificando anche la fauna locale e si sta assistendo ad un incremento delle specie alloctone (non originarie della nostra zona, ma importate) oppure ad un incremento delle specie originarie del nostro territorio. Occorre quindi aumentare le nostre conoscenze sulle singole specie e sui comportamenti adeguati per sviluppare una Strategia di Adattamento ai cambiamenti climatici in linea con quanto previsto dagli obiettivi dell’altro progetto comunale Life “UrbanProof”.

Il progetto “Inutile, schifoso, dannoso...o no?” elaborato insieme all'Associazione “Arca di Sara” prevede un ciclo didattico rivolto alle scuole per l'anno scolastico 2017-2018, dedicata alle classi 2°-3°4° e 5° delle scuole primarie ed al triennio delle scuole secondarie di primo grado, ed un ciclo di incontri gratuiti pubblici rivolto a ragazzi ed adulti, entrambi basati su una presentazione teorica ed una parte di laboratorio sperimentale in cui si entra in contatto con alcune specie animali.

Progetto didattico per le scuole

Il rapporto con specie animali diverse è importantissimo per il bambino, che si avvale dei contenuti della relazione lungo tutto il corso del proprio sviluppo. Solitamente tendiamo a classificare ciò che incontriamo secondo la nostra prima percezione e le nostre nozioni di base, giuste o sbagliate che siano. Ciò può provocare reazioni non corrette o, persino, dannose. Come ci rapportiamo con gli animali, in special modo con gli insetti, ne è un esempio. E’ necessario imparare a conoscerli, accettando che viviamo in un ambiente che li comprende, valutarne gli aspetti negativi ma anche l’importanza ecologica, imparando i comportamenti più corretti per relazionarsi e preservare la realtà in cui viviamo, fornendo vari spunti di riflessione.
Apertura mentale, capacità di osservazione ed ascolto, raccolta di informazioni attendibili per comprendere e procedere con comportamenti adeguati; questa consapevolezza delle nostre azioni è utile in ogni ambito del vivere quotidiano.

L'obiettivo è insegnare ai bambini, fin dalla più tenera età, a maturare una equilibrata consapevolezza sulle esigenze e sulle responsabilità che la convivenza con altri esseri viventi molto diversi da noi comporta e, soprattutto, a relazionarsi correttamente con l’etero-specifico animale, capendo che non si tratta di un pupazzo o di un giocattolo, ma di un essere vivente con particolari esigenze e caratteristiche etologiche che devono essere comprese e rispettate.
I dettagli sullo sviluppo del progetto sono riportati all'interno della scheda didattica.