Comune di Reggio Emilia

Home Aree tematiche Territorio Area NordReggio Emilia: le infrastrutture per l'innovazione

Reggio Emilia: le infrastrutture per l'innovazione

Ultimo Aggiornamento: 06/15/2012

Reggio Emilia: le infrastrutture per l'innovazione

Dopo gli incontri di restituzione dei progetti operativi sulle competenze distintive Meccatronica, Energia/Edilizia sostenibile ed Educazione elaborati dai rispettivi Gruppi di progetto nell’ambito del Masterplan sull’Area nord, martedì 19 giugno, al Centro internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia si è tenuto il quarto ed ultimo incontro di restituzione e rilancio del progetto Area nord – Reggio Emilia: le infrastrutture per l’innovazione (vedere programma allegato) – con la presentazione del Piano di azione messo a punto dal Gruppo di progetto Infrastrutture e progetti urbani.
Il Gruppo infrastrutture, coordinato dal direttore dell’Area Pianificazione strategica del Comune di Reggio Emilia, Massimo Magnani, ha visto la partecipazione di tecnici di Regione Emilia-Romagna, Comune di Reggio, Provincia di Reggio, Circoscrizione nord-est, Camera di commercio, Ordini professionali e associazioni di categoria. Come indicato dal sindaco Graziano Delrio agli Stati generali su “Il futuro dell’Area nord”, l’intento del Gruppo è stato di dare forma concreta a uno strumento di governance in grado di andare oltre la semplice somma algebrica di attori e progetti, in grado cioè di fare sinergia, creare interazione, sul tema di una porzione del territorio del comune di Reggio – dalla stazione ferroviaria centrale alla nuova stazione Mediopadana – inteso come risorsa a disposizione di tutta la città per una nuova fase di sviluppo ed economia della conoscenza.

Sono tre i progetti principali per quest'area:

Riqualificazione area industriale Mancasale
Il progetto punta sulla riqualificazione per rendere più competitive le aziende con sede in quest’area aumentando i servizi a loro disposizione, la qualità dell’ambiente e l’efficienza delle infrastrutture. L’obiettivo è trasformare l’area industriale in Area produttiva ecologicamente attrezzata (Apea).



Il nuovo nodo mediopadano
E’ in fase di stesura l’accordo quadro – tra Regione Emilia-Romagna, Comune di Reggio Emilia, Provincia, Rete ferroviaria italiana (Rfi) e Società autostrade - per la valorizzazione del Nodo Mediopadano.
Il progetto di Nodo Mediopadano proposto dal Gruppo va oltre l’idea di stazione Mediopadana in sé per affrontare e sviluppare il tema di Nodo intermodale di mobilità Mediopadano: il collegamento intermodale (gomma-ferro) garantito dal Nodo - con la stazione unica in linea sulla ferrovia Alta velocità ed unica in Italia a sorgere a fianco di un’autostrada, l’autostrada del Sole - consente a chi viaggia in autostrada di accedere alla stazione senza interruzioni e pause, grazie a caselli automatizzati e a parcheggi attrezzati.



L’area reggiane
Il progetto consiste nella realizzazione del Parco della conoscenza, dell’innovazione e della creatività che avrà il suo centro fisico e il suo ingresso nel riqualificato piazzale Europa.
Il Parco sarà una piattaforma logistico-tecnologica capace di potenziare i centri di ricerca della città, a partire da quelli già esistenti nel Tecnopolo e nel Centro internazionale Malaguzzi, mettendo a valore la loro prossimità in modo da potenziare lo scambio e la condivisione di conoscenza e da aumentare le sinergie fra ricerca e produzione, fra educazione, creatività e sapere industriale. Questa piattaforma avrà un alto valore competitivo e costituirà il volano per l’intera economia reggiana: affiancherà le imprese per dare vita a innovazioni di prodotto e di processo e per far nascere nuovi servizi, sarà l’incubatore per lo start up e lo spin off di nuove imprese e attività, e avrà il compito di sviluppare relazioni nazionali ed internazionali, attraverso l’incrocio fra domanda e offerta in settori strategici dell’economia.






Area Nord