Come lavoriamo (14-29)

Ultimo Aggiornamento: 11/25/2020

L’educazione è una competenza strategica della città di Reggio Emilia che ha scelto tra i propri obiettivi prioritari quello di corrispondere al diritto all’educazione di tutti
L’educazione come diritto e come bene comune è una responsabilità della comunità, una sfida politica, educativa e culturale. In questa cornice valoriale e politica, nel 2010 l’Amministrazione comunale dà vita al servizio Officina Educativa, organizzato in due gruppi di lavoro: il primo dedicato alla fascia d’età 6_14 anni e il secondo alle progettualità relative ai giovani dai 14 ai 29 anni. 
Pur nelle loro specificità, i due gruppi di lavoro promuovono, trasversalmente alle fasce d’età di riferimento, il diritto al benessere, all’apprendimento, alla partecipazione come valori fondanti e qualidficanti dell’intera comunità cittadina. 

UOC Partecipazione giovanile e benessere - giovani dai 14 ai 29 anni

Le città esprimono benessere anche in relazione alla ricchezza dei contesti che i loro cittadini vivono, alle opportunità di incontro, di scambio, di dialogo, di partecipazione attiva, di apprendimento, di capacità di produrre cambiamento.

Se è in questi contesti che le persone - e in particolare i giovani – costruiscono le proprie relazioni, e dunque la propria identità, diventa centrale operare per la qualificazione di reti di contesti dialoganti, attraverso la capacità di connettere ed aprire alla partecipazione attiva e propositiva dei giovani, spazi fisici, progetti e opportunità.
Ciò non solo aiuta le giovani generazioni ad orientarsi nella complessità contemporanea, ma valorizza le risorse esistenti aprendo nuove possibilità e opportunità per produrre inclusione, apprendere nuove competenze, costruire collaborazioni tanto inattese quanto interessanti, tradurre desideri in progetti, dare spazio ad esperienze creative ed innovative.

Gli indirizzi politici e programmatici dell'assessorato Educazione e Conoscenza sposano questo approccio e si muovono su 4 assi strategici di azione.
Ognuno mira a target e obiettivi specifici,ma insieme compongono un orizzonte vasto e coerente che si apre a tutti i giovani della città. I temi che orientano le azioni dei 4 assi strategici riguardano:

  • Progettualità con gli istituti superiori per la promozione del successo formativo e delle competenze di cittadinanza e per l'occupabilità ovvero lo sviluppo di competenze tecniche e trasversali che oggi costituiscono il bagaglio indispensabile per approcciarsi al mercato del lavoro con possibilità di successo. Occorre lavorare a monte, affinché tutti gli studenti possano fruire di canali formativi all'interno e all'esterno della scuola in grado di permettere loro di raggiungere i rispettivi obiettivi formativi e le competenze necessarie per poter spendere nel migliore dei modi i propri talenti.
  • Formazione ai linguaggi artistici ed espressivi e promozione della creatività giovanile, o meglio, educazione e formazione ad un approccio creativo alla conoscenza ed alla sperimentazione di tecniche, linguaggi espressivi, contaminazioni tra discipline differenti.
  • Partecipazione attiva e luoghi dell'aggregazione delle giovani generazioni ovvero l'importanza di essere cittadini consapevoli e partecipi alla vita della propria città. L'educazione alla cittadinanza attiva promuove diverse modalità attraverso le quali è possibile formarsi come cittadini e mettere a disposizione della comunità le proprie competenze.
  • Interventi di comunità: è l'ultimo tema, connesso con i precedenti, che trova il proprio focus nelle politiche per l'inclusione, per la riduzione dello svantaggio sociale attraverso l'utilizzo e la valorizzazione di risorse diffuse, la collaborazione diretta dei cittadini, il dialogo intergenerazionale, la possibilità di prendere la parola e proporre progetti dal basso e trovare sostegno e accompagnamento nella loro realizzazione attraverso il lavoro degli operatori che lavorano nel territorio. Trasversali agli assi strategici sono poi i temi che riguardano una documentazione e una comunicazione efficace dei contenuti e del sistema delle progettualità con le giovani generazioni.

Dunque, le parole chiave che orientano e guidano gli assi strategici si possono così riepilogare: Successo formativo e competenze per l'occupabilità (asse 1), creatività giovanile (asse 2), giovani cittadini attivi (asse3), inclusione sociale (asse 4).