Domande frequenti sulle limitazione della circolazione

Ultimo Aggiornamento: 09/26/2018

Abito nelle vicinanze di una strada sempre percorribile, posso muovermi liberamente?

Se la sua autovettura non è conforme alle Direttive europee sull'abbattimento delle emissioni inquinanti, quali la 91/542 o seguenti, dovrà condurre il veicolo sulle strade a circolazione libera prima delle 8,30 o dopo le 18,30; ciò le consentirà di circolare liberamente nella zona non interdetta.

Esistono parcheggi scambiatori in punti in cui inizia la chiusura al traffico?
E' possibile utilizzare i parcheggi Foro Boario (Via F.lli Manfredi), CIM (Piazzale Europa), di Via Kennedy (intersezione con Via Hiroshima), Il Volo (Via Emilia intersezione Via Hiroshima - Via Kennedy), di Via Inghilterra (intersezione con Via Francia), di via Amendola (via Emilia Est, piazzale Fuunakoshi), parcheggio di Piazzale Atleti Azzurri d'Italia.

Nelle strade transitabili / corridoi di attraversamento possono circolare tutte le automobili?
Sui percorsi definiti "corridoi di attraversamento" è ammessa la circolazione di qualsiasi veicolo che sia conforme alle norme del codice della strada, senza riferimento alcuno alla vetustà, al tipo di alimentazione o altro.
Rimangono valide le eventuali prescrizioni già vigenti su quelle strade, quali, ad esempio, obblighi o divieti per i mezzi pesanti e tutti gli altri obblighi o divieti segnalati.

Se abito in una frazione non servita dai mezzi pubblici come posso comportarmi?
Se non rientra nelle varie possibili deroghe al divieto di circolazione potrà circolare nell'area dove sono in vigore le limitazioni solo nelle fasce orarie consentite oppure raggiungere un parcheggio scambiatore e utilizzare un mezzo pubblico.

Quali Direttive europee sono prese in considerazione per determinare la limitazione della circolazione?
Sono state prese in considerazione le varie Direttive europee che definiscono le progressive soglie di abbattimento delle emissioni inquinanti e sono riportate nella pagina 2 della carta di circolazione al punto (v.9). 
Le principali sono: 
. 91/441 
. 91/542 
. 93/59 
. 94/12 
. 96/44 
. 96/69 
. 96/1 
. 98/69 
. 98/69b
. 98/77
. 99/96 
. 99/102 
. 99/102b 
. 2001/1 
. 2001/1b
. 2002/80
. 2002/80b 
. 2003/76
(il primo numero della Direttiva indica l'anno di emanazione da parte del Consiglio Europeo).
I dati sulla conformità del veicolo alle Direttive si possono leggere sulla carta di circolazione.

Quali veicoli per il trasporto merci possono circolare?
Dipende dal tipo di merce da trasportare e dal tipo di veicolo.
Se il veicolo è adibito al trasporto di derrate deperibili, farmaci e carburanti, o è un veicolo commerciale fino a 35q conforme alla Direttiva 98/69 B CE o è un veicolo commerciale oltre 35q conforme alla Direttiva 94/12 CE, può circolare tutti i giorni della settimana, senza alcuna limitazione. 
Per gli altri veicoli, bisogna verificare il rispetto o meno delle Direttive europee sull'abbattimento delle emissioni inquinanti e il tipo di veicolo che si possiede. In particolare, se il veicolo rispetta almeno la Direttiva europea sull'abbattimento delle emissioni inquinanti Euro 5 o successiva può circolare tutti i giorni della settimana.
Se il veicolo non rispetta alcuna Direttive europee sull'abbattimento delle emissioni inquinanti, le limitazioni alla circolazione operano dal 1 ottobre 2018 al 31 marzo 2019; il veicolo dal lunedì al venerdì non può circolare dalle 8,30 alle 18,30.

Effettuo rifornimento a cantieri edili, quando posso circolare?
Può circolare sempre.

Effettuo rifornimento carburanti, posso circolare e quando?
Può circolare sempre.

Trasporto derrate alimentari, posso circolare e quando?
Può circolare sempre.

Trasporto merci deperibili, posso circolare e quando?
Può circolare sempre.

Effettuo trasporto merci per rifornimento negozi, quando posso circolare?
Per il trasporto merci generico, ovvero non relativo a derrate alimentari, merci deperibili, farmaci e carburanti, bisogna verificare il rispetto o meno delle Direttive europee sull'abbattimento delle emissioni inquinanti e di che tipo di veicolo si è in possesso.

Ho l'autorizzazione da parte del Monopolio per il ritiro dei tabacchi nella giornata di giovedì, posso circolare?
Sì, ma solo per espletare le funzioni relative all'autorizzazione stessa.

Artigiani / Autocertificazione
La circolazione è consentita per le attività di pronto intervento o di manutenzione. E' sufficiente un'autocertificazione che riporti il percorso che deve essere effettuato (da - a), con indicazione dell'utente presso cui viene eseguito l'intervento, specificando il tipo di intervento.

Mio figlio, a causa di motivi di salute, può avere bisogno di una mia assistenza anche quando è a scuola, pertanto avrei bisogno di utilizzare l'auto per raggiungere il posto di lavoro, così da riuscire ad arrivare da lui velocemente in caso di necessità.
Sono in possesso dei certificati del pediatra.
Rientra come riferimento nella Deroga n° 13 dell'Ordinanza per la limitazione della circolazione.

Voglio accompagnare/riprendere in automobile mio figlio all'asilo nido/alla scuola materna/alla scuola primaria, come mi devo comportare?
E' consentito il trasporto dei bambini da/per gli asili nido, le scuole materne, le scuole primarie.
Gli accompagnatori dovranno essere in possesso di certificazione rilasciata dalla scuola o di autocertificazione, con l'indicazione degli orari di entrata e uscita dei bambini.

Visita medica
E' consentito l'uso del veicolo munendosi di prenotazione od impegnativa della prestazione sanitaria.
E' sempre giustificato lo stato di necessità per motivi di salute, quindi possono circolare coloro che abbiano bisogno di prestazioni sanitarie programmate.

Possiedo un veicolo che non rientra nelle esenzioni e ho più di 65 anni, quando posso circolare?
Questa deroga non esiste più. In alternativa possono circolare veicoli appartenenti a persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 14.000 €, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione

Devo assistere un parente invalido come posso comportarmi?
Chi deve andare ad assistere un parente invalido può circolare con il cartellino di invalidità del parente e nel caso venga fermato senza l'invalido a bordo deve spiegare la situazione.

Devo andare a trovare o assistere un parente gravemente malato, che però non ha il cartellino invalidi, come devo comportarmi?
Non esistono deroghe.

Assistenti domiciliari e volontari dediti all'assistenza pazienti
Coloro che esercitano l'attività di assistenza domiciliare non volontari. E' necessario esibire un'attestazione della struttura pubblica o privata che indichi l'esigenza di circolare da - a, senza ulteriori specificazioni relative alla persona da assistere e la patologia di cui questi soffre (esenzione n. 14).

Persone che hanno un'invalidità temporanea testimoniata da certificato medico, possono andare ovunque con l'auto?
Se non hanno il cartellino per invalidi temporaneo possono spostarsi con l'auto solo per fare terapie, controlli o visite.

Animali / veterinari - Posso portare il cane dal veterinario?
Non è escluso dalle limitazioni sulla circolazione il trasporto di animali per visite presso il veterinario.
E' però consentito ai veterinari lo svolgimento di prestazioni sanitarie domiciliari; quindi, in caso di grave malattia dell'animale il veterinario può recarsi dove si trova l'animale ammalato.

Auto a due posti
Le auto omologate a 2 posti possono beneficiare dell'esenzione prevista per le pool-car; devono però essere presenti a bordo 2 persone.

Ho un veicolo Euro 0 ed una prenotazione per installare l'impianto a GPL o metano sul veicolo, posso circolare con l'auto senza rispettare alcuna limitazione?
No, deve sottostare ugualmente ai provvedimenti di limitazione fino a quando il lavoro non è stato eseguito.

Devo portare il veicolo in officina per il tagliando di manutenzione ordinaria, come posso fare?
Prima delle 8.30 o dopo le 18.30

Un auto intestata ad un associazione che si occupa di disabili, può circolare per impegni istituzionali o per accompagnare i disabili nella sede dell'associazione che si trova all'interno dell'area soggetta a limitazione?
I veicoli con permesso disabile, possono circolare se a bordo c'è il disabile oppure con il solo cartellino per andare a prendere la persona disabile (serve autocertificazione). 
Non esistono esenzioni particolari per le associazioni.

Siamo un’impresa edile ed impiantistica idraulica che svolge la propria attività su Reggio Emilia e provincia per committenti privati, aziende e supermercati. Abbiamo due autocarri Euro 2 Diesel e leggendo la normativa sono coinvolti dal blocco della circolazione. Possono rientrare nella deroga n° 6a?"
I veicoli possono circolare solo se attrezzati (se hanno l'attrezzatura dentro all'autocarro) per il pronto intervento e la manutenzione di impianti elettrici, idraulici, termici, per la sicurezza e tecnologici, per interventi di accessibilità all'abitazione ed il soccorso stradale. Serve autocertificazione della ditta con evidenziato il luogo in cui sono diretti ed il motivo.

Dato che ora si può trasformare un impianto diesel in gpl, questi veicoli possono circolare?
Nei veicoli diesel con aggiunta del gpl nell'impianto, il gpl viene miscelato con il carburante nella misura del 40-50% pertanto il motore è sempre alimentato a diesel e non a gpl/metano, quindi non possono circolare. I veicoli a benzina alimentati a gpl/metano possono sempre circolare indipendentemente dal tipo di Euro che sono in quanto il GPL/Metano sostituisce il carburante principale (Benzina).

Cosa si intende per “veicoli speciali ad uso negozio?”
Sono quelli immatricolati come "veicoli speciali uso negozio". 
La dicitura è riportata sul libretto di circolazione. 
Lo stesso discorso vale per tutti gli altri veicoli speciali di cui all'art 54 codice della strada, ovvero la loro categoria di appartenenza è scritta nel libretto.

A proposito della deroga per “veicoli al servizio di manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli di operatori commerciali che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o dalle fiere autorizzate ecc”, gli ambulanti che rientrano in questa categoria ma fanno il mercato in un altro comune possono rientrare a Reggio?
Prima delle 8.30 o dopo le 18.30. 
L'esenzione 23 consente di entrare o uscire da un'area in cui si svolgono i mercati settimanali o fiere autorizzate ma non consente di entrare in zone di altri comuni in cui vige il divieto di circolazione.

E' vero che le stufe a pellet non si possono più usare? 
No. Si possono utilizzare. Solo in caso di sforamento per 3 gg consecutivi dei limiti di inquinamento (vedi ordinanza) scatta il seguente divieto: “ nelle unità immobiliari dotate di sistemi di riscaldamento multi-combustibile, è vietato l’utilizzo di biomasse (legna, pellet, cippato, altro) in sistemi di combustione del tipo camino aperto"
In pratica:
- se il pellet o il camino sono le uniche fonti di riscaldamento dell'abitazione si possono usare sempre
- se l'abitazione è dotata di altre tipologie di riscaldamento, scatta il blocco ma solo per i sistemi di combustione a camino aperto (le stufe chiuse si possono usare, e comunque chi monta questi impianti già dovrebbe sapere se si tratta di un camino chiuso o aperto).

Tra le esenzioni previste per visite mediche si parla di “visite programmate”, le visite dal medico di base sono comprese? (consideriamo che molti medici ora ricevono su appuntamento). La domenica si può andare dalla guardia medica? Serve autocertificazione oppure attestato di avvenuta visita rilasciato dal medico/guardia medica?
Se la vista è programmata e certificabile si.
La domenica è sempre possibile circolare tranne nei casi di domenica ecologica, caso in cui potrà recarsi presso il domicilio del richiedente l'operatore della Guardia Medica. 

Chi ha il FAP (Filtro Anti Particolato) deve rispettare le stesse limitazioni?
I veicoli diesel euro 3 durante le limitazioni alla circolazione ordinarie dal lunedì al venerdì, non possono circolare indipendentemente dalla presenza o meno del filtro antiparticolato.
Questo perché le limitazioni sono finalizzate non solo al contenimento delle emissioni di polveri primarie ma anche di quelle secondarie e le auto dotate di filtri antiparticolato, anche se trattengono una quota di polveri, emettono comunque ossidi di azoto, che sono precursori delle polveri sottili.