Contributo per la traslazione in Emilia Romagna di salme di emigrati o di loro familiari

Ultimo Aggiornamento: 12/20/2016

L’art. 4 comma 2 lettera b) della Legge Regionale 24 aprile 2006 n. 3 prevede la concessione di contributi per il concorso alle spese sostenute per la traslazione in Emilia-Romagna di salme di emigrati o di loro familiari, ove il costo non gravi già su istituzioni o enti pubblici.
L’entità del contributo è variabile in funzione del Paese di provenienza, come stabilito da specifiche tabelle di riferimento approvate dalla Regione Emilia-Romagna con Deliberazione di Giunta Regionale n.2588 del 09/06/1992.

E’ possibile chiedere il contributo sulle spese sostenute per il rientro (viaggio) o, in alternativa, sulle spese sostenute per il trasporto delle masserizie (trasloco).

Requisiti e condizioni

Possono fare richiesta del contributo i familiari dell’emigrato deceduto.
La condizione per la concessione del contributo è l’esistenza di una condizione di indigenza della persona deceduta e/o dei suoi familiari (situazione che dovrà essere opportunamente documentata e che verrà accertata dall’ufficio di riferimento).

Documentazione necessaria

  • Compilazione del modulo di richiesta disponibile presso l’ufficio di riferimento.
  • Autocertificazione attestante il luogo e la data del decesso.
  • Fattura delle spese sostenute per la traslazione della salma.

Normativa di riferimento

Legge Regionale 24 aprile 2006 n. 3 Deliberazione di Giunta Regionale n. 2588 del 9/6/92.

Dove Rivolgersi:
Servizio Servizi Sociali - Ufficio amministrativo
Indirizzo: Galleria Santa Maria, 1 - 42121 Reggio Emilia
Orario: Dal lunedì al venerdì esclusivamente su appuntamento
Telefono: 0522 456725
Fax: 0522 456132