Contributo economico per le persone anziane e disabili aiutate da assistenti familiari (badanti)

Ultimo Aggiornamento: 11/27/2017

E’ un sostegno economico per le persone anziane e disabili non autosufficienti che hanno bisogno di un assistente familiare (badante), favorendo da un lato la permanenza nel proprio contesto abitativo, dall'altro anche la regolarizzazione delle assistenti familiari in possesso dei requisiti necessari. L'ammontare del contributo è pari a 160 € al mese.

Requisiti

Il contributo è rivolto alle persone anziane/disabili che:

  1. già percepiscono l’assegno di cura, indipendentemente dal livello;
  2. hanno un reddito ISEE inferiore o pari a 15.000 €/anno (a questo fine si considera la situazione economica e patrimoniale della sola persona anziana/disabile);
  3. presentano la documentazione attestante la regolare contrattualizzazione del rapporto di lavoro dell’assistente familiare (o un contratto individuale con un assistente familiare, oppure attraverso un soggetto o un’impresa - es. cooperativa - che fornisce personale per l’assistenza familiare).

Sono, di norma, esclusi dall'applicazione di questo contributo gli apporti delle assistenti familiari inferiori alle 20 ore settimanali.
In questo caso si verifica, quindi, l'esclusione automatica dal contributo, a meno di verifica di condizioni economiche e familiari talmente difficili ed emergenziali da far produrre all'assistente sociale responsabile del caso una relazione motivata a supporto della concessione del contributo in deroga a questa disposizione.

Dove rivolgersi

La procedura della richiesta per l'ammissione è seguita dall'assistente sociale del Polo di appartenenza.