Contributo per il rimpatrio al paese d'origine di salme di cittadini stranieri immigrati

Ultimo Aggiornamento: 07/29/2015

I Comuni possono concorrere alle spese sostenute per il rimpatrio degli stranieri immigrati deceduti secondo le modalità previste dai regolamenti comunali e dove il costo non gravi già su istituzioni o enti pubblici (L’art. 5 comma 1 lett. e della Legge Regionale 24 Marzo 2004 n.5).

Requisiti

Soggetti titolati a presentare domanda:

  • parenti entro il quarto grado della persona deceduta, residenti in Italia o nel Paese d’origine (in tal caso la domanda può essere inoltrata tramite la rappresentanza diplomatica in Italia dello Stato di appartenenza);
  • gli organismi rappresentativi dei cittadini stranieri immigrati formalmente istituiti presso le Amministrazioni Comunali e Provinciali della Regione (es. Forum, Consulte, Consiglieri aggiunti);
  • associazioni di cittadini stranieri immigrati non appartenenti all’Unione Europea, iscritte ad Albi o Registri istituiti ai sensi di legge presso le amministrazioni locali, regionali o statali;
  • associazioni od organizzazioni che svolgono attività a favore degli immigrati e che sono iscritte ad Albi o Registri istituiti ai sensi di legge presso le amministrazioni locali, regionali o statali.

Condizioni

  • Residenza della persona deceduta nel Comune (accertata d'ufficio). La residenza è intesa come luogo di dimora abituale, anche in mancanza di registrazione anagrafica.
  • In assenza di residenza accertata e/o di valido permesso di soggiorno, fa testo il luogo del decesso per individuare il Comune competente in materia di concessione del contributo.
  • Stato di bisogno della persona deceduta e/o dei familiari richiedenti (situazione accertata dall’ufficio di riferimento adottando, di norma, gli stessi criteri adottati per la generalità dei cittadini residenti).

Documentazione necessaria

  • Modulo di richiesta compilato; il modulo è disponibile presso l’ufficio di riferimento (nel caso di Associazioni, l'istanza va presentata a firma del legale rappresentante, allegando copia dello Statuto e dichiarazione di iscrizioni agli Albi/Registri suddetti).
  • Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante che le medesime spese non sono state sostenute da altra istituzione o ente pubblico.
  • Documento che attesta la relazione di parentela e giustifica il titolo alla riscossione del contributo.
  • Autocertificazione, attestante data e luogo del decesso.
  • Fattura e/o altra documentazione contabile relativa alle spese sostenute o preventivate per la traslazione della salma.

Entità del contributo

Di norma l’entità del contributo è determinata in misura non inferiore al 50% dell’importo complessivo documentato.

Normativa

Legge Regionale 24 Marzo 2004 n.5 Deliberazione della Giunta Regionale 24 Febbraio 2005 n. 66.

Dove Rivolgersi:
Servizio Servizi Sociali - Ufficio amministrativo
Indirizzo: Via Guido Da Castello, 13 - 42121 Reggio Emilia
Orario: Dal lunedì al venerdì esclusivamente su appuntamento
Telefono: 0522 456725
Fax: 0522 456132