Facciamo la differenza - Fare scuola ai Musei: a Reggio Emilia si può

Ultimo Aggiornamento: 11/09/2020
musi civici

Da molto tempo Alessandra Landini, dirigente dell’Istituto Comprensivo A. Manzoni, collabora con i Musei Civici di Reggio.

Anche per questo la preside ha scelto questa location per consentire ai suoi alunni di tornare a scuola in sicurezza durante l’emergenza sanitaria.
Per permettere a tutti gli studenti di godere degli stimoli e delle emozioni che solo i Musei Civici sono in grado di regalare, è nata un’idea innovativa: ogni classe del Manzoni trascorrerà a rotazione una settimana nella sede di via Lazzaro Spallanzani.

 

Fin dal primo giorno i ragazzi si sono mostrati entusiasti della sede temporanea. Gli alunni hanno appreso un gran numero di nuovi vocaboli e fatto amicizia con i suoi storici abitanti, dando loro nomi di fantasia. La reazione positiva dei piccoli alla didattica costruita sulle innovative attività proposte ad hoc dai Musei Civici, ha portato gli insegnanti a interrogarsi sui benefici di un rinnovamento così forte dell’educazione.

È nata dunque la collaborazione tra Comune, Istituti scolastici, Musei e Università di Modena e Reggio Emilia per sviluppare una ricerca che permetterà di studiare l’efficacia del museo sugli apprendimenti, sullo sviluppo del pensiero critico e sulle strategie educative alternative.

Cogliere nel cambiamento un’opportunità è diventato possibile grazie a tutte le persone che ogni giorno mettono a disposizione la loro professionalità e il loro lavoro per migliorare il futuro dei giovani reggiani e garantirne la sicurezza. In un periodo tanto incerto, le necessità del mondo scolastico hanno trovato risposta in una città propositiva e coraggiosa, capace di accogliere progetti ambiziosi e collaborazioni proficue tra amministrazione, scuola e comunità.