I Social Cohesion Days 2016: le politiche pubbliche per la felicità

Ultimo Aggiornamento: 06/21/2016
Social Cohesion Days

Nel periodo storico odierno, in cui una forte crisi ha messo in discussione la società in cui viviamo, è sempre più necessario confrontarsi su cosa sia importante per garantire uno sviluppo sostenibile ed equo, che mira al benessere dell’uomo e non solo alla crescita economica. Da qui nascono i Social Cohesion Days, un festival che promuove il dibattito tra politici, ricercatori, Organizzazioni e società civile e una riflessione condivisa su quali siano le politiche, gli indirizzi e le necessità della società contemporanea. 

Dal 4 al 6 di Giugno 2015 il Centro Internazionale 'Loris Malaguzzi' di Reggio Emilia ha ospitato il primo forum internazionale dedicato alle declinazioni dei legami di affinità e solidarietà tra persone che sono alla base della costruzione della nostra società. Sei macrotemi trattati (occupazione, pensioni, salute e assistenza, famiglia, inclusione sociale, educazione) con 70 relatori e 34 eventi.
Tra i relatori hanno partecipato il professor Romano Prodi, il premio Nobel per l'Economia, Eric Maskin economista statunitense e membro della British Accademy.
Sono intervenuti Giuliano Poletti, Ministro del lavoro e politiche sociali, Pietro Barbieri, portavoce nazionale Forum Terzo Settore, Omar Arias, Lead Economist Social Protection and Labor Global Practice della Banca Mondiale.

Dal 26 al 28 maggio 2016 si è svolta a Reggio Emilia la seconda edizione“Le Politiche della Felicità” .
Accoglienza, disuguaglianze, reddito minimo, qualità e innovazione nei servizi educativi, ma anche indennità di accompagnamento e media education: questi i temi al centro delle tre giornate di confronto e oltre 20 appuntamenti sulla coesione sociale in Europa e in Italia, con grandi nomi dell’economia, della politica: dal ministro Giuliano Poletti a Benjamin Radcliff e Alexander Pacek, da Romano Prodi François Bourguignon

L’iniziativa è stata promossa da tre organizzazioni pubbliche e non profit: Fondazione Easy Care, Comune di Reggio Emilia, Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli.

Nel corso dell’incontro “La realtà attraverso i dati”, il festival ha tenuto a battesimo un’iniziativa unica in Europa: l’Osservatorio Internazionale sulla coesione e inclusione sociale (OCIS), introdotto da Annachiara Cerri del Consiglio d’Europa. l’Osservatorio si propone l’obiettivo di essere un laboratorio di idee e proposte per il rafforzamento della coesione sociale in Italia e all’estero e di fornire utili strumenti di conoscenza circa la genesi, lo sviluppo e il consolidamento della coesione sociale nelle comunità politiche e sociali contemporanee.