Il progetto "Nuove Rigenerazioni"

Ultimo Aggiornamento: 03/29/2018

Il Comune di Reggio Emilia ha avviato un progetto formativo di alternanza scuola-lavoro e rigenerazione della città con 11 Istituti di Istruzione Superiore, tramite la sottoscrizione di un Protocollo d’intesa, finalizzato a promuovere progetti riguardanti la rigenerazione urbana, la conoscenza del patrimonio architettonico e la tutela dell’ambiente.

Il protocollo d'intesa

Il Protocollo d’intesa intende definire tematiche, progetti e ambiti di intervento coerenti con le discipline scolastiche presenti nel piano formativo di ciascuna istituzione scolastica, valorizzando le specificità di ogni Istituto e individuando modalità di lavoro e progetti idonei ed efficaci rispetto ai percorsi educativi.

Tutte le attività oggetto del presente Protocollo verranno proposte e svolte durante il periodo scolastico previsto da gennaio 2018 a giugno 2019 e definite puntualmente alla stipula delle convezioni di alternanza scuola-lavoro, che assegneranno a ciascun soggetto firmatario il compito e gli obiettivi da conseguire.

La collaborazione sarà inoltre perseguita tramite azioni di informazione-formazione, lezioni, approfondimenti tematici e attraverso la costituzione di gruppi di lavoro costituiti da studenti, docenti tutor e tutors esterni individuati all’interno dell'Amministrazione comunale.

Ogni firmatario, riconoscendo la primaria importanza delle tematiche trattate, si impegna, in base alle proprie competenze e campi di azione, a perseguire l’obiettivo comune di promozione di questo progetto educativo globale, che prevede il coinvolgimento degli studenti ai processi e progetti di rigenerazione urbana, ambientale e territoriale già avviati o in corso di definizione nel Comune di Reggio Emilia e riguardanti il territorio e la città in cui essi studiano e vivono.

L’alternanza scuola lavoro

I percorsi di alternanza scuola-lavoro proposti all’interno del Protocollo d’intesa intendono favorire l'integrazione dei saperi e delle abilità, attivando competenze specifiche a seconda dell'indirizzo e delle discipline delle singole istituzioni scolastiche. Inoltre, le tematiche affrontate e le informazioni acquisite durante il percorso formativo costituiscono conoscenze utili anche in un'ottica lavorativa futura e per lo sviluppo della propria carriera formativa, offrendo agli studenti un'esperienza in grado di potenziare conoscenze, capacità e competenze.

I progetti di alternanza scuola-lavoro e l’integrazione tra soggetti formativi ed istituzioni rappresentano infatti una nuova metodologia didattica da realizzare all’interno dei percorsi di studio curriculari, che si propone lo stesso obiettivo formativo dei percorsi ordinari, costituendo anche un efficace strumento di orientamento, preparazione professionale e inserimento nel mondo del lavoro.

Attraverso una metodologia didattica attiva e l'apprendimento esperienziale, si intende infatti promuovere negli studenti una maggiore conoscenza del loro territorio, sotto il profilo culturale, storico e architettonico, sensibilizzandoli sui temi della rigenerazione e della qualità urbana, oltre che renderli partecipi dei progetti della loro città, incentivandoli ad assumere un ruolo di cittadini protagonisti, attivi e consapevoli.

Rigenerazione urbana e protagonismo giovanile

I recenti sviluppi normativi in materia di governo del territorio sono indirizzati all'individuazione di azioni concrete per la rigenerazione urbana. Gli strumenti di programmazione e governo della città devono dunque sviluppare indirizzi e politiche atte alla rigenerazione della città consolidata nonché alla valorizzazione del patrimonio storico-architettonico, mettendo al centro la tutela e valorizzazione del territorio e dell'ambiente.

Le recenti politiche dell'Amministrazione Comunale sono pertanto volte ad incentivare la rigenerazione urbana, il riuso del patrimonio abitativo, la riqualificazione degli edifici, oltre alla semplificazione delle procedure, alla promozione di progetti in grado di sostenere lo sviluppo e l'attrattività del territorio e alla promozione della qualità urbana e della sostenibilità ecologico-ambientale degli interventi, quali opportunità per lo sviluppo e base per gli strumenti di programmazione della città.

Sono circa 260 gli studenti coinvolti nei progetti di alternanza scuola-lavoro e che prenderanno parte ai processi/progetti che coinvolgono il territorio nel quale vivono e studiano. Gli studenti acquisiranno competenze in tema di patrimonio tutelato, ambiente e processi di rigenerazione urbana, divenendo consapevoli sul futuro del territorio che li circonda e rafforzando la loro consapevolezza di appartenenza alla collettività.

Si intende infatti valorizzare la Scuola come comunità attiva e aperta al territorio, oltre a sviluppare l'interazione tra studenti e comunità locale, promuovendo un sistema cittadino di educazione diffusa fondato sul diritto all'educazione come diritto all'apprendimento, al benessere e alla partecipazione.

Gli istituti di istruzione superiore e licei coinvolti

  • Liceo Classico-Scientifico Statale “Ariosto-Spallanzani”
  • Liceo Scientifico-Linguistico-Scienze Applicate “Aldo Moro”
  • Liceo Artistico “Gaetano Chierici”
  • Liceo “Matilde di Canossa”
  • Istituto di Istruzione Superiore “Blaise Pascal”
  • Istituto di Istruzione Superiore “Leopoldo Nobili”
  • Istituto Tecnico Statale per Geometri “Angelo Secchi”
  • Istituto di Istruzione Superiore “Antonio Zanelli”
  • Istituto Tecnico “Scaruffi-Levi-Tricolore”
  • Istituto di Istruzione Superiore “Angelo Motti”
  • Istituto Professionale Statale “Filippo Re”