Documento programmatico per la qualità urbana

Ultimo Aggiornamento: 01/22/2014
Documento programmatico per la qualità urbana

L'Area Reggiane rappresenta, ancor prima che una dimensione territoriale - estesa indicativamente su una vasta porzione del quartiere Santa Croce compresa tra via Adua, la rete ferroviaria FS, via Gramsci e il Campovolo – una dimensione simbolica e identitaria nella quale si rispecchia la città del Novecento e si proietta la città del futuro.

Come in passato, di nuovo l'Area Reggiane fornisce la base infrastrutturale per lo sviluppo di un nuovo modello economico della città e del suo territorio, oggi fondato sull'economia della conoscenza. Il “cuore pulsante” dell'Area Reggiane è il Parco Innovazione, Conoscenza e Creatività, già in funzione con i laboratori di ricerca del Centro Internazionale Loris Malaguzzi e del Tecnopolo, e pronto a svilupparsi ulteriormente con la riqualificazione di altri capannoni delle ex Officine Meccaniche Reggiane. Qui il mondo della ricerca, le imprese, la pubblica amministrazione e gli attori informali (professionisti e talenti creativi) possono interagire per produrre innovazione, secondo un nuovo approccio all'economia della conoscenza basato sul lavoro comune di sapere industriale e conoscenze umanistiche.

Nell'ambito del processo di pianificazione strategica territoriale dell'Area Nord, il Documento Programmatico per la Qualità Urbana (DPQU) dell'Area Reggiane si configura come il quadro di riferimento strategico per la programmazione e la realizzazione degli interventi di riqualificazione e trasformazione urbana dell’Area Reggiane. Dal Documento Programmatico per la qualità urbana (DPQU) deriva il Masterplan dell'Area Reggiane, che ne definisce la fattibilità tecnica.