Comune di Reggio Emilia

Home Il Comune Risorgiva delle Acque Chiare (2014)

Risorgiva delle Acque Chiare (2014)

Ultimo Aggiornamento: 10/23/2014

Il progetto

foto incontroL’Amministrazione Comunale si è aggiudicata un finanziamento regionale per realizzare il progetto “Riqualificazione della risorgiva delle Acque Chiare e interventi per la salvaguardia della biodiversità”.

L’intervento di riqualificazione della risorgiva delle Acque Chiare si colloca in un contesto territoriale di pregio all’interno del parco pubblico delle Acque Chiare e si inserisce all'interno dell'ambito della Cintura verde di Reggio Emilia come porta di accesso al Parco del Rodano e al SIC “Rio Rodano Fontanili di Fogliano Ariolo e Oasi di Marmirolo.
Attualmente, la risorgiva è in stato di abbandono e risulta debolmente attiva, la polla è stata interrata e rimane visibile nel punto di risorgiva, e permane una fascia di vegetazione igrofila a segnare l’asta di deflusso, ma l’area presenta una vocazione di tipo naturalistico fortemente legata ad un contesto di spazio pubblico fruibile.

L’intento è, quindi, di farne un nodo ecologico primario, connesso al sistema del Rodano e del SIC, e allo stesso tempo un’aula di educazione ambientale in stretto rapporto con la città.
In particolare, l’intervento di riqualificazione ambientale della risorgiva ha una triplice valenza:
ecologica: legata all’alto potenziale ecologico dell’habitat di risorgiva e all'aumento di biodiversità
sociale-identitaria : per l’appartenenza ad un sistema pubblico fruibile nel quale già operano associazioni molto attive e l’intervento può rafforzare il senso identitario negli abitanti
didattica: alto potenziale di luogo legato alla didattica

foto incontro 2Obiettivi del progetto e fasi del processo
Come già accaduto in passato nella stessa area, l’Amministrazione ha deciso di organizzare un primo incontro di presentazione e condivisione del progetto rivolto alle scuole, alle associazioni e ai singoli cittadini, per poi intraprendere un nuovo percorso partecipativo e didattico, nel quale il coinvolgimento della cittadinanza avrà un ruolo primario per la ricostruzione di un nodo ecologico di grande rilievo.
L'incontro di apertura si è tenuto mercoledì 24 settembre 2014 alle ore 20.45 presso il Centro Sociale “Buco Magico”, Via Martiri Cervarolo, 47.
Il coinvolgimento dei cittadini costituisce un elemento-chiave per il successo del progetto, infatti, verranno organizzati eventi di coinvolgimento della cittadinanza e incontri didattici per la riscoperta della risorgiva.
Il progetto verrà condiviso attraverso momenti di partecipazione, e in fase di realizzazione (nella fase di reintroduzione di specie animali e vegetali) verranno coinvolte le scuole e le associazioni con l’obiettivo di attivare anche un progetto di educazione ambientale nelle scuole.

foto incontro 3Per quanto riguarda la didattica, il progetto educativo che si intende avviare sarà coordinato dal "Ceas Multicentro per l'Educazione alla sostenibilità nelle aree urbane" costituito dal Comune di Reggio Emilia, insieme a WWF Reggio Emilia e Legambiente Reggio Emilia.
Obiettivo principale è sviluppare tra la cittadinanza e tra le nuove generazioni una comprensione del tema della biodiversità e delle vitali funzioni degli eco-sistemi che attualmente non viene percepito come tema importante anche per la vita del singolo, contribuire a sviluppare tra i bambini/ragazzi una coscienza ambientale, responsabilizzandoli come cittadini che comprendono il valore del proprio ambiente di vita e arrivano a rispettarlo.

Per avere informazioni scrivere a: partecipazione@municipio.re.it oppure telefonare ai numeri 0522 456045 – 0522 456052 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30.