Il progetto Shaping Fair Cities

Ultimo Aggiornamento: 10/11/2019

Il comune di Reggio Emilia partecipa al progetto Shaping fair cities, finanziato dalla Commissione europea nell'ambito del Programma Dear, che ha l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sui temi definiti dall'Agenda2030 (l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile approvata dalle Nazioni Unite).

Durata: 36 mesi

Budget: il budget complessivo ammonta a 3,7 milioni di euro per i 3 anni (2018-2020), e include una quota di cofinanziamento da parte dei partner pari al 10% delle risorse Ue.

Capofila: Regione Emilia-Romagna - Regione Emilia-Romagna - Servizio Coordinamiento delle Politiche Europee, Programmazione, Cooperazione e Valutazione (Italy).

Partner:

  • Alma Mater Studiorum - Università di Bologna (Italy)
  • Alicante (Spain)
  • Bashkia Shkoder (Albania)
  • BRCT Iasi - Asociatia Biroul Regional Pentru Cooperare transfrontaliera Iasi Pentru Granita Romania (Romania)
  • Falkoping (Sweden)
  • Forlì (Italy)
  • Generalitat Valenciana (Spain)
  • Iasi (Romania)
  • Modena (Italy)
  • Patras (Greece)
  • Pemba (Mozambique)
  • Reggio Emilia (Italy)
  • Split (Croatia)
  • Velje (Denmark)
  • WeWorld-GVC (Italy)
  • Women Network (Italy)

Obiettivi

Il Progetto ha come macro obiettivo quello di lavorare con diversi territori sulla promozione del concetto di come la cooperazione internazionale possa essere uno strumento di valorizzazione, anche in chiave di sviluppo economico, delle comunità di immigrati presenti sui territori locali; l'azione promuove una comprensione critica del ruolo e della responsabilità del pubblico (responsabili delle decisioni, governi locali, cittadini dell'UE) in relazione a un mondo interdipendente, dando forza ad un coinvolgimento efficace per raggiungere uno sviluppo sostenibile, garantendo la partecipazione di amministrazioni locali e città a livello locale e globale a sostegno delle dimensioni sociale, economica e ambientale dello sviluppo sostenibile, tenendo conto in primo luogo della sfida della migrazione; l’azione rafforzerà inoltre il coinvolgimento attivo di cittadini e stakeholders nella definizione ed attuazione di piani d'azione sugli obiettivi di sviluppo
sostenibile a livello cittadino.

Gli obiettivi generali del Progetto sono:

  • contribuire a promuovere un approccio critico riguardo ruoli e responsabilità di Amministrazioni Locali e cittadini in relazione ad un mondo interdipendente;
  • contribuire alla localizzazione degli SDGs (obiettivi di sviluppo sostenibile) ed alla progettazione di una Agenda 2030 locale che assicuri l'effettivo coinvolgimento dei governi locali e delle città a sostegno delle dimensioni sociale, economica e ambientale dello sviluppo sostenibile;
  • contribuire a rispettare la coerenza delle politiche per lo sviluppo nel processo decisionale locale, specialmente in relazione alle migrazioni contemporanee (fenomeno strutturale e non contingente) e a costruire un nuovo approccio per le istituzioni locali.

Nello specifico Shaping Fair Cities si propone di sensibilizzare, migliorare la comprensione e coinvolgere attivamente decisori locali, funzionari pubblici, organizzazioni della società civile e cittadini nella localizzazione di diversi obiettivi di sviluppo sostenibile nei paesi coinvolti nel Progetto, promuovendo il ruolo cardine della cooperazione decentrata e dei governi locali e aprendo la strada a un'Agenda 2030 locale.