Reggio HUB

Ultimo Aggiornamento: 10/10/2019

Partner coinvolti


- Comune di Reggio Emilia
- POPWave srls
- Unindustria Reggio Emilia
- Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
- Aziende: Credem, ASK, Studio Alfa, Lovemark, MaxMara Fashion Group, Blulink, Way, PrintabLED, Smeg, GB ServiceLab, Grasselli

 

 Il progetto

ASK, Blulink. Credem, GB ServiceLab, Grasselli, Lovemark, MaxMara Fashion Group, PrintabLED, SMEG, Studio Alfa e WAY. Sono queste le prime 11 aziende che hanno scommesso sul progetto ReggioHUB che mira ad intercettare personale qualificato e talenti creativi da tutto il mondo per portarli a Reggio Emilia e farli lavorare nelle imprese reggiane.

ReggioHUB nasce dalla sfida lanciata dal Comune di Reggio Emilia sulla Piattaforma europea Socialchallenges.eu, finanziata da Horizon 2020, su come potenziare l’attrattività del contesto socioeconomico di Reggio Emilia verso il target delle risorse umane estere. La giuria europea da un lato e Comune di Reggio Emilia dall’altro, hanno identificato come proposta più innovativa e rispondente alle esigenze del territorio il progetto ReggioHUB, presentato dalla società reggiana POPWave.

Il progetto prevede la creazione di una piattaforma web, un canale youtube, pagine sui principali social network gestite da un team di studenti e supportato dalla stessa POPWave e dal Dipartimento di Comunicazione ed Economia di Unimore.

ReggioHUB prevede la diffusione delle posizioni lavorative offerte dalle aziende coinvolte, attraverso i propri canali, occupandosi inoltre dell’incoming dei talenti stranieri selezionati.
Le aziende, spesso leader nei loro settori, faticano a trovare sul territorio tutti i profili a loro necessari. La competizione internazionale sui “cervelli” è fortissima e il territorio può giocare un ruolo determinante. In questo contesto il Comune di Reggio Emilia, l’Università di Modena e Reggio Emilia e Unindustria Reggio Emilia hanno costruito le basi per questo progetto di sistema sull’attrattività di talenti.

Obiettivo del progetto è quello di attrarre sul territorio studenti universitari e talenti da diversi Paesi del mondo valorizzando le potenzialità e le possibilità del sistema economico, sociale e produttivo reggiano, rispondendo così alle esigenze delle imprese locali di trovare profili qualificati.

La grande innovazione del progetto, premiata a livello europeo, consiste nel dare concretezza al concetto di attrattività, e nella possibilità per i potenziali studenti, ricercatori, giovani talenti esteri di trovare nello stesso luogo e nello stesso momento l’offerta di lavoro dell’azienda insieme alla presentazione della città di Reggio Emilia, delle sue opportunità e della sua way of life. Le aziende e il territorio si promuovono insieme. ReggioHUB diventa così un ponte verso un percorso di internazionalizzazione delle aziende reggiane attraverso il matchmaking con talenti esteri. Il team di ReggioHUB ha il compito di costruire con i talenti stranieri relazioni soft grazie alla condivisione di contenuti multimediali con cui potenziare le offerte di lavoro delle aziende reggiane. Gli studenti del team di ReggioHUB diventano così City Brand Manager, con l’obiettivo di veicolare il valore e i contenuti del progetto verso coetanei stranieri. Grazie a questo progetto, le aziende potranno portare innovazione e ibridazione al proprio interno, trovando anche potenziali nuove leve e “antenne” verso l’esterno (in termini di mercato e relazioni).

Il Team di progetto ReggioHUB ha sede presso il Tecnopolo, all’interno del Reggiane Parco Innovazione, luogo nel quale si prevede lo sviluppo di servizi e progetti per le imprese e i talenti. Dopo i rilevanti progressi dal punto di vista infrastrutturale che hanno portato l’area delle ex Reggiane a una trasformazione in chiave di ricerca e innovazione, con ReggioHUB si avviano dei servizi ad alto valore aggiunto che, partendo dall’attrattività, faranno di questo luogo il cuore dello sviluppo futuro di Reggio Emilia.