Processionaria del Pino: inizia il periodo ottimale per la lotta obbligatoria

Ultimo Aggiornamento: 12/06/2018

La lotta alla processionaria è obbligatoria su tutto il territorio nazionale ed è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 30 ottobre 2007 perché la presenza dell’insetto può minacciare seriamente la salute delle persone o degli animali o la sopravvivenza del popolamento arboreo. 
La tipologia di pianta più colpita è il pino (in particolare il pino nero e il pino silvestre), ma è facile trovare infestazioni anche presso larici e cedri. Si ricorda che per prevenire le infestazioni è bene evitare la messa a dimora di conifere del genere Pinus (in particolare di Pinus nigra) ad un'altitudine inferiore ai 500 metri s.l.m. e, in ogni caso, nelle zone particolarmente colpite dal parassita.

Azioni di lotta alla Processionaria del Pino durante il periodo invernale

Le azioni di lotta alla Processionaria del Pino durante il periodo invernale (indicativamente da dicembre a inizio marzo) sono più efficaci, in quanto è il periodo in cui ci si accorge maggiormente della presenza dell’insetto. Infatti, sono ben visibili sulla chioma degli alberi infestati, soprattutto nelle porzioni esterne, i grossi nidi bianchi dalla forma sferica formati dalle larve (assomigliano a enormi batuffoli di cotone bianco sulla punta esterna dei rami più alti dell'albero).
Una volta individuati i nidi occorrerà tagliare i rami della pianta interessati dall'infestazione e distruggerli bruciandoli. Essendo questa operazione pericolosa perchè i nidi si trovano collocati nella parte alta della chioma degli alberi, difficilmente raggiungibili senza un mezzo adeguato, e la distruzione col fuoco dei nidi può disperdere i peli urticanti nell'aria con il rischio di inalazione, è consigliato affidare l'intervento a ditte specializzate.

Cosa fare se avvistate un nido di Processionaria del Pino

  • Se l'albero infestato si trova in un'area verde pubblica, occorre effettuare una segnalazione dettagliata nella sezione RéS (Reggio Emilia Segnalazioni);
  • Se l'albero infestato si trova in un'area verde privata, occorre informare il proprietario affinchè elimini l'infestazione bonificando le piante interessate.

Occorre ricordare che, anche se le larve sono all'interno dei nidi, è necessario operare con la massima cautela adottando adeguate misure protettive per la pelle ed il viso, ed è sempre preferibile rivolgersi a personale specializzato.