ISMOS - Istituto per la Storia del Movimento Operaio e Socialista

Ultimo Aggiornamento: 05/24/2019

L'ISMOS si costituì nel 1982 con il nome di Istituto Storico Socialista "P.Marani", ad opera di un gruppo di studiosi di area socialista e in seguito al Convegno nazionale organizzato dall'Istituto Socialista di Studi Storici di Firenze su "Camillo Prampolini nella storia del socialismo italiano" che si svolse a Reggio Emilia nel 1978.
L’istituto è dedicato alla figura dell’ avvocato Pietro Marani, originario di Fabbrico (RE), finissimo intellettuale, vice sindaco di Reggio Emilia e senatore socialista nell’immediato dopoguerra.
Dal 2007 fa parte delle associazioni riunite nell'Istituto Fernando Santi Emilia Romagna (Presidente: Nando Odescalchi - Consigliere Delegato: Giuseppe Innocenti) che ha sede in via Mazzini, 5 a Reggio Emilia.

La sede dell’ISMOS è anche Archivio del socialismo reggiano (archivi della Federazione socialista reggiana del Comitato zona Bassa Reggiana (ex PSI), della sezione di Rubiera ,importante dal punto di vista storico-documentario, della sezione di Santa Vittoria e di altre.

Finalità

Promuovere ricerche sul movimento operaio e socialista, studi di storia orale, etnografia e folklore, monografie di storia economica e sociale, saggi e bibliografie prevalentemente calibrati sul territorio Reggiano e/o regionale. L’Istituto incoraggia anche, pubblicandoli sulla propria rivista "L’Almanacco" (Rassegna di studi storici e di ricerche sulla società contemporanea), elaborati di giovani e studenti.

Attività

Organizza convegni, dibattiti ed indice borse di studio relative alla storia socialista e del movimento operaio in generale. In collaborazione con l'Istituto Socialista di Studi Storici/Fondazione Turati di Firenze, ha organizzato numerosi convegni di studio (Socialismo, istruzione e cultura nell’età giolittiana, l’esilio nella storia del movimento operaio europeo, ecc,) occupandosi anche del contributo reggiano alla ricerca nazionale sulla formazione e l'organizzazione del PSI dalle origini, promossa in occasione del centenario del Congresso di Genova che ne sancì la fondazione. Produce la rivista storica "L’Almanacco", distribuita ai soci, agli studiosi, alle biblioteche della provincia, alle principali biblioteche ed Istituti di ricerca della regione e nazionali.

Note

In anni relativamente recenti l’archivio è stato schedato/ inventariato da Claudia Codeluppi, attraverso una tesi di laurea presentata presso l’Università di Parma e discussa presso la facoltà di lettere (laurea in Conservazione dei Beni Culturali) con la Soprintendente archivistica per l’Emilia-Romagna, Prof.ssa Euride Fregni nell'anno accademico 1997-1998. [Cfr.: Codeluppi, Claudia, Gli archivi della federazione provinciale di Reggio Emia e della sezione comunale di Rubiera del Partito socialista italiano / Claudia Codeluppi. - Università degli Studi di Parma, Corso di laurea in conservazione dei beni culturali, indirizzo beni archivistici e librari. A.a. 1997-98. - Relatore: Prof.ssa Euride Fregni, correlatore: Prof. Maurizio Festanti]. L'archivio è sotto la tutela della Soprintendenza Archivistica dell'Emilia Romagna, Sede dell'archivio e sede legale: Via Roma, 44 - 42042 Fabbrico

Dove:
Indirizzo: Via Giuseppe Mazzini, 5 - 42121 Reggio Emilia
Telefono: 339 7048162 - 339 8817352