Convegno "Cittadinanza e Analfabetismo 2020" - 5° Edizione

Ultimo Aggiornamento: 05/25/2020


Cittadinanza e Analfabetismo - V° Edizione
Didattica e Distanze nell’Istruzione degli Adulti

Il focus della V° edizione di "Cittadinanza e Analfabetismo" tenutosi in data 16 maggio in modalità webinar, si è incentrato sulla Didattica e Distanze nell'Istruzione degli Adulti
E’ stata l’occasione per riflettere e aggiornarci rispetto alla gestione dell'istruzione degli adulti ai tempi dell'emergenza sanitaria e della didattica a distanza.

Il programma ha visto i saluti istituzionali di Daniele Marchi, Assessore a Bilancio e Welfare, con deleghe a Lavoro, Sanità e Politiche per i cittadini migranti; Maria Beatrice Benedetto, Dirigente Centro Provinciale Istruzione per Adulti, CPIA Reggio Sud e Maria Assunta Peci, Dirigente Centro Provinciale Istruzione per Adulti, CPIA Reggio Nord.

Si sono poi susseguiti i Dibattiti a tema che hanno coinvolto i relatori.

L’approfondimento “Emergenza e cura: lingua italiana e diritti di cittadinanza” ha visto il coinvolgimento di Federica Zambelli, Rete Diritto di Parola, Vittoria Gallina, Esperta nazionale del life long learning e illetteratismo, Carla Bagna, Università per Stranieri di Siena  e Paola Casi, docente del Centro Provinciale Istruzione Adulti – CPIA - Reggio Sud

Il gruppo di lavoro su “Didattica a Distanza: da sperimentazione a modello organico” ha coinvolto Fernanda Minuz, Esperta di Didattica LS, L2 e Alfabetizzazione degli adulti, Rosa Pugliese, Università di Bologna, Alessandro Borri, CPIA Montagna di Bologna.

Le tematiche riguardanti “Le linee guida dei CPIA rilette nel quadro delle nuove complessità” sono state approfondite con Rocco De Paolis, Centro Provinciale Istruzione Adulti – CPIA 2 di Torino, Sabrina Machetti, Università per Stranieri di Siena, Lorenzo Rocca, Università per Stranieri di Perugia.

La giornata si è conclusa con l’intervento di Marwa Mahmoud, Presidente Commissione consiliare “Diritti Umani” del Comune di Reggio Emilia.

Organizzatori

Il convegno è stato organizzato nell’ambito del programma formativo annuale della Rete Diritto di Parola che conferma quanto l’importanza della formazione sia un fattore di sviluppo culturale, un patrimonio che deve essere responsabilità e diritto di tutti da tutelare costantemente.
Il convegno è stato inoltre programmato nell’ambito del progetto FAMI “A.L.I. – Abitare, Lavorare, Integrarsi” (PROG-2462), finanziato dal Ministero dell'Interno.

Per informazioni

Ufficio Politiche per l'Intercultura
Tel: 0522 585048
E-mail: intercultura@comune.re.it