Sanzioni in campo edilizio

Ultimo Aggiornamento: 02/18/2019

Le sanzioni pecuniarie in materia di abusi e sanatorie edilizie di cui al D.P.R. 380/01 e s.m.e i., alla L.R. 23/04 e s.m.e i. sono applicate secondo i criteri e parametri stabiliti dalle delibere di Giunta Comunale n. 23374/281 del 14/12/2010 e n.13 del 5/2/2015. 
A fronte del pagamento delle sanzioni pecuniarie in materia di abusi edilizi può essere concessa la rateizzazione del pagamento della somma dovuta:

  • per importi da € 1.000,00 a € 2.500,00 in 4 rate da pagarsi in 1 anno
    In caso di mancato pagamento anche di una sola rata il Comune provvede alla riscossione coattiva del complessivo credito.
  • per importi superiori a € 2.500,00 in 4 rate da pagarsi in anni 2 (due) garantite da fideiussione bancaria o assicurativa (sono escluse le finanziarie)

In caso di mancato pagamento della 1^ rata e/o deposito di garanzia il Comune provvede alla riscossione coattiva del complessivo credito.
Per informazioni rivolgersi al tecnico istruttore della pratica edilizia di riferimento.

Sanzioni amministrative in caso di ritardo del pagamento contributo costruzione (art. 20 della L.R. 23/04)

Il ritardo o mancato versamento del contributo di costruzione (oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, costo di costruzione, monetizzazione parcheggi e verde) nei termini stabiliti dalle delibere comunali e dai titoli abilitativi, comporta l'aumento del contributo pari a:

  • 10% di sanzione sull'importo dovuto dal 1° al 120° giorno di ritardo
  • 20% e 40% di sanzione oltre al 120° giorno di ritardo

La sanzione è sempre a carico del concessionario. In caso di mancato pagamento della sanzione il Comune provvede alla riscossione coattiva del credito.
Tali sanzioni non possono essere rateizzate.
Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Amministrativo contabilità e costi di costruzione

Rivalsa per mancato pagamento del contributo di costruzione rateizzato garantito da fideiussione

In presenza di una garanzia fideiussoria il Comune è obbligato ad adoperarsi per ottenere l’adempimento dell’obbligazione secondo i principi di imparzialità e correttezza dell’azione amministrativa al fine di non aggravare la posizione debitoria, ciò ai sensi degli artt. 1175, 1227, 1375 del codice civile. 
Per le motivazioni esposte la procedura di rivalsa della garanzia fideiussoria nei confronti dell’istituto bancario  o assicurativo che ha prestato la garanzia  a fronte di contributo rateizzato viene avviata di prassi entro circa un mese dall'avvenuta scadenza della rata.
L’istituto bancario o assicurativo deve provvedere al pagamento entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta da parte del Comune.
Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Amministrativo contabilità e costi di costruzione

Sanzioni edilizie per sanatorie secondo la disciplina della Legge Regionale 12/2017

  • CILA con lavori in corso di esecuzione (art. 16-bis, comma 1, secondo periodo, Legge Regionale 23/2004): sanzione pari a € 333,00;
  • CILA a sanatoria anche con opere (art.16-bis, comma 1, primo periodo, della Legge Regionale 23/2004): sanzione pari a € 1.000,00;
  • SCIA con lavori in corso di esecuzione (art. 18, comma 2, della Legge Regionale 23/2004): sanzione pari a € 2.000,00;
  • SCIA/PdC con accertamento di conformità (art. 17, commi 1, 2 e 3, L.R. 23/2004): oblazione da determinarsi in base ai criteri di cui alle Delibere di Giunta Comunale n. 23374/281 del 14.12.2010 e n. 13 del 05.02.2015, specificando che per abusi antecedenti all'entrata in vigore della L.R. 23/2004 continuano ad applicarsi le sanzioni di cui agli artt. 36 e 37 del D.P.R. 380/2001. 

Sanzioni aggiuntive (CC.DD. "Afflittive") ai sensi dell'art. 10 Legge Regionale 23/2004 in tema di sanatorie riguardanti edifici vincolati 

Si rinvia alle Delibere di Giunta Comunale n. 23374/281 del 14.12.2010 e n. 13 del 05.02.2015, nonché al D.P.R. 380/2001 e smi (sanzione pecuniaria a seguito di constatata inottemperanza ad ordine di demolizione e ripristino).

Sanzioni per l'accertamento di compatibilita' paesaggistica ai sensi dell'art. 167 del d.lgs. 42/2004 (c.d. "Codice Urbani")

Le modalità di calcolo sono determinate nel D.M. 26 settembre 1997.

Normativa

Legge regionale 23/2004 e s.m.e i.
DPR 380/01 e s.m.e.i
Regio Decreto 14/4/1910 n.639.
Delibere di Giunta Comunale n. 23374/281 del 14/12/2010 e n. 13/2015 del 5/2/2015
Articoli 1175, 1227, 1375 C.C.

Dove Rivolgersi:
SUE Sportello Unico Edilizia - Accettazione e ritiro
Orario estivo
dal 22 luglio al 6 settembre 2019 il pomeriggio chiuso
Indirizzo: Via Emilia A San Pietro, 12 - 42121 Reggio Emilia
Orario: Esclusivamente per la consegna ed il ritiro delle pratiche l'ufficio riceve: Su appuntamento il mercoledý, giovedý e venerdý mattina. L'appuntamento pu˛ essere preso esclusivamente online. Ad accesso libero il martedý dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 e 17.00.
Telefono: 0522 456380 Gli operatori sono contattabili telefonicamente dal lunedý al venerdý dalle 8.30 alle 9.00.
Fax: 0522 456110
Sportello tecnico informazioni
Indirizzo: Via Emilia A San Pietro, 12 - 42121 Reggio Emilia
Orario: Lo sportello informazioniátecnicheáŔ apertoánei giorni diámartedý e venerdý dalle ore 9.00 alle ore 12.00. I tecnici, non impegnati allo sportello,áricevono solo previo appuntamento,áda concordarsiátelefonicamente o viaámail,ásecondo lo schema qui di seguito riportato.:
Mail e orari dei tecnici
Telefono: 0522 456554 - 0522 456396 (dalle ore 12.15 alle 13.15)
Fax: 0522 456144
Ufficio amministrativo oneri edilizi
Indirizzo: Via Emilia A San Pietro, 12 - 42121 Reggio Emilia
Orario: Gli operatori ricevono esclusivamente su appuntamento, da richiedersi preferibilmente via e-mail.
Telefono: Anna Chiara Tosi 0522 456343 Marisa Iotti 0522 456561
Fax: 0522 456110
;