REI - Reddito di Inclusione

Ultimo Aggiornamento: 09/21/2018

Cos'è il REI (Reddito di Inclusione)

ll Reddito di Inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà, condizionata alla valutazione della condizione economica. Viene erogato dal 1° gennaio 2018 e sostituisce il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e l'ASDI (Assegno di disoccupazione).
Il REI si compone di due parti:
- un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI);
- un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto dai servizi sociali del Comune.

A chi si rivolge

Famiglie in possesso dei requisiti indicati di seguito.

Requisiti di residenza e soggiorno - il richiedente deve essere congiuntamente:

  • cittadino dell'Unione Europea o suo familiare, che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o apolide in possesso di analogo permesso o titolare di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria);
  • residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.

Requisiti Economici -  il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di: 

  • un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6 mila euro;  
  • un valore ISRE (l'indicatore reddituale dell'ISEE, ossia l'ISR diviso la scala di equivalenza) non superiore a 3 mila euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20mila euro; 
  • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10mila euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola).

Altri requisiti - per accedere al REI è necessario che ciascun componente del nucleo familiare: 

  • non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l'impiego (NASPL) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria; 
  • non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • non possieda navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005). 

Contributo

Il sostegno economico varia in base al numero dei componenti il nucleo familiare e alle risorse di cui la famiglia dispone per soddisfare i bisogni di base. Il beneficio viene concesso per un periodo massimo di 18 mesi e, se necessario, potrà essere rinnovato per ulteriori 12 mesi. In tal caso, la richiesta di rinnovo potrà essere inoltrata non prima di 6 mesi dall'erogazione dell'ultima mensilità. 
Il versamento del beneficio decorre dal mese successivo alla richiesta. Condizione necessaria per accedere al beneficio è aver sottoscritto il Progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa predisposto dai Servizi Sociali dei Comuni e/o dal Centro per l'impiego, con il quale la famiglia è tenuta a svolgere determinate attività. Il beneficio economico viene versato mensilmente su una carta di pagamento elettronica (Carta REI).

Carta REI 

Completamente gratuita, funziona come una normale carta di pagamento elettronica con la differenza che, anziché essere caricata dal titolare della carta, è alimentata direttamente dallo Stato. La carta deve essere usata solo dal titolare e permette di:

  • prelevare contante entro un limite mensile massimo di 240 euro;
  • fare acquisti tramite POS in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati;
  • pagare le bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali; - avere uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l'eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket.


La carta può inoltre essere utilizzata negli ATM Postamat per controllare il saldo e la lista movimenti.

Il Progetto di attivazione sociale ed inserimento lavorativo

Contiene tutte le misure ritenute opportune per combattere l’esclusione sociale dei beneficiari e favorire il loro inserimento lavorativo, individuate dai servizi sociali territoriali in collaborazione con i Servizi per il Lavoro, nonché altri soggetti pubblici e privati del territorio, così come gli impegni assunti dai beneficiari. Il progetto è sottoscritto dai beneficiari e dai servizi coinvolti. 

Motivi di perdita del beneficio

Il beneficio può decadere nel caso in cui si perdano i requisiti di accesso (ad es. si superi il livello ISEE massimo) oppure nei seguenti casi:

  • mancata sottoscrizione del Patto;
  • mancato rispetto degli obblighi previsti dal Progetto di attivazione sociale ed inserimento lavorativo; 
  • presenza di comportamenti incompatibili con il progetto da parte dei componenti il nucleo familiare (es: non partecipazione a corsi di riqualificazione, mancata frequenza scolastica dei minori ecc.); 
  • mancata comunicazione della modifica del nucleo familiare dichiarato in DSU

Modalità di richiesta

La domanda per ottenere il REI (allegata) deve essere presentata da uno dei componenti il nucleo familiare allo Sportello del Polo sociale del quartiere di residenza. Si riceve per la compilazione della domanda solo su appuntamento, occorre quindi contattare il polo sociale di residenza via mail o via telefono negli orari di accesso telefonico. Eventuali richieste di informazioni potranno essere gestite solo negli orari definiti ad accesso libero.


Polo Sociale Nord, via F.lli Manfredi 12/c, tel: 0522/585401, email: sportellosocialepolonord@comune.re.it 
Orario ad accesso libero per REI: mercoledì dalle 11.00 alle 13.00.
Accesso telefonico per la richiesta di appuntamento: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14.30 alle 17.30.

Polo Sociale Sud, via Gandhi 20/a , tel. 0522/585477, email: sportellosocialepolosud@comune.re.it
Orario con accesso libero per REI: mercoledì dalle 8.30 alle 10.30.
Accesso telefonico per la richiesta di appuntamento: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14.30 alle 17.30.

Polo Sociale Est, via Vecchi 2/a, tel. 0522/585488,e mail: sportellosocialepoloest@comune.re.it 
Orario ad accesso libero per REI: mercoledì dalle 11.00 alle 13.00.
Accesso telefonico per la richiesta di appuntamento: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14.30 alle 17.30.

Polo Sociale Ovest, via Fratelli Cervi 70,  tel. 0522/585460, email: sportellosocialepoloovest@comune.re.it
Orario con accesso libero per REI: mercoledì dalle 8.30 alle 10.30; 
Accesso telefonico per la richiesta di appuntamento: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14.30 alle 17.30.

 Documenti per la domanda

Documenti necessari:  

  • Domanda redatta su apposito modello predisposto dall'INPS (allegata);
  • Dichiarazione ISEE ovvero ISEE  in corso di validità, completa di DSU, pari o inferiore ad euro 6 mila euro.

 Documenti Eventuali: 

  • Copia permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (per chi non è cittadino italiano o comunitario) o titolo di protezione internazionale; 
  • Certificato attestante lo stato di disoccupazione se presente (per ogni componente in età lavorativa del nucleo – non si considerano a tal fine le persone non autosufficienti o inabili al lavoro e studenti), da farsi rilasciare dal Centro per l'Impiego;
  • Patto di servizio o Programma di ricerca intensiva dell'occupazione per ogni  componente del nucleo non inabile al lavoro rilasciato dal Centro per l'Impiego;
  • Se uno o più componenti hanno iniziato un'attività lavorativa successivamente al 1 gennaio dell'anno di riferimento dei redditi dichiarati in ISEE (ad esempio dopo l'1/1/2016 per l'ISEE 2018) e l'attività lavorativa è in corso nel 2018: portare le buste paga 2018).

Note

Dal 1 luglio 2018 ottengono in modo automatico il beneficio RES i cittadini che siano già destinatari della misura nazionale REI. 
Chi è già beneficiario di RES e vuole passare al nuovo REI+ RES deve presentare domanda di REI/RES e, se viene accettata, somma il beneficio nazionale con quello regionale.
Se la domanda REI viene rifiutata, il richiedente conserva il vecchio beneficio RES fino alla naturale scadenza (durata complessiva 12 mesi)