Comune di Reggio Emilia

Home Il Comune Organizzazione Politica Graziano Delrio Graziano Delrio: biografia e dati trasparenza

Graziano Delrio: biografia e dati trasparenza

Ultimo Aggiornamento: 01/26/2012

Sindaco Graziano Delrio

Graziano Delrio è sindaco di Reggio Emilia dal 2004; dall’ottobre 2011 è presidente dell’Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani.
Il 28 aprile 2013 ha giurato fedeltà alla Costituzione come Ministro per gli Affari regionali ed Autonomie.
Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014.

Come sindaco amministra Reggio Emilia interpretandola come “città delle persone”: un’idea di città come comunità accogliente e aperta, serena, sicura e solidale, portando avanti così la tradizione di buon governo emiliano.
Dal primo mandato sono stati aperti cinque Poli dei servizi sociali sul territorio per un welfare di comunità, fatto di servizi pubblici come di microprogetti a misura delle singole famiglie e di relazioni di autoaiuto. In questi anni è stato ulteriormente ampliato il diritto all’educazione con più posti nei nidi e nelle scuole dell’infanzia e con le ristrutturazioni di sei scuole elementari. Resta centrale per la città l’esperienza di Reggio Children e del Reggio Approach, sistema educativo che poggia su una rete internazionale presente in tutto il mondo e che ora, al Centro Internazionale di Reggio, lavora su un’educazione 0-99 anni.
Nella mobilità sostenibile e nella raccolta dei rifiuti, con un sistema integrato di raccolta differenziata dei rifiuti e porta a porta, Reggio Emilia è ai primi posti in Italia. Le piste ciclabili permettono spostamenti sicuri tra la periferia e il centro e continua a coinvolgere intere classi delle scuole elementari l’esperienza del bicibus, spostamento casa scuola sulle due ruote. Una rete di infrastrutture ha cercato di ridurre gli attraversamenti nelle frazioni e a fine 2012 verrà aperta la stazione mediopadana dell’alta velocità progettata da Santiago Calatrava.
Le biblioteche e ludoteche decentrate rappresentano, insieme alla biblioteca centrale Panizzi con la sala affrescata da Sol Lewitt, un’altra eccellenza nella cultura diffusa, che il sindaco ha voluto mantenere anche in epoca di risorse scarse arrivando all’apertura di una nuova biblioteca e all’apertura domenicale. Il principale evento culturale della sua amministrazione è Fotografia europea, che si tiene ogni anno ai primi di maggio.
La riqualificazione della città storica, in particolare della piazza dei Teatri municipali Valli e Ariosto, è stata finalizzata a favorire le relazioni tra le persone, al ritrovare la piazza come momento di incontro, con panchine, distese e alberi. Il centro storico è anche ad alta connettività grazie al wi-fi gratuito nelle piazze e distese.
Riguardo l’esperienza amministrativa e un nuovo possibile modello emiliano, Delrio ha recentemente pubblicato per Donzelli, Saggine, il libro “Città delle persone. L’Emilia, l’Italia e una nuova idea di buon governo” (2011).

Graziano Delrio è nato nel 1960 a Reggio Emilia, è laureato in medicina, specializzato in endocrinologia. Ricercatore universitario con studi in Gran Bretagna e Israele, è sposato con Annamaria, padre di nove figli, è cresciuto nel quartiere della Rosta Vecchia, dove ha respirato i valori della sinistra riformista, del cattolicesimo democratico e dell’impegno sociale. Con l’Associazione Giorgio La Pira, di cui è stato fondatore e presidente, ha promosso iniziative culturali e di solidarietà. E’ stato eletto in consiglio comunale nel 1999 e consigliere regionale nel 2000, diventando presidente della Commissione sanità e politiche sociali della Regione Emilia-Romagna. Nel 2004 l’elezione a sindaco di Reggio Emilia con il 63% con l’Unione, e, durante il mandato, l’incarico di vicepresidente Anci con delega al welfare. Nel 2009 la riconferma con il 52,4%, l’incarico di vicepresidente Anci con delega al personale, poi alla finanza, quindi l’elezione a presidente al congresso Anci nell’ottobre 2011 a Brindisi. E’ presidente del comitato promotore della campagna per i diritti di cittadinanza “L’Italia sono anch’io”.

Il 28 aprile 2013 ha giurato fedeltà alla Costituzione come Ministro per gli Affari regionali ed Autonomie.
Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014.

Reddito corrisposto nel 2012: euro 64344,84
Rimborso spese corrisposto nel 2012: euro 179,50