Comune di Reggio Emilia

HomeReggio Emilia partecipa alla sfida "European Cycling Challenge" 2015

Reggio Emilia partecipa alla sfida "European Cycling Challenge" 2015

Ultimo Aggiornamento: 04/29/2015

Quest'anno il Comune di Reggio Emilia partecipa dal Primo maggio all'iniziativa European Cycling Challenge - ECC2015, una sorta di “sfida” che durerà per tutto il mese e che vedrà le città europee partecipanti sfidarsi l’un l’altra nell’utilizzo della bici come mezzo di trasporto urbano per gli spostamenti quotidiani. I partecipanti, tracciando i propri spostamenti in bici mediante la app gratuita Cycling365 per smartphone, contribuiscono all’ammontare dei km percorsi dalla loro città. La sfida è aperta a tutte le persone che si spostano in bici nel territorio comunale. Tra i partecipanti di Reggio Emilia in particolare, una volta terminato il mese, ne verranno estratti quattro che vinceranno una bicicletta pieghevole offerta dalla Til. Per iscriversi, occorre semplicemente scaricare la app Cycling365 e iscriversi alla squadra di Reggio Emilia.

Per tutto il mese sarà anche possibile partecipare a una competizione sui social network, condividendo su Facebook, Twitter e Instagram le foto dei propri percorsi in bici, utilizzando gli hashtag #ecc2015RE e #ecc2015.

L’alta partecipazione a livello europeo all’edizione 2014 ha sancito il ruolo strategico della sfida nella promozione all’uso della bicicletta per gli spostamenti urbani, a conferma del premio Civitas che la Commissione Europea le aveva già assegnato l’anno scorso. Nell'ultima edizione, la ECC2014 aveva infatti visto 32 città sfidarsi per tutto il mese di maggio, coinvolgendo 17 mila partecipanti. Sono stati percorsi oltre 1,5 milioni di km ed è stato stimato un risparmio complessivo di 183 tonnellate di CO2.
Roma, Varsavia, Oslo, Barcellona, Bristol, Lille, Bologna, Padova sono solo alcune delle città che hanno partecipato alla scorsa edizione, e prenderanno nuovamente parte all’iniziativa il prossimo mese di maggio.

Le classifiche, sia quella locale (tra partecipanti), sia quella europea (tra città), sono aggiornate costantemente e permettono di confrontarsi in maniera divertente da un lato tra concittadini, colleghi e amici e dall’altro tra le città partecipanti.
Nelle precedenti edizioni, questo avvincente meccanismo di monitoraggio in tempo reale ha dato luogo a un altrettanto avvincente meccanismo di coinvolgimento reciproco dei cittadini, attraverso il passaparola e i social network.

La “sfida” ha inoltre una forte valenza per chi, come le amministrazioni locali, è impegnato nella verifica della rete ciclabile esistente e nella pianificazione di quella futura.
Tutti i dati gps registratati in forma anonima durante il mese di maggio potranno essere elaborati dall'amministrazione comunale al fine di identificare i percorsi utilizzati realmente dai ciclisti per i loro spostamenti quotidiani e quindi monitorare i risultati delle proprie politiche.

Domenica 10 maggio, inoltre, torna Bimbimbici, la pedalata cittadina per bambini e famiglie che promuove la mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola e in generale nella vita quotidiana. La manifestazione, giunta alla sedicesima edizione, partirà dal centro storico per raggiungere il parco del Carrozzone dove la carovana di ciclisti potranno riposarsi e partecipare a giochi e animazione a cura della Polizia Municipale sul tema della sicurezza stradale. Nell'occasione si svolgerà anche la premiazione del quinto torneo “Cammina e pedala (a scuola)”, a cui hanno preso parte 3.300 ragazzi tra i 6 e i 14 anni di sedici scuole reggiane.

La partenza della biciclettata - organizzata dal Comune di Reggio-Servizio Politiche per la Mobilità e dall’associazione Tuttinbici-Fiab di Reggio - è alle ore 15 da piazza Fontanesi (ritrovo alle ore 15), dove confluiranno i bambini e le loro famiglie. Il percorso si snoderà lungo via Ariosto, corso Garibaldi, via Emilia Santo Stefano, via Brigata Reggio, parco del Carrozzone. Qui, alle 16, i bambini potranno fare merenda e partecipare a giochi e animazioni sul tema della sicurezza stradale. I bambini dovranno essere accompagnati lungo il percorso da un adulto. E’ consigliato l’uso del casco.
Il costo dell’iscrizione, pari a un euro a bambino, sarà devoluto in beneficenza all'associazione CuraRE Onlus – MIRE Maternità Infanzia Reggio Emilia, per la costruzione della nuova ala dell'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, dedicato alla tutela della salute della donna e del bambino.
Alle ore 18 si svolgerà invece la premiazione del quinto torneo “Cammina e Pedala (a scuola)”, la manifestazione che coinvolge ogni anno bambini e famiglie delle scuole primarie in spostamenti sostenibili, ovvero senza l’utilizzo dell’auto, nei percorsi casa-scuola. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 17 maggio.

Hanno detto
Reggio Emilia partecipa alla sfida "European Cycling Challenge"Le iniziative in programma nel mese di maggio per promuovere l'utilizzo della bicicletta in ambito urbano sono state illustrate questa mattina in Municipio.“Reggio Emilia fa parte di una rete di città capoluogo che in questi anni hanno fatto investimenti e interventi consistenti sul territorio per promuovere la mobilità sostenibile - ha affermato l'assessore alla Mobilità sostenibile Mirko Tutino – Inoltre, l'iniziativa si rivela particolarmente utile anche per l'Amminstrazione che, attraverso la App che i cittadini utilizzano, può raccogliere i dati sulla fruizione dei percorsi ciclabili e implementare al meglio le proprie politiche a favore della mobilità sostenibile”. Il meccanismo che permette di costruire questa base dati è stato illustrato dal dirigente del Servizio politiche per la mobilità del Comune Alessandro Meggiato, che ha evidenziato come “la possibilità di visualizzare delle cosiddette mappe di calore, che evidenziano i punti più utilizzati dai ciclisti consentirà al comune di pianificare meglio i propri interventi di mobilità”.
L'assessore all'Agenda Digitale Valeria Montanari si è invece soffermata sul valore di queste iniziative, in particolare di quelle rivolte ai bambini e alle scuole come “Cammina e pedala”, sottolineando come “contribuiscano fin dall'infanzia ad accrescere la consapevolezza del valore della mobilità sostenibile negli spostamenti urbani, dal punto di vista sia dei benefici ambientali sia delle occasioni di socialità che offre il recarsi insieme a scuola a piedi o in bici. Sono i bambini i veri promotori di questa iniziativa, perché spesso svolgono un'opera di sensibilizzazione nei confronti delle loro famiglie”.
Infine, l'impegno nelle scuole della Fiab è stato rimarcato dal presidente dell'associazione Gianfranco Fantini: “Anche quest'anno il numero dei bambini coinvolti è elevato, circa 3.300 su una popolazione scolastica di 8.000”.