Comune di Reggio Emilia

HomeTaxi, bando per le nuove licenze

Taxi, bando per le nuove licenze

Ultimo Aggiornamento: 06/23/2016

La Giunta Comunale ha approvato la delibera per la pubblicazione del bando relativo all'assegnazione di 24 nuove licenze: 15 subito e 9 nel 2017, per un incremento di oltre il 60 per cento dell'offerta di servizio.

Con la delibera, approvata oggi dalla Giunta comunale, di indizione di un Bando per 24 nuove licenze di servizio Taxi, entro poche settimane Reggio Emilia avrà l'assegnazione di 15 nuove licenze alle quali seguiranno ulteriori 9 licenze entro il 2017.
Passare dalle attuali 36 a un totale di 51 licenze da subito, significa incrementare del 40 per cento l'offerta e con il successivo passaggio (le altre 9 licenze del 2017) si raggiungerà un incremento di oltre il 60 per cento.

“Il Bando è un passaggio fondamentale per la realizzazione nella nostra città di una mobilità più efficiente e sostenibile – è il commento del sindaco Luca Vecchi e dell'assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni Mirko Tutino - Da anni esisteva questa necessità ed ora si agisce con un intervento, voluto dal Comune e concertato con la Provincia e con l'Agenzia per la Mobilità, che porterà ad un rapido incremento del servizio. La stazione Av Mediopadana sarà servita meglio e il resto della città avrà una maggiore offerta. Con un incremento delle licenze nessuno verrà penalizzato, perché si aumenterà l'offerta e si copriranno esigenze presenti e che ad oggi non sono soddisfatte. Siamo giunti a questa decisione in un clima costruttivo, condividendo le misure assunte, che sono state prese nell'interesse generale. Un clima ben diverso da quello registrato in tante altre città italiane, su questo tema”.

Da quasi 20 anni infatti il numero di licenze era invariato a Reggio Emilia. Il percorso di condivisione, che ha portato all'aumento delle licenze, si è svolto nell'ambito della commissione taxi, dove i rappresentanti della categoria hanno tenuto un atteggiamento costruttivo, e dove si è raggiunto appunto l'accordo.
Inoltre sono stati concordati con i tassisti strumenti per acquisire informazioni sui mezzi in servizio (ad esempio, collocazione sul territorio, tempistiche delle corse), utilizzando il sistema satellitare esistente, controllato dalla centrale radio-taxi. Nel Bando sono inoltre previste riduzioni progressive dell'importo della licenza in proporzione alla sostenibilità (qualità eco-sostenibile) dei mezzi utilizzati per il trasporto. Un'attenzione particolare è rivolta alle dotazioni tecniche dei veicoli in favore dei disabili.
Si valorizzano dunque le soluzioni tecnologiche volte a migliorare il servizio nel suo complesso, a vantaggio sia degli utenti, sia degli stessi tassisti, sia dell'ambiente urbano.

Il Bando – che sarà pubblicato prossimamente a cura dell'Agenzia per la Mobilità di Reggio Emilia, organo competente in materia di trasporto pubblico - vuole favorire i giovani che si proporranno come tassisti e mirerà, oltre a valorizzare le competenze di guida, alla conoscenza delle lingue e della geografia della città. Si favoriranno inoltre i mezzi più ecologici ed attrezzati al trasporto per i diversamente abili.

Il Bando sarà pubblicato prossimamente a cura dell'Agenzia per la Mobilità di Reggio Emilia, organo competente in materia di trasporto pubblico.
Stamani la Giunta ha dato il via libera alle bozza predisposta dalla stessa Agenzia.

Di seguito si riportano i passaggi salienti della proposta:

Caratteristiche della licenza
La licenza verrà rilasciata per veicoli la cui prima immatricolazione non dovrà essere anteriore all’anno 2016, dotati di sistema di rilevazione satellitare (Avm) - per consentire la tracciabilità in tempo reale della posizione dei mezzi - e di strumenti per il pagamento elettronico (Pos). L’obbligo dell’Avm e del Pos è da intendersi permanente per tutta la durata della licenza.

L’assegnazione delle licenze è a titolo oneroso e vincolata al versamento dell’importo di 60.000 euro per ciascuna licenza.
Tale importo sarà ridotto:

  • a 40.000euro nel caso di impegno ad utilizzare un veicolo con emissioni di CO2 inferiori a 120 g/km;
  • a 25.000 euro nel caso di impegno ad utilizzare un veicolo con emissioni di CO2 inferiori a 96 g/km;
  • a 10.000 euro nel caso di impegno ad utilizzare un veicolo ad emissioni zero.

Le riduzioni sotto indicate potranno cumularsi, alternativamente, agli importi sopraindicati:
  • nel caso di ulteriore impegno a utilizzare veicoli dotati di seggiolino estraibile per facilitare l’accesso a passeggeri portatori di disabilità motorie: 5.000 euro;
  • nel caso di ulteriore impegno a utilizzare veicoli dotati di sistemi di accesso autonomo a passeggeri portatori di disabilità motorie: 10.000 euro.

La licenza è vincolata all’impegno ad utilizzare veicoli a emissioni ridotte e /o dotazioni in grado di facilitare l’uso a persone portatrici di disabilità motorie per una durata di 10 anni dalla data di rilascio.

In caso di violazione degli obblighi assunti in ragione delle riduzioni sopraindicate in qualsiasi momento accertato, si procederà a revoca della licenza stessa, senza restituzione degli importi versati a seguito di assegnazione.

Requisiti di ammissione
Per la partecipazione al concorso occorre:
  1. non aver superato l’età massima di 55 anni alla data di emissione del bando;
  2. avere superato l’esame di idoneità oppure essere iscritto nel ruolo dei conducenti di cui all’art.6 della L. 15/01/92 n. 21, sezione autovetture, ovvero in analogo elenco di uno Stato dell’Unione Europea o di altro Stato che riconosca ai cittadini italiani il diritto di prestare attività per servizi analoghi;
  3. essere in possesso della patente di cat. B o superiore in corso di validità, nonché del certificato di abilitazione professionale di categoria KB;
  4. non aver trasferito una precedente licenza taxi nei cinque anni precedenti;
  5. non essere titolare di altra licenza taxi rilasciata da questo o altro Comune.

I requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda di ammissione al concorso e permanere in capo al richiedente fino a quando si mantiene la titolarità della licenza.

Prove di esame
Il concorso si articolerà in una prova scritta ed una prova orale, su diversi temi, quali: disposizioni normative e regolamentari vigenti in materia di servizi pubblici non di linea (Codice della Strada e relativo Regolamento di esecuzione); elementi di toponomastica locale e dei principali siti storici o di pubblico interesse del Comune e del territorio circostante; una tra le seguenti lingue straniere: inglese, francese, tedesco, spagnolo. La conoscenza della lingua prescelta verrà giudicata da esperti che integreranno la Commissione di concorso. Al pari delle altre prove d’esame, anche quest’ultima verrà valutata in trentesimi.

Modalità e termini di presentazione delle domande di partecipazione
Il Bando di concorso e gli allegati saranno disponibili sul sito internet dell’Agenzia della Mobilità di Reggio Emilia http://www.am.re.it;

Titoli preferenziali
Costituiranno titoli preferenziali, che dovranno essere opportunamente certificati, nell'ordine:
A. l’aver esercitato attività per un periodo di almeno 6 mesi in qualità di:
    • collaboratore familiare, sostituto o dipendente, legittimato con atto formale, di titolare di licenza taxi;
    • autista alla dipendenza di enti pubblici o imprese private di trasporto persone;
    • titolare di autorizzazione Ncc con auto;

B. l’essere iscritto nelle liste di disoccupazione o di mobilità, da almeno 6 mesi antecedenti alla data di pubblicazione del bando, in funzione della maggior durata dell’iscrizione stessa;

C. Il minor reddito del nucleo familiare, calcolato col metodo Isee.

Rilascio licenze e autorizzazioni - documentazione di requisiti e condizioni
L’assegnazione delle licenze avverrà con le seguenti modalità:
  • 15 licenze al termine delle procedure concorsuali definite nel presente bando;
  • 9 licenze dopo 12 mesi dalla data di approvazione della graduatoria da parte dell' Agenzia per la Mobilità.
Tale secondo rilascio potrebbe essere rinviato per un periodo non superiore a sei mesi a seguito di motivata relazione dell’Amministratore unico dell'Agenzia.

L’assegnatario dovrà, inoltre, dimostrare di aver provveduto al pagamento del corrispettivo indicato. Le modalità di pagamento saranno indicate, a suo tempo, dall' Agenzia per la Mobilità. Al fine di facilitare l’accesso alla professione, l'Agenzia potrà concedere rateizzazioni del pagamento del corrispettivo; tali rateizzazioni potranno essere concesse a assegnatari di età inferiore a 35 anni; assegnatari il cui Isee sia inferiore a 16.000 euro.
La durata massima della dilazione è pari a cinque anni; l’eventuale mancato pagamento anche di una sola rata entro i termini stabiliti comporterà la revoca della licenza.