Comune di Reggio Emilia

Home InnovaRE - Innovazione sociale e smart...Convegno 'Innovazione sociale, beni comuni, modelli di collaborazione'

Convegno 'Innovazione sociale, beni comuni, modelli di collaborazione'

Ultimo Aggiornamento: 03/08/2017

Il 14 e 15 marzo 2017, il Centro Internazionale Loris Malaguzzi ospita il convegno 'Innovazione sociale, beni comuni, modelli di collaborazione. La città e lo sviluppo delle comunità locali'.

Le pressioni che i sistemi urbani subiscono in ragione dei processi di mutamento demografico, climatico, economico impongono alle città di dare risposta a sfide vecchie e nuove. Le città italiane non si sono fatte trovare impreparate, e hanno messo in campo una pluralità di pratiche e sperimentazioni all’insegna della collaborazione e riguardanti i diversi settori delle politiche urbane, attivando così una community dell’innovazione urbana.

Al protagonismo delle istituzioni si è accompagnato un crescente protagonismo delle comunità nella tutela dei beni comuni urbani. Le città sempre più si vanno trasformando grazie a iniziative sociali, economiche, culturali che nascono e sopravvivono tramite l’attivazione di nuove reti e relazioni. A partire dai progetti Collaboratorio Reggio e QUA – Quartiere bene comune, realizzati dal Comune di Reggio Emilia, parleremo con esperti della sfida dell’Agenda Urbana legata ai temi dell’innovazione.

Programma completo:

14 marzo

ore 11.00-13.30
L'innovazione sociale nell'agenda urbana nazionale
Secondo incontro della community ANCI per la costruzione dell'Agenda Urbana
Ad invito

Dopo la tappa di Lecce, il 22 e 23 febbraio scorsi, la smart community italiana sulle politiche urbane innovative nazionali ed europee, lanciata da ANCI in quella prima occasione, si ritrova a Reggio Emilia per  proseguire la formulazione di un'Agenda Urbana Nazionale. La tappa di Reggio Emilia rappresenta una nuova occasione per favorire lo scambio di esperienze e soluzioni, la costruzione di reti e partenariati per la partecipazione a progettualità future.


ore 15.00-18.30
Città collaborative e sviluppo territoriale
Collaboratorio-Reggio e modelli nazionali a confronto

Collaboratorio Reggio è il percorso di progettazione del Laboratorio Aperto ai Chiostri di San Pietro, il luogo di Reggio Emilia dove politiche e prassi di innovazione sociale e dei servizi alla persona troveranno opportunità di sviluppo e sintesi territoriale. In questo spazio di co-design di servizi e soluzioni, istituzioni e innovatori sociali, imprese e mondo della ricerca e dell'educazione, associazionismo formale e informale potranno incontrarsi e confrontarsi, sperimentare e produrre valore sociale ed economico, costruire occasioni di lavoro e di benessere per la comunità.

Collaboratorio Reggio
Collaboratorio Reggio: un laboratorio aperto per l'innovazione sociale e delle politiche pubbliche
Valeria Montanari, Assessora ad Agenda digitale, partecipazione e cura dei quartieri – Comune di Reggio Emilia
  • Collaboratorio Reggio ai Chiostri di San Pietro: nuove pratiche di rigenerazione urbana tra progetto architettonico e progetto gestionale
    Massimo Magnani, direttore Area Competitività e Innovazione Sociale - Comune di Reggio Emilia
  • La progettazione del modello gestionale e organizzativo di Collaboratorio Reggio
    Fabrizio Montanari
    , docente - Università di Modena e Reggio Emilia
  • La comunità co-progettante del Collaboratorio Reggio: metodo e risultati
    Christian Iaione
    , docente – Università LUISS Guido Carli, Roma

Casi nazionali a confronto
  • Imprese culturali e partecipative. Un triplo ossimoro? Il caso del CAOS di Terni
    Linda Di Pietro
    , Amministratore Unico Indisciplinarte - Presidente RENA
  • La città zero gare
    Felice Scalvini
    , Assessore alle Politiche per la Famiglia, la Persona e la Sanità - Comune di Brescia
  • Cantieri aperti verso l'urban center
    Valeria Troia
    , Assessore all’Innovazione e Urban Center – Comune di Siracusa
  • Esempi di innovazione sociale nei servizi educativi a Milano
    Susanna Mantovani
    , direttore Dipartimento di Pedagogia – Università Milano Bicocca
Conclusioni a cura di Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia


15 marzo

ore 9.30-13.00
Laboratori urbani aperti: verso città sostenibili, inclusive, intelligenti
Esperienze di progettazione dell'innovazione in Emilia-Romagna, nell'ambito del programma di finanziamento POR FESR, Asse 6 'Città attrattive e partecipate'

Nel periodo di programmazione 2014-2020 i Fondi SIE hanno riservato una rinnovata e più centrata attenzione alla dimensione urbana. Il POR FESR Emilia-Romagna ha fatto propria questa componente riservandole un ruolo di rilievo nel disegno strategico del Programma attraverso un asse dedicato 'Città attrattive e partecipate' declinato in chiave innovativa e di partecipazione. A dare attuazione all’Asse 10 'Laboratori Aperti' da costituire nelle principali città dell’Emilia-Romagna ad interpretare le vocazioni specifiche, contribuendo allo stesso tempo alla creazione di una rete regionale.
  • L’esperienza dell’attuazione dell’agenda urbana nel POR FESR Emilia Romagna 2014-2020 ed il Laboratorio Urbano
    Daniela Ferrara,
    Responsabile Coordinamento ed Attuazione dei POR FESR e FSE Emilia-Romagna, Regione Emilia-Romagna
  • Laboratorio Aperto Rimini Tiberio
    Eugenia Rossi di Schio
    , Assessore all'innovazione digitale, ricerca e sviluppo, servizi civici – Comune di Rimini
  • L'Asse 6 del POR FESR a Modena: il rilancio del comparto ex AMCM, puntando sulla vocazione culturale e creativa della città
    Giuseppe Caruso
    , Project manager Ufficio Politiche europee e relazioni internazionali – Comune di Modena
  • Casa Bufalini Volta Pagina: il percorso partecipato della città di Cesena
    Roberto Zoffoli
    , Responsabile del Servizio Pianificazione Strategica, Progetti Integrati Comunali, Nazionali ed Europei - Comune di Cesena
  • Un teatro storico per un'innovazione aperta nella città di Ferrara
    Fabio De Luigi
    - dirigente Sistemi informativi e statistica, Progetti Smart City - Comune di Ferrara
    Matteo Zulianello, Avanzi - Sostenibilità per Azioni
  • Collaboratorio Reggio: pratiche di innovazione a Reggio Emilia
    Nicoletta Levi
    , Dirigente Servizio Politiche per il Protagonismo responsabile e la città intelligente – Comune di Reggio Emilia
  • Lo smart index in Emilia-Romagna e a Reggio Emilia
    Marco Mena
    - Senior Advisor Ernest&Young
  • Imparare dall'Europa: buone pratiche in ambito europeo
    Illustrazione di casi di innovazione sociale e living labs : Ghent, Malmö, Fundão a cura di Comune di Reggio Emilia


ore 14.30 – 16.30
Collaborazione e innovazione sociale
Nuove frontiere per lo sviluppo delle comunità

Quali condizioni favoriscono la nascita dell'innovazione? E quali sono le caratteristiche dei processi di innovazione e i luoghi in cui si manifesta più facilmente?
La letteratura e i contesti che sperimentano l'innovazione pongono l'accento sulle relazioni, le contaminazioni, gli scambi di conoscenza come le condizioni che favoriscono i cambiamenti. In altre parole, condivisione e collaborazione sembrano essere determinanti per dare origine a processi di innovazione.
Più numerosi sono i soggetti che collaborano, migliore è il risultato di innovazione che i loro scambi producono. E più orizzontali sono questi scambi, più generano risorse cognitive e mettono a valore competenze, esperienze, know how.
Per questo si parla non più e solo di istituzioni e imprese, di scuole e centri di ricerca, ma anche di associazioni e di aggregazioni informali e di cittadini.
E, per questo, si parla di conoscenza, informazioni, infrastrutture, servizi come risorse condivise, dell'amministrazione come governo della cosa pubblica, della città come bene comune.

Tutto questo ha a che fare con l'innovazione sociale, ovvero con lo sviluppo di idee e servizi che offrono risposte nuove ai bisogni sociali, generando socialità e relazioni.
Tutto questo ha a che fare con le città che sono i contesti territoriali migliori per sperimentare, talvolta in modo tacito, queste pratiche.
Per generare innovazione per lo sviluppo delle comunità e per la qualità della vita dei cittadini.


Tavola rotonda
Intervengono:
  • Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia, con delega al Welfare di ANCI
  • Palma Costi, Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma, Regione Emilia-Romagna
  • Maria Ludovica Agrò, Direttore dell'Agenzia per la coesione territoriale
  • Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo
  • Mattia Palazzi, Sindaco di Mantova
  • Sheila Foster, University Professor; Albert A. Walsh Professor of Law; Faculty Co-Director, Fordham Urban Law Center, co-founder di Lab-Gov
  • Christian Iaione, docente di governance dei beni comuni, sharing economy, diritto e politiche urbane, LUISS Guido Carli
  • Gianni Dominici, Direttore Generale FORUM PA


Coordina Alessia Maccaferri, giornalista de il sole 24ore.