Comune di Reggio Emilia

HomeCittà storica, rinasce il palazzo del Carbone

Città storica, rinasce il palazzo del Carbone

Ultimo Aggiornamento: 01/02/2013

Il palazzo del Carbone, edificio storico incastonato nel centro di Reggio Emilia, si avvia alla riqualificazione architettonica e funzionale, con interventi di restauro per la parte antica e di ristrutturazione per le parti più recenti, sulla base del Programma di riqualificazione urbana e delle indicazioni del Piano strategico di valorizzazione della Città storica, del Comune di Reggio Emilia.

La nuova destinazione dell’edificio prevede fra l’altro la realizzazione di 20 alloggi in edilizia convenzionata per giovani studenti e spazi per attività commerciali.

Comune e Acer (Azienda per la casa di Reggio Emilia) hanno firmato infatti con l’Istituto immobiliare del Nord spa, attuatore dell’intervento, due rispettivi accordi per la riqualificazione architettonica e funzionale e per la gestione del palazzo del Carbone.

Si tratta di un passaggio decisivo nell’attuazione del Programma di riqualificazione urbana della Città storica – il sistema portante costituito da piazza Martiri del 7 Luglio, piazza della Vittoria e piazza Prampolini – che ha consentito di restituire e sta restituendo alla città importanti spazi ed edifici, grazie a una proficua sinergia tra Comune e attori privati, attivando investimenti per diverse decine di milioni di euro.
Tra gli interventi compiuti: la stessa piazza Martiri del 7 Luglio e l’Isolato San Rocco, a cui si aggiungono la Galleria centrale (Mercato coperto), le piazze Fontanesi, Casotti e 24 Maggio, porta Santo Stefano. Tra quelli in corso: palazzo Busetti e Musei Civici.

L’intervento sul palazzo del Carbone coglie due obiettivi primari dell’Amministrazione comunale: da una parte contribuisce ad accrescere la residenzialità in centro storico, sviluppando l’offerta di edilizia convenzionata rivolta al mondo giovanile; dall’altra introduce nuovi elementi di qualità urbana e sostenibilità nella rete viaria minore del centro antico della città.

Il restauro della parte storica del palazzo del Carbone – compreso fra la via omonima e piazza Casotti - valorizza inoltre la stessa piazza Casotti, oggetto di un riuscito intervento di riqualificazione e, più in generale, la zona Sud del centro storico.

Riguardo alle funzioni dell’edificio, si crea una struttura vocata a una destinazione d’uso mista attraverso la compresenza di usi residenziali, terziari e commerciali.

Si prevedono il recupero del corpo storico a corte interna prospiciente via del Carbone quale elemento testimoniale di interesse architettonico e storico; il mantenimento e restauro della facciata dei primi del Novecento che prospetta su piazza Casotti.
Inoltre sono previsti allestimenti di attività commerciali, articolati in stretto rapporto con lo spazio pubblico che circonda il fabbricato.
L’accessibilità veicolare all’immobile è prevista da via del Carbone.

Gli accordi indicano, per un periodo minimo di 10 anni, l’affitto a giovani studenti dei 20 alloggi derivanti dalla ristrutturazione dell’immobile.

L’avvio dei lavori è previsto entro un anno dal rilascio da parte del Comune del titolo abilitativo a intervenire, sulla base del progetto esecutivo presentato dall’attore privato.