Comune di Reggio Emilia

HomeIl sindaco Vecchi: “Bene la revisione del Patto di stabilitā per i Comuni virtuosi”

Il sindaco Vecchi: “Bene la revisione del Patto di stabilitā per i Comuni virtuosi”

Ultimo Aggiornamento: 10/07/2014

“L'intenzione del Governo di rivedere i criteri del Patto di stabilitā interno č certamente positiva. Senza un investimento sulle cittā, senza mettere i Comuni in grado di investire, il Paese non riparte”. Lo ha detto il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, a margine della giornata di confronto ‘I sindaci d'Italia nell'Aula di Montecitorio. Idee per il futuro del Paese”, il 6 ottobre 2014.

Alla giornata, promossa dalla presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini in collaborazione con l'Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci), hanno partecipato 600 sindaci italiani e numerosi parlamentari.
Dopo l'incontro, il sindaco Vecchi ha commentato positivamente l'intenzione del Governo, delineata nelle conclusioni dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Graziano Delrio, di rivedere il Patto di stabilitā interno facendo in modo che quei Comuni, che hanno i bilanci in ordine, possano investire ed essere di stimolo alla ripresa economica e occupazionale delle rispettive comunitā.
“Quella di oggi alla Camera – ha detto il sindaco Vecchi – č stata un'iniziativa importante, che ci auguriamo ponga nuove basi per un rapporto virtuoso tra Comuni e Governo. L'intenzione del Governo di rivedere i criteri del Patto di stabilitā interno č certamente positiva. Senza un investimento sulle cittā, infatti, e in particolare sulla valorizzazione delle autonomie e della centralitā dei Comuni nei rapporti con i cittadini e le imprese, il motore del Paese non si riaccende. Le cittā sono in grado di giocare un ruolo fondamentale per la ripresa, la crescita e la tenuta sociale del sistema Italia, e devono essere messe nelle condizioni di farlo”.