Comune di Reggio Emilia

HomeBoom della bici in città

Boom della bici in città

Ultimo Aggiornamento: 05/05/2016

Mobilità sostenibile - a Reggio Emilia aumentano i ciclisti nei percorsi casa-scuola, casa-lavoro e in centro storico. Tre iniziative di primavera per l'educazione e la promozione dellabici: Bimbimbici, Annibale il serpente sostenibile ed European Cycling Challenge ECC2016

Reggio Emilia - da anni al vertice della classifica nazionale di Legambiente per la rete ciclabile (oggi 204 chilometri) più estesa in Italia in rapporto al numero di abitanti – fa registrare nuove performance positive nell'uso della bicicletta, ad ogni età, negli spostamenti urbani.

Sempre più bicicletta
Aumenta sensibilmente, infatti, il numero di persone che scelgono la bicicletta per muoversi in città: dal 14,2% del 2006 al 23,1% nel 2015 con un incremento del 63% (mentre, negli stessi anni, scende dal 68,4% al 58,1% la quota di coloro che scelgono l'auto o la moto).
Rilevante anche la percentuale di coloro che raggiungono il centro storico in bicicletta: il 48,6% di chi va incentro spinge sui pedali, non più sull'acceleratore.
La mobilità sostenibile ha fatto breccia e messo radici anche nella scuola, al punto che il 53% di scolari e studenti raggiunge i banchi in bicicletta, a piedi o in car pooling, capovolgendo un rapporto che, fino ad alcuni anni fa, era sfavorevole alla modalità di trasporto sostenibile.
Su un totale di circa 13.000 alunni delle scuole dell’obbligo, ogni anno circa 11.000 studenti (85%) sono coinvolti in progetti di educazione alla mobilità ed educazione ambientale e allo sviluppo sostenibile. La maggior parte delle scuole dell'obbligo ha inoltre un mobility manager scolastico, ovvero un responsabile della mobilità che opera come un punto di contatto tra Comune, scuola e genitori. Anche questi elementi contribuiscono all'affermazione di modalità di spostamento sostenibili nell'ambito scolastico e familiare.

In questo contesto si inseriscono tre iniziative 2016 di promozione dell'uso della bicicletta, nazionali ed europee, a cui aderisce e collabora il Comune di Reggio Emilia: la 17^ edizione di Bimbimbici – promossa da Tuttinbici e Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab) – pedalata cittadina per bambini e famiglie alla scoperta del Bosco urbano di San Prospero Strinati, programmata per il prossimo 8 maggio (lo scorso anno parteciparono 800 persone); Annibale, il serpente sostenibile, versione italiana della campagna europea Traffic Snake Game, iniziativa rivolta particolarmente ai bambini, lanciata dall'Unione Europea e patrocinata dal ministero dell'Ambiente; la sfida europea a squadre di ciclisti urbani European Cycling Challenge - Ecc2016, quest'anno alla seconda edizione, in corso fino al 31 maggio.

Hanno detto
Dati ed iniziative sono stati presentati alla stampa dall'assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni con delega alla Mobilità Mirko Tutino, dal dirigente del servizio Mobilità del Comune Alessandro Meggiato e dal presidente di Tuttinbici-Fiab Reggio Emilia Gianfranco Fantini.

“I dati sull'utilizzo della bicicletta – ha detto l'assessore Tutino – indicano una tendenza di comportamento significativa, che è generata da una parte dalle politiche e dagli investimenti sulla ciclabilità, possibili in maniera rilevante negli anni in cui vi erano maggiori risorse pubbliche e interventi privati, d'altra parte da azioni educative nelle scuole e, per quanto riguarda in particolare l'uso della bici per raggiungere il centro storico, dalla 'dissuasione' agli spostamenti in auto.
“L'introduzione e l'estensione della sosta a pagamento nei quartieri della corona intorno al centro storico, cioè nelle strade immediatamente a ridosso del centro – ha spiegato l'assessore – si è tradotto infatti in un incentivo a scegliere la bicicletta per gli spostamenti urbani in direzione del centro, che per altro al suo interno è percorribile liberamente in bicicletta. Il risultato è stato che la bicicletta è divenuta più che mai concorrenziale rispetto all'auto, perché più salutare, più agile, più ecologica e più economica”.

Durante la conferenza stampa, in cui Meggiato e Fantini hanno illustrato le iniziative di primavera per la promozione della bicicletta, sono stati citati fra l'altro il recente intervento di manutenzione della ciclovia di circa quattro chilometri intorno al centro storico, parallela alla circonvallazione, sempre più utilizzata come raccordo sia per il centro, sia per i quartieri circostanti; e i lavori in corso per la realizzazione della ciclovia 7 da Roncina a Codemondo, realizzata con risorse regionali e comunali.

Bimbimbici l'8 maggio
La pedalata cittadina per bambini e famiglie Bimbimbici di domenica 8 maggio (in caso di maltempo, domenica 15 maggio) alla scoperta del Bosco urbano di Reggio Emilia prevede:

  • ore 15, ritrovo in piazza Fontanesi. Raccolta delle iscrizioni (1 euro).
    Portare il modulo d’iscrizione compilato e consegnarlo insieme ad 1 euro, si riceverà un regalo speciale. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza all’Associazione Re.Ma.Re. per le malattie reumatiche in età infantile;
  • ore 15.15 circa, inizia la Pedalata per le vie della città lungo il percorso di via del Mercato, piazza XXIV Maggio, via Ariosto, Piazza Roversi, Corso Garibaldi, via Emilia Santo Stefano, p.zza del Monte, via Emilia Santo Pietro, viale Monte San Michele, via Dante Alighieri, via Secchi, via Nobili, viale Isonzo, via Pansa, pista ciclopedonale sottopassaggio lungo via Paterlini, via Borsellino, Parco della Resistenza, via Falcone, via Cisalpina, via Samoggia, pista ciclopedonale parco Don Magnani, via Don Magnani, parco Bosco Urbano;
  • ore 15.30, secondo ritrovo al parco della Resistenza per le Scuole dell’infanzia - Punto intermedio per le famiglie con bambini piccoli presso il parco della Resistenza (via Cisalpina – via Falcone, dietro al palazzo di Giustizia);
  • ore 16, Festa al Bosco urbano (via Marsilio da Padova - quartiere San Prospero). All’arrivo merenda per i bambini partecipanti; giochi ed animazione a cura di Legambiente. Mostra di cartoline della campagna regionale 'Siamo Nati per Camminare', disegnate e scritte dalle bambine e dai bambini delle classi quinte di molte scuole cittadine;
  • ore 17.30, premiazione del "Traffic Snake Game – Annibale, il serpente sostenibile" Campagna-gioco rivolta alle scuole primarie per favorire l’utilizzo della bicicletta e dei piedi nei percorsi casa-scuola. In collaborazione con Coop Alleanza 3.0.
I bambini dovranno essere accompagnati lungo il percorso da un adulto che sarà responsabile della sicurezza del minore. È consigliato l’uso del casco.

Annibale, il serpernte sostenibile ovvero Traffic Snake Game
'Annibale, il serpente sostenibile' è la versione italiana della campagna europea 'Traffic Snake Game', iniziativa promossa dall'Unione Europea e patrocinata dal ministero dell'Ambiente. Durante quest'anno scolastico, 'Annibale' vedrà impegnate numerose scuole primarie europee nel promuovere una mobilità sicura e sostenibile nei percorsi casa-scuola: le scuole primarie reggiane che hanno partecipato sono 23, per un totale di 204 classi e 4.386 alunni.
Nato come un progetto relativamente piccolo nelle Fiandre (Belgio), negli anni si è trasformato in una grande campagna europea che ha coinvolto numerose scuole dell'Unione. I risultati ottenuti dimostrano come il progetto incrementi con successo l’utilizzo di mezzi di trasporto sostenibili e riduca le emissioni di CO2.
'Annibale, il serpente sostenibile' è dunque un'opportunità semplice e divertente per portare il tema della mobilità nelle scuole, vuole incoraggiare bambini e famiglie a spostarsi in modo sostenibile attraverso un gioco che dura due settimane: i bambini attaccheranno un adesivo sul tabellone di gioco ogni volta che si recheranno a scuola a piedi, in bicicletta, utilizzando il trasporto pubblico o il car pooling. L’obiettivo è riempire il tabellone di Annibale con gli adesivi entro il termine delle due settimane.

European Cycling Challenge - ECC2016 tutto maggio
'Più pedali, più vinci' è lo slogan di 'European Cycling Challenge - Ecc2016', sfida europea a squadre di ciclisti urbani.
Il Comune di Reggio Emilia aderisce, per il secondo anno, a questa gara che, attraverso un'app dedicata — dal nome 'Cycling 365', scaricabile sullo smartphone - tiene traccia di ogni spostamento fatto dai bikers per tutto il mese di maggio.
Tutti gli spostamenti urbani effettuati in bici sono infatti validi ai fini della sfida: casa- lavoro, casa-scuola, per fare shopping, uscire la sera, andare al cinema... Chi totalizza più chilometri vince la sfida.
L'anno scorso, oltre a Reggio Emilia, hanno partecipato 39 città europee, e sono stati percorsi in totale più di due milioni di chilometri in bicicletta. La squadra reggiana era composta da 216 persone, che hanno pedalato complessivamente per 11.000 chilometri, evitando l'emissione in città di più di 2.000 chili di anidride carbonica in un mese.
Alla sfida di quest'anno partecipano 52 città europee (tra cui 9 capitali e 22 nuove iscritte), da 17 paesi per un totale di 29.800.000 abitanti. Ad oggi, 163 persone si sono iscritte alla squadra di Reggio Emilia, suddivise in 7 sottosquadre; hanno pedalato quasi millecinquecento chilometri in soli 5 giorni permettendo il risparmio circa 300 chilogrammi di CO2.

Per le iscrizioni 2016 si può consultare il sito www.cyclingchallenge.eu. È possibile partecipare sia come singoli, iscrivendosi alla squadra di Reggio Emilia, sia come gruppi, comunicandolo all'indirizzo mail mobility.manager@municipio.re.it, che darà le istruzioni
necessarie per creare una sottosquadra. Infatti, la novità di quest'anno è la possibilità di iscriversi nella sottosquadra della propria azienda, scuola, associazione o gruppo di cui si fa parte e gareggiare assieme. Sarà possibile iscriversi alla sfida o richiedere la creazione di una sottosquadra per tutto il mese di maggio.
L'Amministrazione comunale invita i cittadini a condividere immagini delle biciclette in città e di ciclismo urbano sui social (twitter, facebook, instagram) attraverso gli hashtag ufficiali #ecc2016EU e #ecc2016RE.
La partecipazione è gratuita. Sono in palio, per Reggio Emilia, tre biciclette pieghevoli.