Comune di Reggio Emilia

HomeRevocata l'ordinanza del sindaco relativamente alle limitazioni del traffico nei giorni dal 6 al 12 febbraio

Revocata l'ordinanza del sindaco relativamente alle limitazioni del traffico nei giorni dal 6 al 12 febbraio

Ultimo Aggiornamento: 02/05/2017

A seguito del miglioramento delle condizioni dell'aria, con una netta e apprezzabile diminuzione delle polveri sottili fin sotto i limiti di legge, viene revocata l'ordinanza del sindaco di Reggio Emilia relativamente alle limitazioni del traffico nei giorni della prossima settimana (dal 6 al 12 febbraio).

Dopo la riunione della Cabina di regia prevista dal Piano comunale 'Reggio Respira', al termine della quale giovedì scorso era stata emanata l'ordinanza, nei giorni seguenti e sino ad oggi, il Comune – in contatto con gli organismi terzi di tutela dell'ambiente - ha seguito l'andamento delle polveri sottili nel territorio reggiano e sul bacino della Pianura padana.
Nella giornata di ieri, il “coperchio” di aria calda, che ha generato nei giorni scorsi un costante accumulo di inquinanti su tutto il bacino padano, progressivamente è venuto meno, consentendo un ricircolo dell'aria.
Ieri i valori sono rientrati nei limiti e i modelli tecnico-valutativi sull'aria indicano che oggi, già da questa mattina, sarà il secondo giorno consecutivo nettamente al di sotto dei limiti di legge.
Viene quindi revocata l'ordinanza del sindaco, per le limitazioni al traffico previste per la prossima settimana.
Tali limitazioni consistevano – nei giorni infrasettimanali, nell'area urbana di Reggio Emilia – nel divieto di circolazione delle auto a benzina fino all'euro 2 e quelle a diesel fino all'euro 4. Era previsto lo stop anche delle auto a gpl e metano antecedenti all'euro 1 e dei ciclomotori fino all'euro 1, oltre alle altre disposizioni e limiti previsti dal Piano regionale sulla qualità dell'aria che rimangono in vigore fino al 31 marzo. Come preannunciato nell'ordinanza, tali disposizioni sarebbero state vigenti fino a una riduzione della concentrazione degli inquinanti.
Condizione che si è appunto verificata in maniera sensibile, consentendo oggi la revoca dell'ordinanza, che resta invece in vigore per quanto concerne il 'blocco' totale dei veicoli nella giornata di oggi, domenica 5 febbraio.
Resta in vigore senza variazioni il divieto, per gli esercizi commerciali, di tenere le porte dei negozi aperte, se non per il tempo strettamente necessario al carico-scarico di merci e all'entrata-uscita dei clienti.

“La decisione di revoca delle limitazioni previste da domani è stata presa in considerazione sia del miglioramento dello stato dell'aria, sia in considerazione della Domenica ecologica in corso quest'oggi – spiegano il sindaco Luca Vecchi e l'assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni Mirko Tutino – La Domenica ecologica darà un ulteriore contributo alla riduzione degli inquinanti e rappresenta un forte segnale culturale sulla possibilità di ridurre al minimo gli spostamenti con il mezzo privato. Ringraziamo tutti i reggiani per la collaborazione che hanno dato, anche in questa situazione in cui si sono rese necessarie misure specifiche per l'ambiente e la salute. La collaborazione dei cittadini e il loro senso civico sono determinanti, soprattutto in casi di questo tipo. Ci sono quindi le condizioni per ritirare il provvedimento previsto per i giorni feriali.
“Più in generale – concludono sindaco e assessore - continua il coordinamento di Reggio Emilia con le altre città e con la Regione Emilia-Romagna, per attivare l'entrata in vigore dei provvedimenti sulla qualità dell'aria in tempi più rapidi rispetto a quelli attuali, che richiedono, come previsto ad oggi dal Piano aria integrato regionale (Pair), un'attesa equivalente a 14 giorni di 'sforamento' dei limiti delle concentrazioni di polveri sottili nell'aria. Su questo tema, se da un lato è necessario un livello di coordinamento di Bacino, che continueremo a supportare e promuovere, dall'altro è necessario che i tempi di azione siano rapidi e che la 'macchina operativa', che comprende le aziende di Trasporto pubblico locale e la Polizia municipale, sia sempre pronta a fare la propria parte. Continueremo a seguire la situazione per riattivare rapidamente misure - anche forti - in grado di contribuire ad un miglioramento della situazione in caso di sforamenti ripetuti dei limiti di legge”.