Zona stazione, apre il Binario 49

Ultimo Aggiornamento: 09/13/2018

Sabato 15 settembre 2018 alle 18.30, al civico 49 di via Turri, in spazi ampi, riqualificati e allestiti con particolare cura, viene inaugurato il progetto “Binario 49”, il primo caffè letterario e incubatore di economia solidale (Ies) di Reggio Emilia, uno spazio unico nel suo genere dove assieme alla programmazione di una ricca agenda di eventi culturali si svilupperanno azioni e progetti di economia solidale per promuovere inclusione, coesione e innovazione sociale.
All’interno dello spazio saranno promossi eventi di carattere culturale con una proposta teatrale, musicale, presentazione di libri, progetti, azioni e strumenti caratterizzati da sostenibilità ambientale, economica, sociale: a gestirli sarà l’associazione Casa d’altri, aggiudicataria dell’avviso pubblico di manifestazione di interesse e capofila di una rete di associazioni, imprese sociali e onlus del terzo settore. L’associazione Casa d’altri, nasce nel 2016 ed è composta da volontari che nell’ultimo anno e mezzo hanno lavorato al piano di ristrutturazione dei locali dell’ex Circolo Arci Reggio Est. Un intervento di rigenerazione urbana ed innovazione sociale, mirato a ridare valore e forza aggregativa agli spazi pubblici come luoghi di incontro e scambio. Binario49 è un progetto nato per fare di un edificio oggi degradato e svuotato di contenuti un punto di ritrovo e di ristoro, un incubatore di cultura e dibattito, una “portineria” di quartiere e oltre il quartiere, un punto di partenza per iniziative sociali ed economiche favorendo l’incontro tra culture e fasce di età diverse.
Le diverse associazioni e cooperative che compongono la rete di sostegno sono: il Distretto di economia solidale di Reggio Emilia, le cooperative Ravinala, Bici Box, Ovile, La Vigna, la Quercia, Sicilia Vostra, ‘… e Terre Nuove’ e la rete degli Avvocati di Strada.

L’apertura del nuovo spazio ha l’obiettivo di promuovere un’importante azione di rigenerazione urbana e sociale del quartiere su cui insiste, rafforzando le relazioni di prossimità, creando opportunità per reti e/o partenariati solidali locali e favorendo la partecipazione dei cittadini. La gestione degli spazi - di proprietà comunale, a titolo gratuito per un periodo di 4+4 anni - è stata affidata all’associazione Casa d’Altri tramite un avviso pubblico di manifestazione di interesse diretto a soggetti operanti nel Terzo settore.

Lo spazio Binario 49 verrà inaugurato sabato 15 settembre 2018, alle ore 18.30, alla presenza del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e del vicesindaco con delega al Welfare Matteo Sassi. Seguirà alle ore 20, dopo l’aperitivo, lo spettacolo di musica dal vivo dei ”SoSister Acustic duo”.

Hanno detto

Il progetto di Binario 49 è stato presentato questa mattina dal vicesindaco di Reggio Emilia Matteo Sassi e dai referenti dell’associazione Casa d’Altri, Claudio Melioli e Khadija Lamami. Alla conferenza stampa erano presenti anche i rappresentanti delle associazioni e delle cooperative sociali coinvolte nel progetto.

“Il quartiere della Stazione - ha detto il vicesindaco Sassi – soffre spesso il pregiudizio di chi vede in questo luogo una parte della città caratterizzata esclusivamente da difficoltà e fragilità. Ma questa rappresentazione esclusivamente negativa è alimentata spesso da finalità speculative: in tel senso, questo è divenuto il luogo delle speculazioni, politiche e non solo. In realtà, senza nasconderci le criticità, il quartiere della stazione è in grado di esprimere grandi risorse, spesso inattese e sorprendenti, sotto ogni profilo. Come il lavoro fatto dalla rete di associazioni con Binario 49, un luogo bello e accogliente, aperto a tutta la cittadinanza, dove promuovere la partecipazione. l’inclusione sociale e i diritti di cittadinanza, sviluppare le relazioni di prossimità, diffondere e fare cultura. Un luogo aperto a tutti e per tutti, segno positivo di quanto si possa realizzare nel quartiere della stazione”.

Claudio Melioli e Khadija Lamami hanno invece sottolineato l’importante collaborazione dei diversi partner che hanno contribuito a riqualificare lo spazio, ricordando in particolare l’apporto delle diverse maestranze che hanno sposato il progetto, dando materiali e ore di lavoro per la sistemazione dei locali. Lamami ha inoltre ricordato che Binario 49 ospiterà concerti, spettacoli e iniziative culturali. Il primo appuntamento è in programma per sabato 22 settembre, alle ore 21, con lo spettacolo “Gli uomini per essere liberi: Sandro Pertini, il Presidente” di Gianni Furlani.

Il progetto

“Casa d’Altri” nasce dall’incontro tra le esperienze dei volontari che la compongono, professionalità differenti, realtà e conoscenze diverse, in larga parte maturate in percorsi lavorativi interni al mondo della cooperazione sociale reggiana, del dialogo interculturale, dell'economia solidale, del lavoro di mediazione nei quartieri. L’obiettivo principale è favorire interventi di rigenerazione urbana e innovazione sociale nel quartiere Reggio Est.
Con l’apertura di Binario 49, i locali dell’ ex Circolo Arci diventeranno un punto di ritrovo e di ristoro bello e accogliente, un incubatore di cultura e dibattito, un punto di partenza per una lunga serie di iniziative sociali, culturali ed economiche utili al quartiere e alla città. Binario 49 sarà infatti un “hub” utile al quartiere e alla città, un luogo dove promuovere l’incontro tra fasce di età e interessi diversi e in cui svolgere attività sociali e culturali. Sarà quindi un caffè letterario capace di valorizzare la dimensione enogastronomica del territorio reggiano e di altri con una biblioteca ed una libreria con accesso a libri, giornali e riviste anche via internet e con spazi attrezzati per eventi culturali, per video conferenze e per favorire attività di coworking. Uno spazio di formazione e informazione da offrire anche ad altre associazioni che si riconoscano nei principi del pluralismo, diversità ed inclusione.
Va in questa direzione l’impegno delle cooperative Ravinala, La Quercia , in particolare con il progetto Drop-In, e della rete Avvocati di Strada.

Oltre a questo gruppo allargato, ci saranno poi una serie di soggetti che dialogheranno con Binario 49 per arricchire la proposta culturale e sociale dell'Asse di Via Turri che, nelle intenzioni delle associazioni che vi fanno parte, dovrà unire, seguendo la linea ideale dei portici, il Centro d'Incontro Reggio Est con il Bar Caffé Reggio; la cooperativa Sicilia Vostra, che da anni collabora attivamente con il DES di Reggio Emilia; l'associazione “...e Terre Nuove”, che attiverà laboratori e corsi di auto costruzione e miglioramento estetico dell’ex Circolo. Inoltre, un dialogo specifico è già stato avviato con Koiné, la cooperativa che gestisce il Bar Caffé Reggio, al fine di costruire un’unica regia che lavori alle iniziative culturali e di intrattenimento e animazione della zona.