Comune di Reggio Emilia

HomeSan Prospero, il programma della festa

San Prospero, il programma della festa

Ultimo Aggiornamento: 11/23/2015

San Prospero

Martedì 24 novembre Reggio Emilia celebra la Festa del patrono San Prospero, uno degli appuntamenti più attesi e vissuti della città e del suo centro storico in particolare.
Tradizione è la parola chiave di una festa che è occasione per la comunità di incontrarsi, vivere le strade e le piazze del centro tra musica, aromi e sapori d'autunno, grazie a un ampio programma di iniziative.

Anche quest'anno infatti il programma degli eventi accosta alle celebrazioni liturgiche proposte e occasioni di svago, tra eventi culturali, curiosità artigianali e solidarietà, realizzate grazie alla partecipazione di tutta la città e del suo territorio. Oltre al Comune, alla Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla e ai custodi della Basilica di San Prospero e alla Provincia, infatti, sono coinvolte istituzioni e organizzazioni culturali e del commercio, come emerge dal programma che ha il suo culmine proprio nella giornata del 24 novembre, ma offre iniziative fin dal 22 novembre, con 'Prosperino', 'Reggio in Rosa è!' e 'ViaRomaViva'. Ricca l'offerta commerciale, che quest'anno prevede la presenza di 500 banchi di vendita nelle vie del centro storico.

La giornata del 24 novembre - Tra gli appuntamenti più attesi, martedì 24 novembre, nella Basilica di San Prospero, il Concerto di campane (ore 10.30) e la Messa Solenne (ore 11), presieduta dal vescovo Massimo Camisasca.

Ampio spazio sarà dato anche quest'anno alle iniziative benefiche e di solidarietà, tra le quali l'inaugurazione della mostra “Uno scatto per il Mire” e la presentazione del calendario realizzato dal fotografo reggiano Giuliano Ferrari e da Deanna Ferretti Veroni, presidente di Curare Onlus, destinato alla vendita per raccogliere fondi a favore della nascita del futuro polo ospedaliero che racchiuderà' tutti i servizi sanitari dedicati alla donna ed il bambino.
Importante il contributo, con iniziative proprie, dei negozianti riuniti nelle Associazioni di via, quello delle Pro loco della montagna con prodotti tipici, a cui si affianca l'iniziativa Nevic@Re - L''Appennino bianco scende in città che, nel cortile di palazzo Allende, offre un 'tutto Appennino' fra gastronomia, turismo, sport e natura.
La Biblioteca Panizzi osserverà l'apertura straordinaria, con letture per bambini, a cura dei volontari di NatiperLeggere e NatiperlaMusica, nella nuova Sezione ragazzi; fra gli spettacoli, al teatro Municipale Romolo Valli il concerto di Paolo Conte. Viene inaugurata inoltre la nuova sede del Centro diocesano di Comunicazioni sociali.
Novità anche per la riqualificazione dell'isolato di palazzo Busetti, promossa da Bluefield srl nell'ambito del Pru per il Centro storico: il 24 novembre, alle 9.15, vengono inaugurate e aperte al pubblico le gallerie 'del Monte' (con riferimento alla storica e attigua piazza del Monte) interne all'isolato, aumentando così i luoghi di relazione e gli spazi per la Città pubblica. La prima galleria collega via Crispi a via don Andreoli; la seconda, con accesso dall'antico ingresso di palazzo Busetti, diviene ora percorribile e collegherà via Emilia San Pietro con via Sessi (quando sarà ultimato l'intervento sul fronte della stessa via Sessi).

Hanno detto – Il programma della festa del patrono è stato presentato alla stampa dall'assessora alla Città storica e Attività produttive Natalia Maramotti, che ha evidenziato fra l'altro quanto siano “preziose e importanti occasioni di socialità e di stare insieme, come quella di San Prospero, soprattutto in questo periodo storico, quali reazioni collettive alla cultura della paura, che si vuole insinuare nelle nostre comunità”. Sull'apertura delle nuove gallerie, l'assessora ha sottolineato che “l'intervento arricchisce il centro storico e la sua attrattività con spazi pubblici, e rafforza l'offerta commerciale creando anche posti di lavoro”.
Insieme con l'assessora Maramotti, sono intervenuti il presidente della Provincia Giammaria Manghi, che ha sottolineato il rilievo del territorio, in particolare l'Appennino, in una festa che è di tutta la provincia, e da monsignor Gianfranco Gazzotti parroco di San Prospero, che ha illustrato i temi religiosi e gli appuntamenti liturgici della solennità. Sono intervenuti inoltre Deanna Ferretti Veroni e Giuliano Ferrari, la prima promotrice della mostra, il secondo autore delle immagini in mostra per il Mire; l'architetto Ivan Sacchetti progettista dell'intervento a palazzo Busetti, anche in rappresentanza di Bluefield, Annarella Ferretti, esercente, per ViaRomaViva e la dirigente del servizio Sportello attività produttive Lorena Belli.

Il volontariato - Tra i banchi non mancheranno le occasioni per partecipare alle attività promozionali e alle raccolte fondi promossi da più di 50 soggetti tra associazioni, scuole e parrocchie: Centro Missionario Diocesano, Mensa del Vescovo, Croce Verde, Reggio Children, Agorà, scuola Matilde di Canossa, scuola 'Italo Calvino', scuola 8 Marzo, scuola secondaria Fontanesi, scuola don Primo Carretti, scuola Marconi–Da Vinci, scuola Bruno Munari, scuola Sant'Agostino, Istituto Pertini 1, Progetto Pulcino, Parrocchia San Giovanni Battista, Parrocchia di Ognissanti, Unione Italiana Ciechi, Ring 14, I Santinnocenti, La Perla, Scout Cngei, Aima, Unicef, A.C.Reggiana 1919, Tonalestate, Hesed, Famiglie Individui Società, Sesto Continente, Andos, Caritas, Asdre, La Carezza, Privatassistenza, La Bottega del Natale, Giovani Sorrisi, Protezione civile, Avd, Tartufai reggiani, Comunità Educante, Cai, Partecipazione, Centro Busetti, Auser, Le croccantine di Baiso, Giro del Cielo, Amici presepe napoletano, Filef, Remare, Enpa, Il cicciolo d’oro, Lions Club, Pro Loco di Marola, Pro Loco di Cortogno, Carpineti da vivere.