Comune di Reggio Emilia

HomeMorosità delle bollette, si paga così

Morosità delle bollette, si paga così

Ultimo Aggiornamento: 04/28/2016

L'obiettivo generale del 'Protocollo d'intesa per la definizione di procedure per la gestione del credito di forniture energetiche e idriche', sottoscritto oggi in Municipio a Reggio Emilia, è di stimolare comportamenti virtuosi da parte di tutti gli attori coinvolti nell’accordo. Ciò allo scopo di mitigare gli effetti previsti dalla normativa vigente, derivanti dalle azioni di coloro che, all’interno di condomini con forniture centralizzate (idriche, gas e/o teleriscaldamento), non onorando i pagamenti dovuti creano effetti non desiderati a tutti gli appartenenti al condominio.

L’accordo vede come protagonisti e sottoscrittori il Comune di Reggio Emilia, Iren Mercato spa, le Organizzazioni sindacali confederali della provincia di Reggio Emilia (Sunia Cgil, Sicet Cisl, Uniat Uil), le Associazioni dei consumatori (Adiconsum, Confconsumatori, Federconsumatori), le Associazioni degli amministratori di condominio (Anaci e Gesticond) e le Associazioni dei proprietari di immobili (Asspi, Confedilizia).

Il Gruppo di lavoro è partito dall'articolazione delle regole e delle attività previste in merito al recupero crediti da Aeegsi / Ato, per poi sviluppare le modalità riportate nell'accordo che, di fatto, si prefiggono di migliorare ulteriormente sia l'attenzione nei confronti dei cittadini/clienti/stakeholder, sia l’efficacia dell’azione di recupero. Il Gruppo di lavoro, in sei incontri svoltisi tra novembre 2015 ed aprile 2016, ha 'messo a sistema' una serie di buone prassi per prevenire e mitigare gli effetti della morosità.

“Oggetto del presente accordo – si legge all'articolo 1 - è la definizione di procedure condivise per la gestione del credito non riscosso nell'ambito dell'erogazione di forniture energetiche e/o idriche in impianti centralizzati condominiali siti nel territorio comunale di Reggio Emilia”. I principali beneficiari dell'accordo sono dunque “i titolari di contratto di utenza con Iren Mercato per la fornitura energetica e/o idrica, di tipo condominiale centralizzato”.

Il Protocollo, con durata fino al 31 dicembre 2019, è il primo di questo genere, per livello di dettaglio e di interlocutori, firmato nei territori in cui opera il Gruppo Iren; è soggetto a verifiche trimestrali e ad eventuali modifiche condivise, qualora gli esiti dell'attuazione le rendano opportune. L’accordo sarà proposto quale modello estendibile anche ad altri Comuni.

Hanno detto
Il documento è stato presentato alla stampa, contestualmente alla sottoscrizione, dal sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, dal vicesindaco con delega al Welfare Matteo Sassi che ha curato i rapporti tra le parti e la costruzione del protocollo, dall'amministratore delegato di Iren Mercato Gianluca Bufo e dai rappresentanti delle associazioni e organizzazioni che hanno aderito al Protocollo.

“Il sano pragmatismo e una valida capacità di gestione e organizzazione – ha detto il sindaco Vecchi – hanno consentito di mettere in campo una proposta di Protocollo con l'intento di dipanare la problematica complessa delle morosità. Di questo dobbiamo essere grati a tutte le parti, che hanno fatto sistema, trovando un punto di convergenza fra posizioni legittimamente differenti. Non è scontato: in altre realtà magari non ci si sarebbe neppure seduti a un primo tavolo di confronto. Il Protocollo porta con sé tre temi generali che ne costituiscono il 'valore aggiunto': la condivisione del principio di responsabilità, la cultura del rispetto delle regole per una convivenza civile e la volontà di autoregolamentazione di una comunità, cioè la nostra comunità”.

“Il gruppo di lavoro, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale - ha sottolineato il vicesindaco Sassi - ha permesso di raggiungere un notevole risultato, ed anche di stabilire un modello di percorso che potrà essere adottato in casi analoghi per affrontare il problema delle morosità e dei suoi effetti”.

"Iren ha scelto da inizio 2016 di far confluire in Iren Mercato tutte le attività di gestione clienti retail del gruppo: oltre a gas e luce, anche teleriscaldamento, rifiuti e acqua - ha spiegato l'amministratore delegato di Iren Mercato, Bufo - Questa ottimizzazione insieme alla capacità di dialogo e la disponibilità degli stakeholder sul territorio (Comune, Associazioni di categoria) ha consentito di portare nei processi, nelle modalità e negli strumenti sanciti nell'Accordo notevoli miglioramenti rispetto all'attuale quadro normativo che riguarda le attività di recupero credito. È stato per noi un grande stimolo partire da Reggio Emilia con questo tavolo di lavoro, dal momento che in questo territorio il tema del recupero crediti è stato, nell’ultimo periodo, di forte attenzione mediatica per tutta la cittadinanza”.

Le azioni previste
Per garantire operatività ed efficacia all’accordo, le parti si impegnano ad attivare iniziative di promozione e diffusione dei contenuti attraverso i Servizi comunali e le Aziende partecipate dal Comune; incontri informativi e di approfondimento sulle modalità e procedure di gestione del credito da parte di Iren, Associazioni di categoria e Organizzazioni sindacali. Le Associazioni di amministratori di condominio si impegnano, inoltre, a sensibilizzare i propri iscritti sui contenuti dell’accordo.

I punti essenziali dell’accordo riguardano:

Lo Sportello Virtuale messo a disposizione dal Gruppo Iren che consente di accedere a informazioni e funzioni personalizzate via web per gli Amministratori di condominio, relative ai servizi energetici e idrici erogati ai condomini, come ad esempio visualizzazione contratti, visualizzazione stampa e pagamento fatture, verifica consumi.

I tempi di gestione previsti dal Gruppo Iren che intercorrono tra la scadenza della bolletta e l’inizio dell’attività di sollecito che si sviluppano in massimo 20 giorni e quelli di sollecito scritto e telefonico che concedono altri 20 giorni all'Amministratore di condominio o al titolare del contratto per regolarizzare la loro posizione.

La sottoscrizione, in questi tempi, di un piano di rientro che differirà in relazione alla numerosità degli insoluti, ma funzionale a supportare il soggetto debitore nella corresponsione dell'insoluto.

L’attività, per le posizioni debitorie più rilevanti, di 'cassettaggio': informativa ai condòmini sullo stato debitorio in essere da parte del condominio. L’amministratore avrà 20 giorni di calendario per regolarizzare la posizione, onde evitare la sospensione della fornitura, anche sottoscrivendo un piano di rientro a condizioni più restrittive di quelle precedenti. L'Amministratore di condominio potrà attivare, a supporto dell'attività di cassettaggio di Iren Mercato, azioni di informazione e sensibilizzazione dei condòmini.

La Sospensione della fornitura energetica o la riduzione del flusso di erogazione idrico che avverrà ove non si definisca, dopo tutta le attività descritte, un accordo tra Iren Mercato ed il soggetto debitore. Il ripristino della fornitura avverrà a condizioni che terranno in considerazione la situazione del singolo condominio.

Nel frattempo...la transitorietà. Le situazioni debitorie esistenti e antecedenti alla data di sottoscrizione del Protocollo saranno gestite con modalità e accordi specifici, dedicati alle singole situazioni condominiali.