Sosta notturna nella zona sud del centro storico

Ultimo Aggiornamento: 09/21/2018

Gli stalli blu a pagamento di viale Montegrappa, via Ariosto, corso Garibaldi, via Emilia Santo Stefano , Via Emilia San Pietro e delle relative strade laterali - dal lunedì alla domenica dalle 20.00 alle 08.00 del giorno seguente - sono riservati esclusivamente ai possessori di permesso/abbonamento RES/AP, RES/ZTL, RES A, RES A4, F/RES, Disabili (SIN), come da Ordinanza R.U.O. n.435 del 12/07/2018.

Tutti coloro che non sono in possesso di tali titoli non potranno parcheggiare negli stalli bianchi e blu tra le 20 e le 8 dal lunedì alla domenica.

Dal provvedimento sono esclusi i controviali di circonvallazione (viale dei Mille, viale Timavo) ed i parcheggi a rotazione (ex Caam, piazzale Fiume, via dei Servi, porta Castello) dove rimarranno in vigore le attuali regole.

Le tariffe applicate alla sosta dalle ore 8.00 alle 20.00 rimarranno le medesime.

Gli stalli, che durante le ore serali e notturne sono riservati ai soli residenti, sono contraddistinti da una segnaletica orizzontale bianca e blu (le strisce bianche sono disegnate all'interno di quelle blu – vedere foto) e da una nuova segnaletica verticale con le specifiche indicazioni di titolarità della sosta esclusiva nelle ore serali e notturne.

L'obiettivo è quello di favorire una migliore convivenza tra le attività serali e le necessità di chi vive e abita in centro storico, dando risposta all'elevata pressione esistente su questa parte del centro cittadino.

I residenti, nelle ore serali, avranno a disposizione circa 200 stalli a loro riservati (il 20% in più di quelli attuali).

Ai fruitori dei locali si chiederà quindi di utilizzare i controviali ed i parcheggi posti al di fuori dei viali di circonvallazione.

“La zona sud del centro storico – dice l’assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni Mirko Tutino - è caratterizzata da un'alta densità di locali e di attività serali. Alcune di queste attività, durante il periodo estivo, sono dotate di distese che riducono le aree di sosta normalmente utilizzate dai residenti. La zona sud del centro, inoltre, è la parte che più risente della presenza dei mercati, che impediscono la sosta nelle prime ore del mattino almeno tre volte alla settimana. Per questa ragione, volendo trovare un equilibrio tra le diverse necessità, abbiamo scelto di utilizzare questa nuova modalità di gestione della sosta già sperimentata - con successo - in altre città italiane”.