Comune di Reggio Emilia

Home Città collaborativa Tutti i progetti Il quartiere bene comuneCura dei quartieri, ecco azioni e risorse

Cura dei quartieri, ecco azioni e risorse

Ultimo Aggiornamento: 10/02/2015

Dall'ascolto di cittadini e associazioni, e dal censimento delle loro istanze, allo screening delle proposte e alla individuazione delle priorità. Poi la progettazione. Ora i cantieri. E un impegno da parte del Comune di Reggio Emilia di oltre un milione di euro.

Così si vogliono risolvere le criticità, piccole o grandi, che incidono sulla vita quotidiana di ciascuno e di tutti: dalla riattivazione di un lampione (piccola spesa, ma azione decisiva per la sicurezza di centinaia di passanti) all'asfaltatura massiccia del tratto di un'arteria stradale (investimento rilevante, altrettanto indispensabile per la sicurezza e la qualità urbana).

Una città migliore a tu per tu coni cittadini - Manutenzioni ordinarie, a “segnalazione di guasto”, e straordinarie, comunque dovute dall'Amministrazione comunale, ma nate “dal basso”, dalla segnalazione e collaborazione delle persone e delle comunità al Comune, rappresentato dai Mediatori civici (operatori Urp decentrati nei quartieri) e dagli Architetti di quartiere del progetto di partecipazione e decentramento 'Siamo Qua', accanto ai tecnici dei servizi Manutenzioni e Infrastrutture impegnati soprattutto negli interventi più strutturati.
Architetti e Mediatori operano ad oggi in 16 degli Ambiti indicati dal Piano strutturale comunale (Psc) del Comune di Reggio Emilia: una doppia presenza per rendere effettiva la possibilità di una relazione stretta e feconda con i territori.
Fra i principali obiettivi, migliorare i Commons, i Beni comuni: la qualità della vita e la Città pubblica, i contesti urbani nei quartieri e nelle Ville; e realizzare questi miglioramenti con il contributo fattivo dei cittadini, rendendoli protagonisti e corresponsabili dei progetti da realizzare.

Due Piani - Oggi si presentano due azioni rilevanti accomunate dagli stessi obiettivi: la qualità urbana e la sicurezza. Sono: un Piano delle piccole (e vitali) opere pubbliche di manutenzione capillare e cura dei beni urbani: illuminazione di strade e piazze, manutenzione di asfalti (chiusura buche) e marciapiedi, sfalci di verde e arredi di parchi, segnaletica, vale a dire quel corredo di piccoli interventi che, messi insieme, danno il senso di un'attenzione alla qualità della vita e dell'abitare nei luoghi di tutta la città; e un Programma di manutenzione stradale straordinario, approvato dalla giunta comunale, e pronto per la cantierizzazione in questo autunno.
Questi due piani costituiscono un primo step di interventi, sono infatti parte di un percorso più ampio che si svilupperà nel corso del 2016.

Hanno Detto – Il programma di interventi è stato presentato il 2 ottobre 2015 nel corso di una conferenza stampa in cui sono intervenuti il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, l'assessore a Partecipazione e Cura dei quartieri Valeria Montanari e l'assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni Mirko Tutino.

“Siamo partiti dalla cura delle relazioni, quelle tra cittadini e Amministrazione comunale, per arrivare alla cura del territorio: due campi in realtà molto vicini, anzi coincidenti fra loro - ha detto il sindaco Vecchi – Dalla sensibilità e dalle segnalazioni di coloro che vivono nei quartieri, alla soluzione dei problemi. Il lavoro dei Mediatori e degli Architetti di quartiere è stato fondamentale nella costruzione di un rapporto nuovo, frontale, fra Istituzione e cittadini, venutosi a creare con l'indebolimento o la cancellazione di organizzazioni di rappresentanza ' classiche'.
“Questo primo Piano di manutenzioni 'a guasto' – ha aggiunto il sindaco - dà il senso del nostro modo di approcciarci alla comunità e al territorio: un'attenzione alle cosiddette piccole cose, quelle che con immediatezza ricadono sulla vivibilità quotidiana della città. Un'attenzione che non può non andare di pari passo con le manutenzioni straordinarie, certo fondamentali, e con lo sviluppo dei progetti strategici per il futuro di Reggio Emilia”.

L'assessore Montanari è entrata nel merito degli interventi di manutenzione ordinaria 'a guasto', “necessari per trasformare lo spazio pubblico in un luogo della comunità. Queste azioni hanno anche l'importante merito di riconoscere il giusto valore alle istanze dirette dei cittadini, rinsaldando così la collaborazione e le relazioni con l'Amministrazione comunale in un'ottica di ascolto, coinvolgimento e cura della comunità”.
Questa impostazione, ha spiegato l'assessore, si declina anche nella forma più organica dei laboratori di cittadinanza nei quartieri, “propedeutici alla costruzione e alla firma degli accordi di quartiere. Il promo dei laboratori è avviato domani a Villa Sesso.

L'assessore Tutino ha fatto il punto sul piano di manutenzione straordinaria, ricordando come “i 900.000 euro stanziati per queste opere, sommate ai 130.000 euro per la manutenzione ordinaria e ai 200.000 euro per l'abbattimento delle barriere architettoniche, rappresentino una somma importante che consente di rispondere in maniera pressoché totale alle esigenze dei quartieri, realizzando opere percepite come estremamente importanti dai cittadini e dando una risposta a richieste anche non recenti”.

1) Manutenzione straordinaria delle strade - Il Programma di manutenzioni straordinarie delle strade – azioni fra le quali asfaltature, sistemazione della segnaletica, cura della rete ciclabile - che sarà avviato nelle prossime settimane, rappresenta il principale intervento approvato dalla giunta per il 2015 in questo campo. L'importo complessivo di spesa stanziato per questi lavori è di 900.000 euro (Iva compresa).
Nei giorni scorsi, si è svolta la gara di appalto per individuare l'impresa che eseguirà i lavori ed il 24 settembre è stata formalizzata la ditta aggiudicataria provvisoria: la Turchi Cesare spa di Rubiera, che ha presentato la migliore offerta secondo il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa e che, oltre al prezzo (si è ottenuto un ribasso del 15%) considera, come ha sottolineato lo stesso assessore Tutino, la qualità degli interventi ed eventuali migliorie. L'inizio lavori è previsto entro la fine di ottobre, una volta terminate le verifiche necessarie per procedere con l'aggiudicazione definitiva.

Gli interventi previsti sono i seguenti:

  • asfalti su strade comunali per circa 500.000 euro;
  • manutenzione di marciapiedi per circa 50.000 euro;
  • manutenzione di piste ciclabili per circa 50.000 euro;
  • manutenzione parcheggi pubblici per circa 25.000 euro;
  • interventi per barriere di sicurezza (guard rail) per circa 20.000 euro;
  • manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale per circa 60.000 euro.

A titolo di esempio, alcuni tratti di viabilità principale su cui verranno eseguiti i lavori di asfaltatura: via dell'Aeronautica, via Rinaldi, via Hiroshima, viale Martiri di piazza Tien An Men, via Marx, via Cafiero, via Inghilterra, via della Repubblica, via Comparoni, via Manzotti e via Fontanelli che, in centro storico, si aggiunge agli interventi eseguiti in agosto in via Franchetti e via di Porta Brennone.
Per quanto riguarda le altre componenti stradali, il parcheggio di via Gandhi, la pista ciclopedonale adiacente alla Circonvallazione (Ciclovia ad anello intorno al Centro storico), il marciapiede di via Unione Sovietica nel tratto tra via Francia e via Rosselli.

2) Cura del guasto: manutenzione ordinaria - Gli interventi di manutenzione ordinaria 'a guasto' – riportati in dettaglio anche per dare il senso della capillarità della cura e del metodo di lavoro - riguardano cura del verde, segnaletica stradale, illuminazione pubblica. Le opere programmate, per le quali è stata stanziata, in questa prima fase, una somma di circa 130.000 euro, saranno realizzate dalle prossime settimane e terminate entro i primi mesi del 2016.
Gli interventi sono stati decisi sulla base del percorso di ascolto degli Architetti di quartiere e dei Punti Qua, gli Urp decentrati, nei 16 Ambiti, che rappresentano porzioni identitarie del territorio, cioè quartieri di cui i cittadini che vi abitano e le associazioni che vi operano riconoscono non tanto i confini amministrativi o geografici quanto le rispettive identità simboliche, di storia e di personalità comunitaria.

Quadrante Nord - Gli interventi di manutenzione nel quadrante nord della città riguardano i quartieri di Santa Croce, Gardenia, Gavassa, Villa Pratofontana e Villa Sesso.
A Santa Croce verrà rifatta la segnaletica a terra della pista ciclabile in via Veneri e via delle Ortolane. A villa Cougnet è invece previsto il controllo delle buche del parco e della rete infrastrutturale sottostante, nonché il raddrizzamento della segnaletica esistente.
Nel quartiere Gardenia sono previsti interventi di manutenzione del verde, con la potatura nel parchetto Michelangelo e la rimozione, in viale Regina Elena, di una pianta seccata: si procederà al taglio di alcuni rami che, al momento, oscurano la luce dei lampioni situati all'inizio del viale, in modo da garantire una maggiore sicurezza ai passanti. È inoltre in programma l'inserimento, su via Michelangelo, di un dissuasore sul lato del parchetto: grazie a un gruppo di volontari, saranno puliti gli spazi di gioco dedicati ai bambini e le panchine, con materiale fornito dal Comune.
A Gavassa sono previste azioni di miglioramento dell'arredo urbano, e in particolare il posizionamento sulla ciclabile dopo il cimitero, un luogo particolarmente frequentato dai cittadini del quartiere, di due ulteriori panchine e di alcuni cestini della spazzatura. Per favorire la comunicazione tra cittadini e Comune è inoltre previsto il posizionamento di tre bacheche in zone diverse di Gavassa.
A Villa Pratofontana è previsto un intervento di manutenzione stradale, che riguarda la riparazione del camminamento in legno sulla ciclabile in prossimità del centro sociale. Si provvederà inoltre alla sostituzione della pavimentazione esistente, deteriorabile, con autobloccanti.
Diversi gli interventi in programma a Villa Sesso. Su via Gonzaga e via Ferri è prevista la sistemazione degli attraversamenti pedonali in pietra e porfido nella rotatoria tra le due vie; è inoltre in fase di valutazione la proposta di modifica alla pavimentazione per evitare lo spostamento continuo dei cubetti, in modo da eliminare eventuali problemi alla deambulazione dei passanti.
Su via Galiani è in programma la pulitura dei canali e delle griglie di raccolta delle acque piovane del sottopasso. Laddove queste siano state rubate, si provvederà al reintegro con fissaggio di nuove griglie. Per eliminare i rischi per i pedoni si provvederà all'eliminazione del dislivello, critico in alcuni punti, tra via Labriola e via dei Gonzaga.
Sulla stessa via Gonzaga e in via Betti sono in programma interventi per favorire gli spostamenti di pedoni e ciclisti: in via Betti si provvederà alla rimozione di un cartello che ostruisce il passaggio e la visuale fra le due vie e allo spostamento degli elementi di moderazione del traffico delle biciclette in posizione più congrua per la sicurezza. Su tutta via Gonzaga saranno ripristinati i segnali stradali divelti: è inoltre allo studio la possibilità di posizionare alcuni dissuasori sulla ciclabile in corrispondenza di via Labriola. Su via Nove Martiri si procederà al ripristino del parapetto sopra il ponte sul canale, situato in fondo alla via. Due ultimi interventi sono infine in programma su via Salimbene, dove si provvederà al fissaggio del parapetto pericolante sul canale lungo la ciclabile che da via Salimbene conduce alla Stazione Av Mediopadana e alla realizzazione di interventi di manutenzione alla barriera in legno lungo la ciclabile.

Quadrante Ovest – Le azioni nel quadrante ovest riguardano Pieve Modolena, i quartieri Carrozzone e Orologio, Villa Cella, San Bartolomeo, Codemondo e Cavazzoli.
A Pieve Modolena, nel parco del Peep, è in programma l'istallazione di cinque tavoli con panchine in tre punti specifici individuati dai residenti con l'Architetto di quartiere. Nello stesso parco si provvederà inoltre alla rimozione di un ceppo e alla riparazione del piede di una panchina. Lungo via Marx-via Rinaldi sono infine in programma interventi di potenziamento e riparazione del guard-rail.
Nel quartiere Carrozzone è prevista la sistemazione della segnaletica orizzontale nelle vie Dall'ara, Brigata Reggio, Ramusani, Magnanini, Gambara, Bombasi, Fantuzzi, e l'istallazione di nuove panchine nella parte nord del parco Il Carrozzone, verso viale Martiri di piazza Tien an Men.
Nel quartiere Orologio-Bainsizza, in zona chiesa Spirito Santo, è in programma la riparazione degli asfalti su via Mascagni, via Albinoni, via Vitali e via Ferretti.
A Villa Cella verranno eseguiti lavori di riparazione del guard-rail sul ponte del Rio della Torretta, in via Vico e sul ponte del canale di San Silvestro.
A San Bartolomeo si procederà alla chiusura della via Robecchi Bricchetti con appositi paletti al termine della strada, mentre a Codemondo si provvederà alla riparazione del guard-rail di via Freddi sul ponte del canale, all'altezza del civico 1. A Cavazzoli, infine, viene sistemata la passeggiata del Crostolo, in corrispondenza di via Malatesta, fra viale Bice Bertani Davoli e l'autostrada A1. In questo punto oggi è presente un pozzetto che rende difficile il passaggio di pedoni, carrozzine e biciclette: qui verranno sistemate una piccola rampa e una ringhiera.
A Regina Pacis, in via Pastrengo, sono previsti la sistemazione delle buche tra i civici 10 e 18, e alcuni interventi nel vicino parco, per migliorarne la fruibilità (rimozione di un albero secco di fronte alla via; ripristino di una targa sulle norme di utilizzo dello spazio; aggiunta di un cestino per la raccolta delle feci degli animali; fissaggio di alcune panchine).

Quadrante Sud - Gli interventi di manutenzione nel quadrante sud della città riguardano i quartieri Rosta Nuova, Buco del signore, Porta Castello, Rivalta e Coviolo.
Al quartiere Rosta Nuova, tra via Wybicki e via Pablo Neruda, nel parco verranno risistemati alcuni giochi e la pavimentazione sconnessa della piazza: saranno inoltre affrontati alcuni problemi di decoro in prossimità dei cassonetti dei rifiuti, come sollecitato dai residenti. All'altezza della scuola Pezzani verrà inoltre apposta la segnaletica orizzontale nei parcheggi, oggi assente. Infine, in via Vittorangeli, si provvederà alla sistemazione della aiuole.
In zona Buco del signore è previsto un ripristino al parco giochi del centro sociale Buco Magico, in modo da evitare alcuni allagamenti che si presentano in caso di piogge. Sono inoltre previste alcune azioni di manutenzione ordinaria del verde al parco Nelson Mandela, e la sistemazione dei gradini dello scivolo grande dei giochi; è previsto il posizionamento di un ulteriore cartello indicante il nome del parco; e ancora l'aggiunta di un cestino nell'area giochi dei bambini più grandi e il ripristino di un tavolo con panchina fissata. È stata inoltre richiesta una fontanella, da posizionare all'interno dell'area verde.
A Villa Rivalta è in programma la sostituzione delle panchine rotte nel parco giochi di via Nizzoli; verrà inoltre posizionato un tabellone fisso in legno per gli avvisi pubblici di fronte la scuola elementare Ghiarda. All'interno del parco di via Terenziani e in via Nizzoli saranno effettuate alcune operazioni di manutenzione, fra cui l'eliminazione di rami nelle vicinanze dei cavi telefonici ed elettrici. È inoltre in programma la copertura del collegamento pedonale di via Nizzoli e via Terenziani con ghiaia compatta. In via San Rigo verranno chiuse le buche e ripristinati tratti di asfalto rotto della pista ciclopedonale.
Nella frazione di Coviolo, in via Mazzini, saranno eseguiti alcuni interventi di pulizia dei parcheggi e dei marciapiedi, e di sistemazione dei fittoni divelti. Si migliora la segnaletica verticale nella zona dello Zanelli.

Quadrante Est - Il programma di azioni nel quadrante est interessa gli Orti Spallanzani, il Villaggio Stranieri, Castellazzo, San Maurizio e Marmirolo.
Agli orti del centro sociale Spallanzani verrà eseguita la potatura del verde vicino ai giochi. Per quanto riguarda gli interventi di arredo urbano, al Villaggio Stranieri, in via Fonte Acque Chiare, verrà riparata una panchina, mentre al parco Corticella si provvederà alla sostituzione dei giochi danneggiati.
A Villa Castellazzo è prevista la riparazione di buche in via Tresinaro; saranno inoltre sistemate le balaustre pericolanti del ponte sul cavo Tresinaro, in via San Faustino. É stata richiesta l'istallazione di un lampione fotovoltaico sull'incrocio tra via Lazio e via Tresinaro, a oggi privo di illuminazione.
A San Maurizio verranno risistemati il parcheggio di fronte la scuola Gulliver e l'accesso dell'istituto; è prevista la sostituzione del pavimento della passerella ciclopedonale sul Rodano. A Marmirolo verrà ripristinato il manto stradale di via Bagni, rovinatosi a causa del passaggio dei camion.