Comune di Reggio Emilia

HomePalazzo dei Musei, l'estate delle Storie

Palazzo dei Musei, l'estate delle Storie

Ultimo Aggiornamento: 06/09/2014

Un'estate speciale, a partire dal 10 giugno, quella del nuovo Palazzo dei Musei di Reggio Emilia, progettato da Italo Rota, inaugurato un mese fa e con 23mila visitatori già al suo attivo. I prossimi, nell'ambito del cartellone Restate 2014, saranno più che mai i mesi delle Storie.

l titolo della rassegna è: “Una notte al museo... tutta un'altra storia”.
For inspiration onlyUn fil rouge di 40 appuntamenti, che si dipana, seguendo l'Idea di museo proposta dall'architetto Rota, dagli oggetti esposti negli allestimenti di For Inspiration Only – i grandi e compositi diorami della Manica Lunga all'ultimo piano – alla Galleria e allo spazio Novecento, fino alle Collezioni storiche integramente conservate e agli spazi cortilivi, in un susseguirsi di fantastiche/reali Wunderkammer: Stanze delle meraviglie.
Storie che nate da oggetti, che si arricchiscono di memoria personale e collettiva, che vengono tramandate, acquisiscono una loro vitalità, attualità e futuro, nei campi più disparati: dalla natura alla scienza all'arte, dalle esplorazioni d'alta quota ai mondi vitali della città, dal paesaggio estivo nei dipinti della Galleria Fontanesi alle Officine Reggiane, dall'arte contemporanea alla ricerca sperimentale di 'Pari&Dispari', dal personale/particolare al collettivo/universale.
Storie d'autore e di autori del quotidiano.
Rosanna ChiessiStorie che possono essere ascoltate, ad esempio da narratori d'eccezione come Ermanno Cavazzoni, e Rosanna Chiessi, e possono essere arricchite da altre storie, portate dalle persone, ispirate da quegli stessi oggetti esposti, spesso mirabolanti, come il celebre Capodoglio.
Palazzo dei Musei, via Spallanzani 1, Reggio Emilia - “Una notte al museo... tutta un'altra storia”, anteprime dal 10 giugno e poi dal 17 giugno 2014. Orari e Info: 0522.456477 – 456816 – www.musei.re.it.

Il cartellone - La grande partecipazione di pubblico che ha accolto l’inaugurazione dei nuovi allestimenti di Palazzo dei Musei diventa oggi invito a una quotidiana frequentazione di questo spazio culturale della città, un luogo dove ritrovarsi per conoscere ma anche per divertirsi, per imparare ma anche per partecipare, in ogni caso per fare esperienze che possono aiutare a vivere meglio.
Palazzo dei Musei_Carlo VanniniL’estate alle porte diventa quindi occasione di un programma di attività che intendono innanzitutto fare conoscere meglio il nuovo museo nei suoi spazi e nelle sue collezioni suggerendo così diverse possibilità di uso, che ognuno potrà ritagliare e adattare secondo le sue esigenze.
All’entrata il suggestivo studiolo, fra le fantastiche figurazioni di animali tratte da un antico volume del Settecento, diventa stazione di avvio di un booksharing che si vuole ispirato alle collezioni del museo, dove trovare libri di studio ma anche romanzi, atlanti, riviste che sarà possibile consultare ma soprattutto diffondere portandoli altrove, innanzitutto nelle altre sedi museali aperte durante l’estate.
Al primo piano come di consueto privilegiato spazio dedicato agli incontri e alle iniziative è l’antico chiostro dei marmi romani da quest’anno rinnovato nell’accessibilità e animato da un angolo ristoro.
Qui si svolgeranno anche i tre appuntamenti estivi del format Una Notte al Museo promossi dall’associazione Moon che dall’inizio dell’anno caratterizzano l’ultimo sabato di ogni mese con performance live, concerti e installazioni artistiche : le serate saranno dedicate il 28 giugno al cinema, il 26 luglio alla natura, il 23 agosto alle culture degli altri mondi.
Al secondo piano gli spazi delle collezioni diventano occasione per diverse modalità di visita. Alla Galleria Fontanesi Paesaggi d’estate consente di immergersi nelle "verzure" dei pittori di paesaggio del nostro Ottocento, all'ombra di grandi querce e tra valli attraversate da ruscelli. Nelle collezioni preistoriche Passeggiate in alta quota collegano i ritrovamenti dei nostri reperti alle immagini di luoghi della nostra provincia e suggeriscono idee "a kilometri 50" per qualche gita d’estate.
Gli spazi all’ultimo piano, oltre alle visite di approfondimento all’installazione For inspiration only diventano luogo di fattivo confronto con la creatività e l’innovazione contemporanea attraverso per esempio il workshop del 28 giugno dedicato alla scansione 3D di beni culturali nello spazio Fablab.
Lo spazio laboratorio presenta in anteprima dal mese di luglio i nuovi percorsi didattici dei Musei per il prossimo anno scolastico mentre la nuova agorà diventa luogo di ritrovo per due chiacchiere o per riposarsi, tra le immagini degli oggetti dei musei interpretati dal fotografo Carlo Vannini.
Ma il filo rosso che collega i più importanti appuntamenti dei prossimi mesi è dedicato alle storie, individuate dal nuovo allestimento di Palazzo dei Musei come la modalità privilegiata che, nel collegare le diverse testimonianze sparse tra diverse collezioni e sedi museali, consente di unire il passato al futuro, le esperienze locali a quelle degli altri popoli ma soprattutto di intercettare la partecipazione di ognuno di noi. Tutti infatti siamo in modo diverso portatori di storie e racconti, protagonisti di esperienze personali, testimoni di accadimenti, intermediari di altri racconti…
Il museo si propone come luogo di raccolta e di scambio di queste storie, che si impegna a valorizzare alla pari del suo patrimonio di beni culturali.
Tre le “chiamate” lanciate durante l’estate, a partire da temi e oggetti che ci sono sembrati i più adatti ad avviare questo progetto : i racconti stimolati dal nostro capodoglio, reperto-icona privilegiata del nostro museo, i ricordi di chi ha frequentato Palazzo dei Musei come allievo delle diverse scuole che qui hanno avuto sede, le testimonianze legate alla storia delle Reggiane.
Tre serate, il 27 giugno, l’11 e il 24 luglio, saranno dedicate a fornire indicazioni sui temi scelti per avviare la ricerca di un cast a cui nei mesi a venire sarà possibile iscriversi per diventare protagonisti di video che saranno realizzati in diversi ambienti di Palazzo dei Musei.
Ma il tema delle storie attraversa tutte le proposte, si confronta con le storie degli altri popoli nella proiezione di film della XV edizione di Cinema tra le rovine raccogliendo testimonianze di protagonisti della città di oggi, consente di leggere in modo diverso le mostre di arte contemporanea dell’ultimo piano attraverso dibattiti tra critici e artisti,
percorre gli intrecci dei grandi diorami di For inspiration only, coinvolge gli animali delle vetrine antiche e li rende protagonisti di racconti per i più piccoli, non dimentica i libri e interpreta in modo inconsueto gli oggetti della storia della psichiatria…
Ne esce l’avvio di una grande narrazione collettiva della nostra città, una narrazione a più voci in cui lo spettatore non è più solo immerso nelle storie ma è chiamato in diversi modi a farne parte, a contribuire attivamente alla loro scrittura sempre aperta a nuovi accoglimenti e interpretazioni.

Una settimana di anteprima- Il primo appuntamento con le Storie dell’arte è previsto per martedì 10 giugno alle ore 21 ed è dedicato alla mostra PARI & DISPARI - 50 ANNI DI RICERCA, allestita all’ultimo piano del museo. Protagonista è Rosanna Chiessi, straordinaria animatrice che ha fatto diventare la sua abitazione casa del movimento Fluxus e dell’azionismo viennese. Rosanna Chiessi, intervistata da Alessandro Gazzotti, ripercorrerà le tappe principali della sua vita, tutta all’insegna dell’arte e dell’avanguardia più sperimentale. L’incontro con la protagonista di questa straordinaria stagione dell’arte del nostro territorio rappresenta anche un’occasione per ricordare altri reggiani che si sono distinti nel promuovere l’apertura della nostra città alle esperienze della cultura internazionale, a partire da Corrado Costa, figura di intellettuale sempre a contatto con le avanguardie del suo tempo.
Ermanno CavazzoniMercoledì 11 giugno alle ore 21 si parte con le Storie d’autore, primo appuntamento di un progetto che intende invitare protagonisti della cultura di oggi a confrontarsi con lo straordinario patrimonio dei nostri Musei. Ermanno Cavazzoni, reggiano, uno dei più creativi e originali scrittori italiani, ci accompagna nel pirotecnico universo scientifico-antropologico delle collezioni naturali.
Accompagnato dalle performance vocali e musicali di Vincenzo Vasi e Valeria Sturba, Cavazzoni, ispirato dalla sua Guida agli animali fantastici, sarà una sorta di “fantastico” contrappunto narrativo che affiancherà l’insaziabile curiosità conoscitiva di Lazzaro Spallanzani, creatore di collezioni che sembrano non esaurirsi mai.
L’allestimento delle pitto-sculture di Lorenzo Criscuoli contribuirà a immergere il pubblico in questo straordinario spettacolo dell’immaginario.
La notte di venerdì 13 giugno sarà all’insegna della musica: dalle ore 19 alle 2 Palazzo dei Musei presenterà “Eleva advanced music meetings preview”, manifestazione che ha come obiettivo principale la musica, una musica che dialoga con le arti visive, diventa installazione e si confronta con gli spazi delle città. L’evento si distribuirà in diverse zone dell’edificio, l’antico chiostro dei marmi romani diventerà scenario del main stage ma esecuzioni musicali animeranno anche l’angolo di Via Secchi mentre la facciata del palazzo verrà video-mappata con installazioni visive affidate a giovani artisti.

Le rassegne - Ma questi sono solo gli appuntamenti della prima settimana di “Una notte al museo..tutta un’altra storia”; questa stimolante rassegna, insieme alle sue storie, durerà fino a fine agosto allietando le serate estive reggiane con eventi, iniziative e tante proposte. Il Palazzo dei Musei si propone, così, di diventate un luogo per sperimentare un rapporto diverso con il passato e il valore delle tradizioni nella consapevolezza che solo guardando al futuro le esperienze del passato riscoprono la loro vitalità e continuano a essere importanti e necessarie.
Da questo nasce anche la sezione delle Storie nostre. Parliamo un poco di noi…, quattro incontri, tutti i martedì, fra il 24 giugno e il 15 luglio, occasione preziosa per entrare nei contenuti dei grandi diorami dell’installazione che ha inaugurato i nuovi spazi espositivi di Palazzo dei Musei, attraverso i racconti e le storie del museo e della città. Accompagnatore d’eccezione Attilio Marchesini, esperto narratore e grande conoscitore delle nostre storie.
Altra sezione della rassegna da non perdere è quella dedicata alle Storie naturali: storie sulla natura che attraverso il linguaggio dei film vogliono raccontare ricchezza e fragilità di luoghi e paesaggi. Storie anche per i più piccoli che potranno scoprire e conoscere gli animali che di sera usciranno dalla vetrine del museo e popoleranno la penombra del chiostro (appuntamenti con i film e con le iniziative per i bambini: il 18 giugno e il 2, 9, 16, 23 e 30 luglio, sempre alle ore 21).
Alle Storie dell’altro mondo sono invece dedicati i quattro appuntamenti con cui Cinema tra le rovine, giunto alla XV edizione, si collega con importanti nuclei di materiali dei musei provenienti da mondi “altri” attraverso racconti di testimonial dell’attualità e proiezioni di film ambientati nei luoghi evocati (tutti i giovedì alle ore 21, a partire da giovedì 26 giugno fino al 17 luglio).
La sezione Storie dell’arte, oltre all’incontro con Rosanna Chiessi il 10 giugno, prevede un’altra interessante serata di conversazione a margine della mostra Provincia non provincia allestita nello spazio dossier dell’ultimo piano : martedì 17 giugno alle ore 21 i critici e gli artisti Giuseppe Berti, Emanuele Filini, Gianni Ruspaggiari, Nino Squarza e Alessandro Gazzotti saranno protagonisti di una discussione all’insegna dell’arte e della cultura dedicata alla città.
Non mancheranno poi gli appuntamenti dedicati ai libri. Storie di carta è la parte del programma incentrato sulla presentazione di nuove opere letterarie. Mercoledì 25 giugno alle ore 21 le autrici Anna Appari ed Elisabetta Salvini e con Giovanni Guidetti presenteranno il libro Creatrici di storia. Il movimento delle donne reggiane degli anni Settanta nel ricordo di alcune protagoniste. Domenica 6 luglio alle 21 lo storico Andrea Gamberini presenterà il libro di Carlo Baja Guarienti Il bandito e il governatore. Domenico d'Amorotto e Francesco Guicciardini nell'età delle guerre d'Italia. Infine il 22 luglio alle 21 è prevista una serata dedicata al grande regista Abbas Kiarostami in cui verrà presentata la sua ultima raccolta di poesie Il vento e la foglia . Interverranno anche Faezeh Mardani e Massimiliano Coviello che offriranno un approfondimento allo sguardo lirico di Kiarostami così abituato a spaziare fra cinema, letteratura e fotografia.
Un’altra particolare proposta della rassegna estiva dei Musei si svolgerà presso il Museo di Storia della Psichiatria in via Amendola 2. Storie di Oggetti, a partire dai materiali conservati presso il museo e la Biblioteca Livi diventa l’occasione per interrogarsi in modo diverso su un patrimonio così particolare (appuntamenti sabato 21 giugno dalle 9 alle 13, venerdì 11 e 25 luglio alle 21).

Gli orari
Gli orari delle principali sedi museali dal 17 giugno al 31 agosto:

Palazzo dei Musei
Da martedì a sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalla 21.00 alle 23.00
Domenica dalle 21.00 alle 23.00

Galleria Parmeggiani e Museo del Tricolore
Da martedì a domenica dalle 21 alle 23
La mattina apertura a richiesta per gruppi