Global Goals for Cities

Ultimo Aggiornamento: 09/17/2021

Il Comune di Reggio Emilia, in collaborazione con la Fondazione E35, partecipa al progetto pilota Global Goals for Cities - cooperation on the sustainable development of European cities, finanziato dal programma di cooperazione territoriale europea URBACT III del Fondo Europeo di sviluppo regionale, che mira a sostenere la cooperazione e lo scambio di conoscenze tra le città aderenti alla rete.

Il progetto

Durata: 22 mesi

Budget: il progetto prevede un finanziamento complessivo di 1.724,310 €. Il Comune di Reggio Emilia avrà in gestione un budget di 78.620,00 € che include una quota di cofinanziamento pari al 30% delle risorse ricevute.

Capofila: Tallin (Estonian)

Partner:

  • Braga (Portugal),
  • Bratislava (Slovakia),
  • Dzierżoniów (Poland),
  • Glasgow (Great Britain),
  • Gävle (Sweden),
  • Heraklion (Greece),
  • Jihlava (Czech Republic),
  • Klaipeda (Lithuania),
  • La Rochelle (France),
  • Manresa (Spain),
  • Mouscron (Belgium),
  • Ozalj (Croatia),
  • Reggio Emilia (Italy),
  • Schiedam (Netherlands),
  • Solingen (Germany),
  • Tallinn (Estonia),
  • Veliki Preslav (Bulgaria),
  • Veszprém (Hungary),
  • Trim (Ireland).

Obiettivi

L’obiettivo principale del progetto è quello di identificare nuovi processi di localizzazione per gli SDGs a livello territoriale attraverso lo scambio di buone pratiche tra i partner di progetto per migliorare il modo in cui le città affrontano il tema degli SDGS con gli attori del territorio e come integrano gli stessi, all’interno del piano strategico della città. Il progetto mira inoltre a rafforzare le sinergie tra attori politici ed organizzazioni internazionali nel perseguimento degli obiettivi stessi, promuovendo le buone pratiche attuate dai partner.

Il progetto prevedere la creazione di un gruppo di lavoro locale (ULG) in ogni città aderente al progetto per riunire attori del territorio ed esperti per l’analisi e la condivisione di esperienze e buone pratiche rivolte alla pianificazione della localizzazione degli SDGs e la definizione di un piano d'azione integrato con le politiche locali.

Metodologia di implementazione del progetto

Il progetto mette a disposizione il metodo di apprendimento integrato e partecipativo implementato del programma URBACT III, per supportare le città attraverso le diverse fasi di progetto:

  • Attivazione (marzo-aprile 2021)
  • Diagnosi (maggio-luglio 2021)
  • Vision (agosto-novembre 2021)
  • Pianificazione delle azioni (dicembre 2021- maggio 2022)
  • Indicatori e finalizzazione degli Piani di Azione Locali (giugno 2022 – metà novembre 2022)

La prima parte del progetto si focalizza sulla diagnosi e sulla vision per supportare le città nell’identificazione degli obiettivi da raggiungere in relazione alla localizzazione degli SDG. La seconda mira ad ottenere i risultati individuati attraverso la co-progettazione di azioni, la creazione di un quadro di riferimento, la finalizzazione dei piani d'azione locali (Urbact Local Action Plan) e l’avvio della loro implementazione.

La rete offrirà ai partner l'opportunità di apprendere come: utilizzare lo strumento di autovalutazione The Reference Framework for Sustainable Cities (http://rfsc.eu/) nel processo di localizzazione degli SDGs durante tutto il progetto, tradurre e adattare gli SDGs nel contesto locale, identificare le priorità e la mappatura delle azioni locali attuando un sistema di monitoraggio degli SDGs.

Sarà inoltre redatto, con il supporto degli esperti del programma URBACT III, un Baseline Assessment e alcuni output chiave legati al metodo e alle fasi di pianificazione delle azioni volte alla localizzazione e mappatura degli SDGs.

Grazie alla partecipazione al progetto il Comune di Reggio Emilia, potrà apprendere nuove pratiche, conoscere ed implementare nuovi strumenti per sviluppare azioni e politiche, capitalizzare i risultati a livello nazionale ed europeo diventano punto di riferimento a livello nazionale in quanto città pilota ed unica città italiana parte del percorso.