Rigenerazione dal basso e cultura del bene comune

2014-2019
La rigenerazione di luoghi pubblici da parte della comunità è stata una delle modalità di partecipazione più diffuse all’interno delle esperienze di confronto con i cittadini condotte nei quartieri. L’esigenza di uno spazio pubblico o di uno spazio pubblico recuperato ha coinvolto diverse centinaia di persone, sia adulti che bambini, e ha offerto risposta a un nuovo protagonismo per il bene comune. I cittadini si sono attivati per valorizzare gli spazi pubblici del quartiere, favorendo e stimolando forme spontanee di gestione, e quindi possibilità di offrire nuove opportunità, oppure, come nel caso dei parchi, attività di progettazione partecipata e poi di auto-costruzione, per vivere gli spazi verdi come luoghi di socialità diffusa e scambio intergenerazionale.
La rigenerazione partecipata ha facilitato il superamento dello stato di abbandono di alcuni luoghi della città, ha innescato processi di rivitalizzazione urbana, ha stimolato le comunità a immaginare nuove forme di cura dei beni comuni e ha intercettato le competenze e la creatività dei territori.
Riconvertendo lo spazio all’uso pubblico che gli è proprio.
  • Luce dall'energia colore dalla fantasia

    Il progetto, nato in collaborazione con Officina Educativa, prevede la realizzazione, da parte di giovani volontari, studenti dell'Istituo Pascal, di 10 opere pittoriche di street art su dieci manufatti di E-Distribuzione. Le opere tratteranno temi che riguardano l'ambiente e il contenuto sarà concordato con i partners di progetto.

  • Coltivare lo spazio pubblico per la socialità

    Il progetto si sostanzia nella realizzazione di un percorso partecipato con gli abitanti del Quartiere Giardino, il CeIS Reggio Emilia - Centro di Solidarietà di Reggio Emilia, la Parrocchia del Buon pastore e il Polo Sociale Territoriale Sud per la rifunzionalizzazione e riqualificazione degli spazi verdi comuni.

  • Rosta-parco senza nome

    Interventi di manutenzione straordinaria e denominazione del parco, raccogliendo le candidature presentate da cittadini singoli, o associati.

  • Scoprire il parco attraverso i sensi

    Creare nel parco Nilde Iotti un percorso accessibile e multisensoriale dedicato al gioco e alla vita all’aria aperta.

  • noi e il parco

    Riconoscendo al parco Tre Noci il ruolo sociale potenziale che riveste per le comunità, il progetto lo rivitalizza mediante attività di coinvolgimento della comunità.

  • il parco come laboratorio di relazioni

    Il progetto mira a far collaborare tra loro diversi attori locali che si affacciano direttamente nel parco del Gelso e delle Querce Rosse, lavorando sulla convivenza tra le diverse comunità che frequentano i due spazi verdi per far dialogare tra loro i vari 'mondi' che li vivono, diffondendo la cultura del rispetto.

  • laboratorio civico al Foscato

    Il progetto mira alla promozione della coesione sociale, l’integrazione interculturale e intergenerazionale. Il progetto vuole animare gli spazi pubblici e promuovere relazioni tra persone giovani e anziane del quartiere.
    Progetto in corso

  • Gaida-Un parco nuovo per una comunità che si rigenera

    Lo scopo del progetto è quello di rigenerare il parco di Gaida per accrescere il senso di comunità, portando a termine i lavori già iniziati e gli eventi ricreativi connessi.