Reggio Emilia, come ti immagini?

Data di pubblicazione: 14/01/2021

È online sul sito www.comune.re.it/reggioemiliacometimmagini, il questionario “Reggio Emilia, come ti immagini?”, promosso dall'Amministrazione comunale nell’ambito del percorso di ascolto e coinvolgimento della cittadinanza per la definizione del Piano urbanistico generale (Pug) di Reggio Emilia, il nuovo strumento previsto dalla legge regionale, che sostituirà gli attuali strumenti di pianificazione.

Il questionario ha l’obiettivo di raccogliere proposte e contributi finalizzati all’individuazione delle principali strategie per il futuro della città – sui temi quali la rigenerazione urbana e riqualificazione dell’esistente, il contrasto ai cambiamenti climatici, la gestione dello spazio pubblico, gli investimenti sul territorio – e nello stesso tempo di comprendere come i cittadini valutino i quartieri e le frazioni in cui abitano, dal punto di vista dei servizi di prossimità, degli spazi comuni, della qualità urbana e dell’abitare, ma anche come considerino i temi della mobilità, dell’ambiente, del paesaggio e dell’agricoltura, gli impatti del clima che cambia. Gli esiti dell’indagine saranno utili per integrare le politiche di pianificazione urbanistica dell’Amministrazione comunale e fornire indirizzi per costruire i progetti che scaturiranno dai Laboratori di quartiere, connettendo le linee strategiche con i bisogni quotidiani e le idee di chi abita e vive la città.

Il questionario “Reggio Emilia, come ti immagini?”, compilabile facilmente online e indirizzato a tutti i cittadini che abitano a Reggio Emilia, sarà attivo fino al 31 marzo 2021. Si tratta della seconda indagine online rivolta ai cittadini dopo il questionario “Reggio Emilia, come va?”, lanciato durante i primi mesi della pandemia per raccogliere alcune informazioni legate agli aspetti della vita quotidiana e ai cambiamenti avvenuti a causa dall’emergenza Covid. Anche in questo caso, l’indagine sarà in formato Creative commons, e sarà messa a disposizione - con le dovute modifiche rispetto alle peculiarità specifiche - dalle altre Amministrazioni che ne faranno richiesta.

L'ascolto

L’ascolto dei cittadini sul nuovo Pug in fase di elaborazione , arricchisce di ulteriori contributi il percorso avviato dall'Amministrazione comunale rivolto ai portatori di interesse e alle associazioni che ha comportato, nel corso del 2020, l’organizzazione di oltre 100 incontri e 6 tavoli di lavoro attivi con enti ambientali, sindacati, associazioni di categoria, associazioni ambientaliste, ordini professionali, Regione e Provincia. L’esito di questa prima fase del lavoro sono una serie di documenti, consultabili online sul sito www.comune.re.it/pug, che offrono una lettura critica e attuale del territorio e della sua comunità ed invitano alla riflessione su quale futuro intraprendere. In particolare, l’ultimo documento pubblicato a fine novembre, contiene, in estrema sintesi:

  • il quadro conoscitivo della città e la sua diagnosi al fine di valutarne punti di forza e debolezza;
  • la conseguente individuazione dei principali macro obiettivi da perseguire nel Piano ed i rispettivi indicatori e target, misurabili e monitorabili, scelti a partire da quelli di Agenda 2030, che ci consentiranno di confermare o meno il raggiungimento di un determinato obiettivo nel tempo;
  • le prime linee strategiche da cui avviare l’elaborazione della Strategia per la Qualità Urbana ed Ecologico-Ambientale del Pug.

Un questionario, cinque sezioni

Il questionario si compone di cinque diverse sezioni. La prima, dal titolo “Le grandi sfide”, ha l’obiettivo di conoscere il punto di vista degli intervistati sulle principali sfide da affrontare insieme: la sostenibilità, il welfare e i beni pubblici, lo sviluppo economico.

Una seconda sezione, “I cambiamenti climatici”, si concentra sulle sfide connesse al cambiamento climatico e alle connessione con l’ambito economico e sociale, nonché sulle strategie e sulle misure di mitigazione e adattamento ritenute più efficaci.

Nella terza sezione “Qualità urbana nei quartieri e nelle frazione” ci si focalizza sulle sfide a livello di quartiere, per indagare la percezione di qualità e degrado da parte delle persone che risponderanno, la qualità della mobilità e delle connessioni, la dotazione di servizi alla persona.

La quarta sezione “La campagna e il paesaggio rurale” si sofferma sulla qualità della vita nelle zone di campagna, per coglierne qualità e problematicità e individuare eventuali difficoltà da risolvere su come potenziare accesso e fruizione al territorio agricolo.

Infine, la quinta e ultima sezione “Abitare sociale, abitare sostenibile” affronta il tema della qualità dell’abitare e delle nuove forme in cui si esplicita, per comprendere quanto queste esperienze sono diffuse a Reggio Emilia e quanto rispondono a nuovi bisogni, anche di giovani abitanti, e comprendere se e come potenziarle.

Tempi di approvazione del piano

Il primo atto deliberativo sul Pug è previsto con la assunzione da parte della giunta comunale entro il primo semestre del 2021. Successivamente sarà possibile presentare osservazioni al Piano, ed entro la fine del 2021 se ne prevede l’adozione in Consiglio comunale, mentre la definitiva approvazione è prevista per l’estate 2022.