Facciamo la differenza

  • testo con spiegazione campagna
    In questo periodo segnato dal Covid-19 stanno emergendo risposte di partecipazione, innovazione, solidarietà e resilienza ai problemi emersi durante la crisi pandemica. Protagonista di queste risposte è da un lato il Comune, che ha messo in campo progetti come quello della Scuola Diffusa per garantire a studenti di scuole primarie e secondarie di primo grado un accesso in sicurezza all’istruzione scolastica, dall’altro i tanti cittadini, associazioni, enti pubblici e privati che stanno facendo la differenza con piccoli o grandi gesti quotidiani.
    Come Marta che ogni settimana va a fare la spesa per Anna, la sua anziana vicina di casa. O Gildo che ha messo a disposizione il suo agriturismo per ospitare una classe di studenti.
    Sono belle storie di prossimità che possono diventare parte di un racconto collettivo che ci restituisce ancora una volta l’idea di una comunità, quella reggiana, aperta, coesa e solidale.
    Insieme facciamo la differenza!
Le storie
  • L’unione fa la forza!
    Questa è la storia di 11 aziende reggiane che nel parco Modolena-Quaresimo hanno costituito “La strada della biodiversità”, un progetto nato dai Laboratori di cittadinanza per valorizzare il territorio e le sue ricchezze e aprirle alla città.
  • Matilde nel mondo
    Progetto nato dal basso nei quartieri, portato avanti dai volontari e dal loro entusiasmo, che ha l’obiettivo di fare del bene a chi fa del bene alla propria comunità.
  • Reggio Emilia, una città che ha cuoreReggio Emilia, una città che ha cuore
    Grazie all’impegno, alla solidarietà e alla generosità dei reggiani, Reggio Emilia ha potuto dare vita all’idea di un centro oncoematologico reggiano, il CORE, e vedrà nascere un’altra opera molto importante per la città, il MIRE.
  • Ampiès, una storia tutta reggianaAmpiès, una storia tutta reggiana
    ampies.it è un’applicazione web che serve per comprare oggi i buoni che potremo spendere domani nei negozi, quando sarà finita l’emergenza. E’ un progetto che nasce per sostenere i commercianti in difficoltà.
  • Ristoratori responsabiliRistoratori responsabili
    Ristoratori Responsabili è un gruppo spontaneo di ristoratori di Reggio Emilia che ha scelto la strada della responsabilità per affrontare l’emergenza sanitaria. Il loro motto è “stare insieme per far crescere tutti”.
  • muro di viale ramazziniLa caduta del muro di Viale Ramazzini
    Grazie alla volontà e alla tenacia dei cittadini del comitato Santa Croce, il muro di Viale Ramazzini verrà abbattuto e verrà rimarginata una frattura che per anni ha diviso i cittadini del quartiere.
  • La Reggia di RivaltaLa Reggia di Rivalta tra passato, presente e futuro
    Lorena, abitante del Palazzo negli anni ‘70, oggi fa la volontaria nell’associazione Insieme per Rivalta e desidera ridare vita al passato glorioso della Reggia.
  • VicinoesicuroVicinoesicuro
    Un progetto no profit nato dall’idea e dalla collaborazione di 4 amici per contrastare l’emergenza Coronavirus e sostenere i negozi della città, restando a casa.
  • Fare scuola in un grande laboratorioFare scuola in un grande laboratorio
    In alcune sedi scolastiche, per consentire ai ragazzi di ripartire con una didattica in sicurezza, sono stati creati dei progetti pilota affidati dall’amministrazione comunale al servizio Officina educativa e alla Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi, in collaborazione con l’architetto Francesco Bombardi.
  • La mia città in biciclettaLa mia città in bicicletta
    Daniele Cottafavi, dirigente scolastico del Liceo Matilde di Canossa, tutti i giorni va a lavorare in bicicletta. Cosa serve per farlo? Innanzitutto un cambio di mentalità, la presa di coscienza che è possibile fare concretamente qualcosa per se stessi e per l’ambiente.
  • il bosco di saraIl bosco di Sara
    C’è un piccolo bosco appena nato, si trova tra Cella e Pieve Modolena. Non è un bosco naturale, è il bosco che ha voluto e progettato Sara, spinta dalla sua passione per la natura e per l’ambiente.
  • nei campiGildo Dallari e i suoi 22 nuovi nipoti
    Il signor Dallari ha rinnovato completamente lo stabile precedentemente dedicato all’attività turistica e, grazie anche all’aiuto e al sostegno della sua famiglia, ha potuto accogliere la classe nell’antica stalla della struttura il 14 settembre scorso.
  • museiFare scuola ai Musei: a Reggio Emilia si può
    Per permettere a tutti gli studenti di godere degli stimoli e delle emozioni che solo i Musei Civici sono in grado di regalare, è nata un’idea innovativa: ogni classe del Manzoni trascorrerà a rotazione una settimana nella sede di via Lazzaro Spallanzani.
  • via romaUna nuova piazza per via Roma
    Una nuova Piazza del Popol Giost per via Roma: è questo l’obiettivo che ha unito amministrazione comunale, residenti e studenti dello Scaruffi-Levi-Tricolore nelle ultime settimane di settembre.
    Un’operazione di vero e proprio restyling urbano realizzato in maniera partecipata e condivisa
I progetti
  • Scuola diffusa
    A Reggio Emilia, il nuovo anno scolastico è iniziato in piena sicurezza con il nuovo modello di 'Scuola diffusa'. La città si è fatta scuola con l'impegno di nuovi spazi, in prevalenza pubblici, che hanno aperto le porte ad alunne ed alunni.
  • Sostenibilità
    Reggio Emilia continua a crescere e a investire sui temi della sostenibilità anche durante la fase emergenziale perché rispondere all’emergenza sanitaria significa anche agire concretamente sull’emergenza ambientale.
Video
  • video