Donazioni Coronavirus

Ultimo Aggiornamento: 04/03/2020

Il Comune di Reggio Emilia ha attivato il Fondo di Mutuo Soccorso in favore delle persone in difficoltà a causa dell'emergenza Coronavirus.

Il Fondo ha finora permesso di aiutare le famiglie integrando i fondi destinati al buono spesa coronavirus, permetendo di distribuire pacchi spesa, materiale scolastico, supporti tecnologici per la didattica a distanza e consentendo la partecipazione ai Centri Estivi da parte di bambini le cui famiglie non potevano farsi carico delle quote di partecipazione. 

Ognuno di noi, secondo le proprie disponibilità, può dare un contributo prezioso a questa rete di solidarietà con una donazione.

 

 Aitua una famiglia reggiana in difficoltà

 

Dona al Fondo di Mutuo Soccorso

Le donazioni fatte al Fondo di Mutuo Soccorso ci hanno permesso di aiutare famiglie e persone in difficoltà a causa dell'emergenza Coronavirus con pacchi spesa, tablet per la didattica a distanza, ecc.

Fai la tua donazione con:

  • bonifico bancario all'iban: IT 83 U 02008 12834 000105890704 (BIC: UNCRITMM) con causale 'emergenza COVID-19'.
  • pagamento elettronico tramite il sistema pagoPA:

pagoPA

  

Incentivi fiscali per erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19)

Come previsto da ll'articolo 66 D.L. 18/2020 'Cura Italia' richiamato anche per donazioni ai sensi dell'ordinanza della protezione civile del 29/3:

  1. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.
  2. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19, effettuate nell’anno 2020 dai soggetti titolari di reddito d’impresa, si applica l’articolo 27 della legge 13 maggio 1999, n. 133. Ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive, le erogazioni liberali di cui al periodo precedente sono deducibili nell'esercizio in cui sono effettuate.
  3. Ai fini della valorizzazione delle erogazioni in natura di cui ai commi 1 e 2, si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli articoli 3 e 4 del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del 28 novembre 2019.
  4. All'onere derivante dall'attuazione del presente articolo si provvede ai sensi dell’articolo 126.