RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

Magnifici uomini con la manovella (I) - Bajecni muzi s klikou

Regia:Jirí Menzel
Vietato:No
Video:Biblioteca Rosta Nuova, visionabile solo in sede
DVD:
Genere:Commedia
Tipologia:Spazio critico
Eta' consigliata:Scuole medie superiori
Soggetto:Oldrik Vleek
Sceneggiatura:Jiri Menzel, Oldrik Vleek
Fotografia:
Musiche:
Montaggio:
Scenografia:
Costumi:
Effetti:
Interpreti:Jiri Menzel, Rudolf Hrusinsky, Vlasta Fabianova
Produzione:
Distribuzione:Non reperibile in pellicola
Origine:Cecoslovacchia
Anno:1978
Durata:

95'

Trama:

Protagonista del lungometraggio è il cinema coi personaggi che hanno contribuito a renderlo popolare. Le sequenze hanno il ritmo dei primi, pionieristici film muti. Buona prova del regista di "Treni strettamente sorvegliati" (1979).

Critica 1:Nei primi anni del Novecento in Boemia il signor Parparte va in giro su un carrozzone a presentare spettacoli di varietà e proiezioni cinematografiche, attentando alle cedevoli virtù di qualche sciacquetta di paese. Più che per la vicenda piuttosto slegata, conta per la galleria dei personaggi disegnati con garbo e sorridente malignità, l'umorismo leggero, la grazia della rievocazione del primo Novecento e alcune trovate comiche.
Autore critica:
Fonte criticaIl Morandini – Dizionario dei film, Zanichelli
Data critica:



Critica 2:Sgranata e di una tonalità seppiata che maschera i colori reali, la fotografia del film di Jiri Menzel partecipa a questo omaggio ai pionieri del cinema muto ceco: un ambulante che desidera fermarsi e installare una sala permanente, un giovane fotografo dopo l'immagine animata dal girare della manovella, inventore che cerca e trova una soluzione meccanica per girare riprese più lunghe, una stella del teatro che disdegna un'arte che ritiene degradante, ma che per non essere da meno di Sara Bernhardt, interpreta e produce un film.
Tutti gli elementi storici in rapporto ai primi balbettii della settima musa, sono pretesti per gags o situazioni che muovono al sorriso.
Tanto per gli spettatori che per i professionisti, il cinema è sempre stato occasione di commedie brillanti se osservato con humor, tanto più che qui Jiri Menzel ha utilizzato il materiale cinematografico per includerlo in u-na commedia di costume.
I rapporti dell'ambulante con le donne, la timidezza del fotografo, interpretato dallo stesso Jiri Menzel, la figlia dell'ambulante sempre pronta a partire, sono visti con lo stesso spirito, un po' leggero, senza dubbioin tono minore rispetto a ciò che abbiamo visto di Menzel in un altro contesto politico prima del `68.
Per girare, Menzel è chiaramente obbligato a contenersi in un'opera minore come questa, ma il fascino dello sguardo e il talento del regista si vedono comunque.
Autore critica:Hubert Niogret
Fonte critica:Positif n. 220 - 221
Data critica:

7-8/1979

Critica 3:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:
Autore libro:

A cura di: Redazione Internet
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 12/29/2007
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link è esterno al web comunale