RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

Magnifici Sette (I) - Magnificent Seven (The)

Regia:John Sturges
Vietato:No
Video:Warner Home Video (Gli Scudi)
DVD:20th Century Fox Home Entertainment
Genere:Western
Tipologia:Storia del cinema
Eta' consigliata:Scuole medie inferiori; Scuole medie superiori
Soggetto:Ispirato a "I Sette Samurai" di Kurosawa
Sceneggiatura:William Roberts
Fotografia:Charles Lang
Musiche:Elmer Bernstein
Montaggio:Ferris Webster
Scenografia:Edward Fitzgerald
Costumi:
Effetti:
Interpreti:Yul Brynner (Chris Adams), Horst Buchholz (Chico), Steve Mcqueen (Vin), Charles Bronson (Bernardo O'reilly), Robert Vaughn (Lee), Brad Dexter (Harry Luck), James Coburn (Britt), Eli Wallach (Calvera, capo dei banditi), Rico Alaniz (Sotero), Val Avery (Henry), Jorge Martinez De Hoyos (Hilario), Rosenda Monteros (Petra), Vladimir Sokoloff (Vecchio)
Produzione:Mirisch Company
Distribuzione:Non reperibile in pellicola
Origine:Usa
Anno:1960
Durata:

120’

Trama:

I contadini d'uno sperduto villaggio del Messico, per difendersi dai reiterati attacchi d'una banda di fuorilegge, decidono di chiedere la protezione di un famoso "pistolero" del Texas: Chris. Questi accetta l'incarico e raccoglie intorno a sè altri sei abili e coraggiosi tiratori. Poco prima d'un ennesimo assalto dei fuorilegge, i sette uomini giungono in paese, organizzano la difesa e riescono a disperdere la banda degli attaccanti dopo una violenta battaglia. Se il primo scontro s'è risolto in un successo di Chris e dei suoi uomini, un nuovo assalto determina la loro sconfitta. Catturati e disarmati, i sette difensori sono costretti dai predoni ad abbandonare il paese. Lo scacco subìto brucia nell'animo dei "pistoleros". Eccoli dunque tornare indietro decisi a combattere fino all'ultimo per cancellare l'onta della sconfitta. Lo scontro decisivo si svolge in modo sanguinoso e violentissimo. Quattro degli uomini di Chris cadono sotto i colpi dei predoni messicani, ma i superstiti, col coraggio della disperazione, finiranno per sterminare l'intera banda. Chris, insieme con uno dei superstiti, si congederà dalla riconoscente popolazione e partirà verso nuove avventure. Chico, il piu' giovane dei sette, si stabilirà invece nel villaggio, dove lo trattiene l'amore per una ragazza messicana.

Critica 1:Un villaggio messicano assolda sette pistoleri americani disoccupati per proteggersi dall'avidità di una banda di fuorilegge. Rifacimento di I sette samurai (1954) di Akira Kurosawa cui è ovviamente e palesemente inferiore. Sono apprezzabili, comunque, le scene d'azione in cui J. Sturges mette in mostra il suo senso dello spazio e della strategia visiva la coloritura dei personaggi, la bella colonna musicale di Elmer Bernstein, candidata all'Oscar. Ebbe tre seguiti, uno peggiore dell'altro.
Autore critica:
Fonte criticaIl Morandini – Dizionario dei film, Zanichelli
Data critica:



Critica 2:Un capolavoro tratto da un capolavoro (quello di Akira Kurosawa, I sette samurai). Il film di John Sturges allinea un cast di pregio, comprendente Yul Brenner, Charles Bronson, Steve McQueen ed Eli Wallach. La storia è quella di un villaggio di contadini, nel Messico quasi ai confini con gli Stati Uniti, che viene invaso e derubato a ogni raccolto da una banda di tagliagole, agli ordini di tale Calvera (Eli Wallach). Esasperati dalle continue malversazioni, i coltivatori accolgono il suggerimento del più anziano tra loro e varcano il confine. Coi pochi averi di cui dispongono, cercheranno di assoldare un mercenario chi li protegga con le armi. Lo trovano in Chris Adams (Yul Brynner), il quale si rende però presto conto che l'impresa è quasi impossibile: da solo non riuscirà mai ad aver ragione di decine di banditi privi di scrupoli. Decide perciò di mettersi in contatto con alcuni vecchi e fidati compagni di avventura, allettandoli prima con il miraggio di un tesoro, poi svelando loro il vero motivo del magro ingaggio. Malgrado ciò, l'amicizia reciproca e il valore morale dell'impresa li terrà tutti uniti nell'affrontare - a rischio della vita - la banda dei criminali.
Autore critica:
Fonte critica:Del cinema.it
Data critica:



Critica 3:E' uno dei film che hanno fatto la storia del West cinematografico, che sei anni dopo è stato oggetto di un seguito diretto da Burt Kennedy di cui l'unico sopravvissuto cinematografico era il protagonista principale Yul Brinner. Nel caldo infuocato della sierra messicana un intero villaggio è in preda alla paura mentre attende il brutale assalto di Calvera (Eli Wallach) e dei suoi banditi. Terrorizzata, derubata, umiliata, la gente del posto, in preda alla disperazione, tenta il tutto per tutto: alcuni uomini vengono mandati al confine con gli Stati Uniti a comprare armi che permettano al paese di resistere. Sul loro cammino incontrano sette vere e proprie armi distruttive: un gruppo di pistoleri mercenari che si uniscono a loro per liberare il villaggio dai banditi. Capeggiati da Chris Adams (Yul Brynner), i sette si trovano coinvolti in una lotta spaventosa per la salvezza. In questo classico del genere western, ispirato al film di Akira Kurosawa I sette samurai, Brynner - insieme ad un cast costituito da grandi attori quali Steve McQueen, Charles Bronson e Horst Buchholz - mette la sua pistola al servizio della giustizia. Un film che per gli alti compensi dei divi hollywoodiani di oggi sarebbe impensabile potere realizzare.
Autore critica:
Fonte critica:raitre.rai.it
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:
Autore libro:

A cura di: Redazione Internet
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 12/31/2007
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link è esterno al web comunale