RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

Merlettaia (La) - Dentelliere (La)

Regia:Claude Goretta
Vietato:No
Video:Biblioteca Decentrata Rosta Nuova, visionabile solo in sede
DVD:
Genere:Drammatico
Tipologia:Il lavoro, Le diversitÓ
Eta' consigliata:Scuole medie superiori
Soggetto:Tratto dal romanzo omonimo di Pascal Laine
Sceneggiatura:Claude Goretta, Pascal Laine'
Fotografia:Jean Boffety
Musiche:Pierre Jansen
Montaggio:Joelle Van Effentere
Scenografia:
Costumi:
Effetti:
Interpreti:Yves Beneyton (Franšois), Michel De Re' (l’ artista), Anne Marie Duringer (la sposa), Florence Giorgetti (Marylene), Isabelle Huppert (Pomme)
Produzione:Citel (Ginevra) - Janus (Francoforte) - Action e Fr 3 (Parigi)
Distribuzione:Cineteca del Friuli - Zari Film
Origine:Svizzera
Anno:1977
Durata:

100’

Trama:

Beatrice, soprannominata 'Pomme' vive con la madre dopo essere stata abbandonata dal suo amante, e lavora insieme alla sua grande amica Marylene da un parrucchiere parigino. Recatasi in vacanza in Normandia (e presto rimasta sola perchÚ l'amica ha trovato compagnia) la giovane viene avvicinata da Francois, studente alla Sorbona. Tornati a parigi i due si mettono insieme, ma le differenze sociali non tardano a manifestarsi.

Critica 1:Da un romanzo di Pascal LainÚ: nella cittadina balneare di Cabourg studente universitario di famiglia agiata e Beatrice detta Pomme, parrucchiera apprendista, si conoscono, si amano, decidono di convivere in un appartamentino a Parigi. Lui si disamora, lei se ne va in silenzio, si ammala di anoressia, Ŕ ricoverata in un ospedale psichiatrico. Una delle pi¨ belle storie d'amore degli anni '70 per delicatezza e profonditÓ. E anche la storia di un delitto, di una demolizione, una metafora del modo con cui la ricca borghesia sfrutta la classe lavoratrice, una riflessione sulla donna come oggetto di consumo. La Pomme di I. Huppert sarebbe piaciuta a Bernanos: appartiene alla famiglia degli esseri umili e indifesi la cui silenziosa ricchezza Ŕ impercettibile al mondo.
Autore critica:
Fonte criticaIl Morandini – Dizionario dei film, Zanichelli
Data critica:



Critica 2:Dramma intimista che si collega a L’invitation (1973): Ŕ lo stesso sguardo indagatore che il regista rivolge sul mondo borghese. Uno sguardo tranquillo, che potrebbe essere quello della protagonista, la dolce Pomme: ad alcuni critici ha ricordato la protagonista di Une femme douce di Robert Bresson (1969). Un’indagine anche e soprattutto sui sentimenti: il dramma dei due giovani Ŕ dovuto all’incapacitÓ di spiegarsi l’un l’altro, di comunicare. ╚’, infine, un ritratto di donna, efficacemente disegnato da Isabelle Huppert: una donna fuori dal tempo che – come spiega la didascalia finale – in altra epoca sarebbe stata fissata da un pittore nelle vesti di una cucitrice, di una portatrice d’acqua o di una merlettaia.
Autore critica:Fernaldo Di Giammatteo
Fonte critica:
Data critica:



Critica 3:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:
Autore libro:

A cura di: Redazione Internet
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 11/02/2005
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link Ŕ esterno al web comunale