RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

Piccoli maestri (I) -

Regia:Daniele Luchetti
Vietato:No
Video:Cecchi Gori
DVD:Home Vi
Genere:Drammatico
Tipologia:La memoria del XX secolo
Eta' consigliata:Scuole medie superiori
Soggetto:Daniele Luchetti, Sandro Petraglia, Stefano Rulli, Domenico Starnone; dal romanzoomonimo di Luigi Meneghello
Sceneggiatura:Daniele Luchetti, Sandro Petraglia, Stefano Rulli, Domenico Starnone
Fotografia:Giuseppe Lanci
Musiche:Dario Lucantoni
Montaggio:Patrizio Marone
Scenografia:Giancarlo Basili
Costumi:
Effetti:
Interpreti:Stefano Accorsi (Gigi), Maurizio Camilli (Zaccheo), Mirko De Gaetano (Omobono), Manuel Donato (Nello), Federico Funo (Dottore Balilla), William Gasparini (Ufficiale Inglese), Roberto Giacomazzi (Ufficiale Brigate Nere), Diego Gianesini (Lelio)
Produzione:Vittorio e Rita Cecchi Gori
Distribuzione:Cecchi Gori
Origine:Italia
Anno:1997
Durata:

116'

Trama:

Č l'autunno del 1943, quando alcuni studenti universitari, Gigi e Lelio di lettere, Enrico e Simonetta di ingegneria, Bene di medicina decidono a loro modo di opporsi all'invasione nazista dell'Italia e partono per l'altopiano di Asiago, pronti ad unirsi ad altri gruppi di partigiani. Ma i ragazzi, tutti bravi sui libri, non sono buoni a fare la guerra. Mentre si muovono tra i villaggi, si aggiungono al loro gruppo un operaio, un marinaio, il loro professore antifascista, Toni Giurolo, e Dante, giovane sottufficiale alpino. Ogni piccola azione, ogni decisione da prendere č una discussione. Nessuno dei ragazzi vuole veramente uccidere. Quando arriva il primo rastrellamento serio, il gruppo si sfalda, con l'inverno arrivano gli stenti, qualcuno viene ucciso. C'č il momento del ripensamento, il ritorno a Padova, sempre pensando a qualche azione dimostrativa, fino al giorno della liberazione, quando Gigi e Simonetta vanno incontro ad una colonna di carri armati che sta entrando in cittā. Dopo la paura, il sollievo: sono inglesi.

Critica 1:Pių che un romanzo, quello di Meneghello č un resoconto, la cronaca di un'esperienza di gruppo in chiave antiretorica e antieroica e con il filtro di un saggista, da leggere come un racconto. Al suo sesto film il romano Luchetti (1960) si rivolge alla coppia S. Petraglia-S. Rulli per la struttura narrativa e a D. Starnone per la scanzonata dimensione ironico-comica.(...)
Autore critica:
Fonte criticaIl Morandini - Dizionario dei film, Zanichelli
Data critica:



Critica 2:Si sta aprendo una quarta fase del filone resistenziale? La prima č quella degli anni a ridosso degli avvenimenti, con il Rossellini di Roma cittā aperta e Paisā. Poi, con le elezioni del '48, la Resistenza scompare dagli schermi. Si riaprono i discorsi alla fine degli anni '50, quando si va verso il centro sinistra. C'č Rossellini con Il generale Della Rovere e c'č il De Bosio del Terrorista. Poi, la Resistenza, lungo i '70 e gli '80, diventa un punto di partenza di cui si sono quasi perse le tracce in "C'eravamo tanto amati" di Scola, diventa racconto mitico in cui i partigiani si trasformano in eroi omerici in La notte di San Lorenzo dei Taviani. Poche tracce lungo i '90. Lo scorso anno, Porzus riapre le ostilitā. Quest'anno, tocca a Luchetti e Guido Chiesa sta lavorando al Partigiano Johnny di Fenoglio. Chi oggi, in questa quarta fase, ritorna a quegli anni sa che ha a che fare con la stoffa e con la stoffa del cinema. Luchetti si fa guidare dal romanzo di Meneghello. E sembra scegliere il punto di vista dell'antiretorica.(...)
Autore critica:Bruno Fornara
Fonte critica:Film TV
Data critica:

17/9/1998

Critica 3:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:Piccoli maestri (I)
Autore libro:Meneghello Luigi

A cura di: Redazione Internet
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 11/03/2005
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link č esterno al web comunale